Opere idrauliche nei grigioni  

Il cantone Grigioni è anche il paese dei 100 torrenti e fiumi. Non è solo un castello d’acqua ma periodicamente è anche colpito da grandi inondazioni. Da quando il cantone (1870) e la confederazione (1877) posero i presupposti attraverso le rispettive legislazioni per contributi alle misure di arginatura, sono stati realizzati in tutto il cantone arginature ampie e con esse i presupposti per lo sviluppo di insediamenti e vie di comunicazione (strada e treno). Fino all'inizio del 20esimo secolo è avvenuta una correzione della maggioranza dei fiumi di valle negli spazi urbani. Insieme alla protezione dalle inondazioni, un fattore trainante era anche il con esso ottenuno prosciugamento di terreno di cultura. Quello spazio urbano costantemente in crescita e gli usufrutti collegati con esso avevano come conseguenza gli interventi nelle acque, che hanno portato parzialmente ad un peggioramento massiccio della funzione ecologica nell’ambiente delle acque correnti. Attraverso la crescente coscienza ambientale, oggi si è compreso, che l’arginatura e la correzione di corsi d’acqua sono in una relazione preposta. Insieme alla funzione di protezione bisogna considerare anche i fattori ecologici, economici e progettuali. 
 
Negli anni passati è stata sviluppato perciò in Svizzera la protezione dalle piene persistente. I progetti di protezione dalle piene concedono al fiume superfici di inondazione e contrappongono i vantaggi ecologici - p.e. una fauna ed una flora diversificate, che dipendono da periodiche inondazioni - agli svantaggi economici. Includendo la pianificazione di spazio un ordine di spazio adattato dovrebbe contribuire a tenere il resto di rischio in confini calcolabili, ciò significa che non bisogna essere a tutti costi contro le piene, ma dove possibile convivere con esse. Solo quando gli strumenti per la proggettazione dello spazio non bastano, verranno prese misure d’ingegneria idraulica. Contemporaneamente i progetti devono essere anche economicamente sostenibili. La protezione economica dalle piene significa dare delle priorità; laddove costruzioni particolarmente costose come case d'abitazione, zone industriali e vie di comunicazione importanti sono minacciate, verranno prese misure di protezione ampie. Presso terreni da pascolo e forestali al contrario, si accettano inondazioni occasionali. 
 
Uno strumento importante è la valutazione dei rischi. In occasione della revisione del piano regolatore così come dopo più grandi eventi di danno verranno esamintate nei prossimi 10 fino a 15 anni tutte le zone minacciate dal pericolo. Attraverso ampi esami includendo dati di evento proprio come metodi di calcolo più moderni verrà redatta una pianta delle zone minacciate che dovrà mostrare con quale frequenza ed intensità c’è da aspettarsi rischi di inondazioni nello spazio urbano. 
 
La protezione di spazi urbani e quella di impianti del traffico e delle rimanenti infrastrutture davanti alla forza distruttiva dei torrenti e dei fiumi sono un compito dei comuni in conformità alla legge cantonale Wuhr. I comuni vengono consigliati tecnicamente e sostenuti dal reparto di opere idrauliche presso l’ufficio tecnico dei Grigioni, quale istituto cantonale per la protezione contro le piene.