I Grigioni intendono impiegare il denaro proveniente dalla TTPCP per migliorare gli svantaggi dell'ubicazione

Dalla tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP) la Confederazione si attende a partire dal 2001 entrate annue pari a circa 750 milioni di franchi. Dal 2005 in poi la cifra dovrebbe toccare i 1'500 milioni di franchi. Un terzo del provento netto verrà suddiviso tra i cantoni. Il Consiglio federale non ha ancora fissato l'esatta chiave di ripartizione. I Grigioni partono tuttavia dal presupposto di ricevere tra il nove e il dieci percento del ricavato totale, ossia tra i 22 e i 25 milioni e a partire dall'anno 2005 tra i 45 e i 50 milioni di franchi. Il nostro Cantone raggiunge pro capite sul piano federale un valore massimo davanti al Canton Vallese e Uri. Al quarto posto segue il Canton Giura con un valore che è di circa solo la metà rispetto a quello dei Grigioni. In termini assoluti la fetta più grande spetta al Canton Berna, seguito da Zurigo, Grigioni Vallese.
I cantoni pagano con la loro quota in primo luogo le spese non coperte del traffico stradale che essi hanno sopportato. All'atto di ripartire le quote cantonali si terrà conto inoltre delle particolari ripercussioni della TTPCP sulle regioni di montagna e sulle regioni periferiche. Al riguardo è d'impor-tanza centrale lo svantaggio derivante dal fatto che dette regioni sono raggiungibili solo in misura limitata con gli autotreni da 40 tonnellate. Le quote della TTPCP non possono essere impiegate dal cantone a suo piacimento. Gli scopi vengono disciplinati dalla legislazione federale e dalla legge stradale cantonale. Per i Grigioni risulta quanto segue: -
la quota delle regioni di montagna e periferiche corrisponde per i Grigioni all'incirca al 58 percento dei mezzi della TTPCP che ci si attendono e non è soggetta al alcun scopo vincolato. Essa vale quale compenso delle spese sostenute dal cantone nel settore della circolazione stradale e dovrà andare a beneficio di tutta la popolazione. Per lo meno un quarto di questa quota dovrà essere impiegato, secondo la volontà del Governo, per i trasporti pubblici, un altro quarto, a seconda delle necessità, per la costruzione e la manutenzione delle strade, mentre il resto affluirà per il momento al bilancio generale dello Stato per coprire o per evitare i costi esterni del traffico pesante. Vengono considerati costi di questo genere tra l'altro quelli della salute e degli infortuni o dei danni agli edifici che non vengono pagati da chi li ha cagionati, ma che devono essere sostenuti dalla collettività. -
La quota ordinaria corrisponde al 42 percento circa e andrà completamente a beneficio della costruzione e manutenzione delle strade grigioni e dei provvedimenti antifonici.

La coltivazione della canapa dovrà essere controllata meglio
Il controllo della coltivazione della canapa nei Grigioni verrà inasprito. Il Governo emana una nuova Ordinanza sull'obbligo di notifica per la coltivazione e l'uso della canapa.
Chi nei Grigioni coltiva canapa (Cannabis), d'ora innanzi dovrà notificarlo all'Ufficio cantonale di agricoltura. Una prima notifica deve essere effettuata prima della semina, una seconda prima del raccolto. Con queste innovazioni ci si prefigge di tenere sott'occhio la quantità e il genere di canapa coltivata. La canapa è considerata una materia prima pregiata che ricresce e che può essere impiegata per innumerevoli scopi industriali ed energetici.
L'Ufficio di agricoltura controlla unitamente al Laboratorio chimico la semente e lo scopo dell'u-tilizzazione della canapa. Al riguardo è di primaria importanza il tenore di THC presente al momento della raccolta. Le specie di canapa con un elevato contenuto di THC possono essere usate come cosiddette droghe leggere. THC (Tetrahydrocannabinol) è un agente indispensabile per la Marihuana e l'Haschisch. Con la nuova ordinanza si tenterà di procedere contro gli abusi nella coltivazione della canapa. Chi coltiverà meno di dieci piante, non sarà soggetto all'obbligo di notifica. Quale unico Stato dell'Europa Centrale, la Svizzera consente nella Legge sulle sostanze stupefacenti la coltivazione di questa pianta, nella misura in cui non ne vengano ricavati stupefacenti. Questo fatto ha comportato negli ultimi anni anche nel nostro Cantone un forte incremento della coltivazione della canapa. Il testo della nuova Ordinanza sulla canapa verrà pubblicato nel Foglio Ufficiale Cantonale.

Programma 1999 di promozione delle lingue e della cultura
Il Governo sottopone al Dipartimento federale dell'interno il programma e il preventivo 1999 per la promozione e la salvaguardia della lingua retoromancia e italiana nel Cantone dei Grigioni. La spesa globale è preventivata in 6.909 milioni di franchi (anno precedente 7,315 milioni), di cui il 68.5 percento a carico della Confederazione e il 31.5 percento a carico del Cantone. I mezzi verranno impiegati per: -
misure proprie del Cantone, fra l'altro servizio traduzioni, pubblicazione della Collezione Sistematica delle Leggi Cantonali nelle tre lingue cantonali, insegnamento delle lingue; -
sostegno di misure da parte di terzi, tra l'altro progetti scolastici, misure regionali a favore del retoromancio; -
contributi a progetti scientifici; -
contributi a istituzioni e organizzazioni; -
promozione dell'attività editoriale e della stampa romancia.

Anche l'informatica dell'Amministrazione cantonale non viene risparmiata dal cambiamento di millennio
Affinché i computer e altri sistemi che contengono processori non vadano in "tilt" nella notte del passaggio al nuovo millennio, occorre prendere i necessari provvedimenti. Il Cantone stanzia a tale scopo 3.38 milioni di franchi.
Il cambiamento della data dall'anno 1999 all'anno 2000 causerà nel settore informatico il cosiddetto problema dell'anno 2000. Al fine di risparmiare spazio per la memorizzazione, in molti sistemi di computer le cifre degli anni sono state inserite solo con gli ultimi due numeri (ad. es. 1998 invece di 1998). Le cifre 00 non sono pertanto definite chiaramente e potrebbero essere interpretate dai computer come cifra 1900 e ciò potrebbe comportare nell'elaborazione dati falsi risultati e bloccare completamente i sistemi. Ad es. nel settore delle rendite AVS o delle imposte si verrebbe a creare un vero e proprio caos. Ma non solo i computer in senso ristretto sono colpiti da questo problemi, anche i dispositivi che contengono processori reagiscono a funzioni errate (ad es. macchine per la costruzione di utensili a comando numerico, ascensori, centrali telefoniche e di erogazione della corrente ecc.). Da diverso tempo il Cantone sta effettuando relative analisi e adottando misure nel settore dei mezzi informatici dell'Amministrazione cantonale, per essere pronto ad affrontare quest'evento. L'Ufficio d'informatica ha elaborato un "Progetto per evitare i problemi dell'anno 2000"e ha messo a punto un esteso catalogo di misure comprendente anche i costi. Il progetto in parola è allo stesso tempo un grande passo nella direzione di una strategia unitaria degli acquisti di software e hardware, come pure di una piattaforma di lavoro interna all'Amministrazione cantonale. I costi supplementari veri e propri per il progetto in parola ammontano a 3.38 milioni di franchi. Già nell'applicazione del preventivo ordinario 1999 si acquisterà materiale informatico in modo finalizzato, motivo per cui i costi supplementari raggiungono un importo accettabile. Il Governo ha stanziato un relativo credito suppletivo con riserva dell'autorizzazione del Gran Consiglio risp. della Commissione della gestione.

19.4 milioni di franchi per i comuni a debole capacità finanziaria
Il Governo stanzia per il conguaglio finanziario intercomunale 1998 sussidi per un ammontare globale pari a circa 19,4 milioni di franchi. Quest'importo viene impiegato per i contributi di conguaglio ai comuni a debole capacità finanziaria e suddiviso come segue: -
9.3 mio. franchi per il conguaglio della capacità fiscale -
7.6 mio. franchi per sussidi a opere pubbliche e -
2.5 mio. per il fabbisogno speciale del conguaglio (assegnazione ordinaria 1.94 mio., sussidio straordinario a Tschiertschen 200'000 franchi e sussidio alla fusione di Rona-Tinizong 400'000 franchi).

Oleodotto: dall'oleodotto alla conduttura per gas naturale
Il Governo approva in linea di massima la domanda di concessione dell'Oleodotto del Reno SA, Coira, che prevede una nuova utilizzazione dell'attuale impianto fuori servizio tra il Passo dello Spluga e St. Margrethen sotto forma di conduttura al alta pressione di gas naturale. Esso riconosce l'interesse pubblico del progetto e lo ritiene opportuno sia dal profilo della spesa che da quello energetico e dell'economia pubblica. L'iniziativa della concessionaria viene condivisa, come pure il fatto che l'approvvigionamento del Cantone viene completato da un'interessante fonte energetica. Nei confronti della Confederazione il Governo sottolinea che le vigenti disposizioni di sicurezza devono essere rispettate per intero prima che la concessione venga rilasciata. La conduttura attraversa in alcuni comuni zone abitate o zone edilizie. Al fine di non pregiudicare sproporzionatamente le possibilità di sviluppo, la conduttura dovrà eventualmente essere spostata in determinati punti. Casi del genere devono essere esaminati a fondo con i comuni all'atto di allestire i piani ed essere realizzati, se del caso, a carico della concessionaria. Prima del rilascio della licenza edilizia si dovranno inoltre stipulare i necessari contratti di attraversamento con i proprietari dei fondi interessati. Oltre a ciò devono essere adempite determinate condizioni quadro del Cantone, fra le quali la costruzione di posto di derivazione a carico della concessionaria.

Nuovo reparto di psicoterapia a Coira
Nel nostro Cantone manca tuttora un reparto di psicoterapia. Nella Clinica Waldhaus a Coira si prevede ora la creazione di un tale reparto che sarà operante circa dopo la metà del prossimo anno. A tale scopo verrà trasformato conformemente uno degli attuali reparti per malattie acute, che dovrà avere a disposizione 10 - 15 posti letto. Gli adeguamenti edilizi sono realizzabili attraverso la normale manutenzione, il necessario personale specializzato richiede determinate trasformazioni e spostamenti di posti, che devono ancora essere approvati dalla Commissione della gestione. Con la nuova offerta di dovrebbero conseguire maggiori entrate dai pazienti privati stazionari.

Prese di posizione all'indirizzo della Confederazione
Il Governo prende posizione nei confronti della Confederazione su diversi progetti. Esso appoggia sostanzialmente la prima revisione della Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità (LPP). Con questa revisione si deve tentare ad ogni costo di semplificare e snellire sia la legge che l'ordinanza. Occorre inoltre distinguere nettamente tra compiti del-l'AVS e della LPP. Il secondo pilastro non può essere impiegato per risanare l'AVS. L'obiettivo costituzionale della garanzia dell'esistenza deve essere raggiunto nel quadro dell'AVS e delle prestazioni complementari.
La Confederazione intende mantenere il termine di prescrizione di 10 anni risp. 15 anni per atti sessuali con bambini al disotto dei 16 anni, fino a quando la vittima avrà compito i 18 anni. Il Governo respinge questo proposito da un lato per motivi attinenti al diritto dei mezzi di prova e dall'altro esso dichiara che una simile regolamentazione contravviene alla sistematica e ai principi fondamentali della prescrizione di diritto penale. Oltre a ciò la Confederazione intende dichiarare d'ora innanzi passibile di pena l'acquisto, il possesso e il procacciamento di pornografia spinta e di scene di violenza. L'Esecutivo sostiene questa proposta di revisione, se essa sarà realizzabile in pratica anche solo in modo limitato.
Si è d'accordo con il fatto che il programma Interreg (promozione della partecipazione svizzera all'iniziativa comunitaria per la collaborazione transfrontaliera) dovrà essere portato avanti. Per il periodo dal 2000 al 2006 è previsto a tale scopo un credito quadro pari a 39 milioni di franchi. I Grigioni parteciperanno anche in avvenire al finanziamento di progetti transfrontalieri com'è avvenuto negli anni passati.

Affari del personale
Marco Belleri, Summaprada, capostimatore presso l'Ufficio cantonale delle stime, andrà in pensione a fine mese. Il Governo lo ringrazia per i servizi resi al Cantone.
Cancelleria di Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria di Stato dei Grigioni