Più spazio con l'ampliamento del Museo d'arte dei Grigioni  

22.03.2012
Il Governo ha licenziato a destinazione del Gran Consiglio il messaggio relativo all'ampliamento edilizio del Museo d'arte dei Grigioni. Il Museo necessita di spazi espositivi più ampi e di infrastrutture moderne. A questo scopo, l'esistente "Sulserbau" dovrà fare posto a una nuova costruzione. Ciò è quanto risulta dall'esito di un concorso di architettura nel frattempo concluso.

A seguito della mancanza di spazio, che dura ormai da decenni, per il Museo d'arte dei Grigioni ubicato nella Postplatz di Coira, l'attuale situazione d'esercizio ed edilizia è estremamente insoddisfacente. Già nella progettazione cantonale dei musei del 1976, al Museo d'arte è stata attestata una necessità di spazio di 3'800 metri quadrati. Il rinnovo, il restauro e la trasformazione del Museo avvenuti tra il 1987 e il 1990 non hanno portato a un significativo aumento di spazio. Con circa 1'900 metri quadrati, attualmente il Museo d'arte dispone della metà dello spazio necessario definito 36 anni fa.

Spazi moderni per opere e mostre
L'obiettivo dell'ampliamento edilizio del Museo proposto dal Governo è eliminare le lacune infrastrutturali e creare spazi museali moderni. Il messaggio, che il Gran Consiglio discuterà nella sessione di giugno, prevede una superficie espositiva supplementare di circa 2'700 metri quadrati. In questo modo sarebbe interamente soddisfatta la necessità di spazio del Museo, che ammonta a complessivi 4'600 metri quadrati. In futuro sarebbe quindi possibile esporre una parte adeguata della collezione d'arte grigionese e ci sarà più spazio per attrattive mostre itineranti di altri musei d'arte.

Attualmente, nell'ambito della mostra permanente del Museo a Villa Planta è possibile rendere accessibili al pubblico solo il tre percento dell'intero fondo d'arte, mentre un'offerta di spazio minima per mostre itineranti nel cosiddetto "Sulserbau" impedisce sempre più spesso interessanti cooperazioni con altri musei. Inoltre, non è possibile rispettare gli standard posti alla sicurezza e alla climatizzazione degli ambienti.

"Sulserbau" sostituito da nuova costruzione
Da diversi studi di fattibilità commissionati prima della progettazione del Museo è risultato che, per via dello scarso spazio a disposizione sull'area del Museo, il necessario ampliamento senza demolizione del "Sulserbau", classificato come "degno di conservazione", sarebbe realizzabile con difficoltà o solo con notevoli svantaggi.

L'esito di un concorso di architettura, che per questioni di tempo è stato svolto parallelamente all'elaborazione del messaggio, conferma ora i risultati di questi studi preliminari presentati nel messaggio. Tutti i 18 progetti pervenuti prevedono la sostituzione del "Sulserbau", che è solo limitatamente adatto per mostre d'arte. La giuria ha dichiarato vincitore del concorso lo studio di architettura Barozzi Veiga di Barcellona con il suo progetto "Die Kunst der Fuge". Al secondo posto si è classificato il progetto "Hyllis" dello studio di architettura EM2N di Zurigo. Il terzo posto è stato occupato dal progetto "Alberto" di Valerio Olgiati di Flims.

Secondo la giuria, il progetto vincitore convince per il suo preciso e chiaro inserimento nell'ambiente architettonico circostante. Spazi ben proporzionati per la collezione e una struttura degli spazi flessibile per mostre itineranti convincono anche dal punto di vista funzionale. Lo studio di architettura Barozzi Veiga ha già realizzato diverse costruzioni per la cultura e ha vinto concorsi per musei d'arte, ad es. quello per il Musée des beaux arts di Losanna lo scorso anno.

Finanziato per due terzi da una generosa donazione
I costi d'investimento per l'ampliamento del Museo ammontano a circa 28,5 mio. di franchi. A questi investimenti lordi si contrappongono 20 mio. di franchi di entrate da una donazione a destinazione vincolata (comunicato del Governo del 07.06.2011). Per il Cantone risulta quindi un investimento netto di 8,5 mio. di franchi. L'inizio dei lavori di costruzione è previsto per ottobre 2013. L'apertura del Museo d'arte ampliato sarebbe possibile nel settembre 2015.


Indicazione relativa all'esposizione pubblica:
Tutti i 18 progetti del concorso di architettura internazionale verranno esposti pubblicamente dal 3 al 29 aprile 2012 nel Museo d'arte dei Grigioni a Coira. L'accesso all'esposizione dei progetti è libero. Il rapporto della giuria può inoltre essere visionato e scaricato dalla homepage dell'Ufficio edile dei Grigioni all'indirizzo www.hochbauamt.gr.ch.


Persone di riferimento:
- Consigliere di Stato Mario Cavigelli, Direttore del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste, tel. 081 257 36 01
- Markus Dünner, capo dell'Ufficio edile dei Grigioni, tel. 081 257 36 31
- Stephan Kunz, Direttore del Museo d'arte dei Grigioni, tel. 081 257 28 68


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni