Discussi i messaggi relativi alla legge sulla promozione dello sport e al Concordato sulle scuole universitarie

La Commissione del Gran Consiglio per la formazione e la cultura ha discusso i messaggi del Governo relativi alla legge sulla promozione dello sport e dell'attività fisica (legge sulla promozione dello sport) e all'Accordo intercantonale nel settore delle scuole universitarie svizzere (Concordato sulle scuole universitarie) e propone al Gran Consiglio di approvare entrambi i progetti.

In occasione delle sue ultime due sedute dirette dalla presidente della Commissione Sandra Locher Benguerel e tenutesi alla presenza del Consigliere di Stato Martin Jäger, la Commissione del Gran Consiglio per la formazione e la cultura ha discusso i messaggi del Governo relativi all'emanazione di una legge sulla promozione dello sport e dell'attività fisica (legge sulla promozione dello sport) e all'Accordo intercantonale nel settore delle scuole universitarie svizzere (Concordato sulle scuole universitarie), licenziandoli a destinazione del Gran Consiglio. 

La legge sulla promozione dello sport trova un sostanziale consenso
La base esistente per la promozione dello sport nel Cantone dei Grigioni è ancorata a livello di ordinanza e risale al 1974. Con la nuova legge sulla promozione dello sport va dunque creata per la prima volta una base legislativa per lo sport. La nuova legge si basa sull'articolo 91 della Costituzione cantonale, secondo cui Cantone e comuni sostengono lo sport. Inoltre, nel 2012 è entrata in vigore la nuova legge sulla promozione dello sport della Confederazione. Con la nuova legge cantonale si intende creare una legge quadro per la promozione dello sport che servirà da base per i futuri sviluppi nello sport. Sulla base della legge, in un prossimo passo, entro un anno dalla sua entrata in vigore, verrà elaborata una strategia per la promozione dello sport.
La Commissione è giunta alla conclusione che oggi, secondo la Costituzione e considerata l'importanza della promozione dello sport e del movimento per il Cantone dei Grigioni, la promozione dello sport richiede una base legislativa ed è dunque entrata all'unanimità nel merito del progetto.

Dal punto di vista materiale il progetto di legge non ha trovato un'opposizione di principio. Viene espressamente visto con favore l'atto normativo snello che contiene le basi centrali della promozione dello sport del Cantone. Per la Commissione è però particolarmente importante che la promozione dello sport garantisca anche che la formazione scolastica e professionale a tutti i livelli sia conciliabile con la promozione dei giovani talenti, ragione per cui presenta una rispettiva proposta di completamento della legge. Per il resto, una minoranza della Commissione vorrebbe che l'articolo sullo scopo comprenda anche la promozione dello sport in tutti gli strati della popolazione e che la strategia per la promozione dello sport e la relativa verifica degli effetti siano presentati al Gran Consiglio. Infine, secondo una proposta di minoranza nella nuova legge un articolo andrà dedicato anche allo sport scolastico obbligatorio. 

Il Concordato sulle scuole universitarie è indiscusso
Il secondo affare discusso dalla Commissione riguardava il Concordato sulle scuole universitarie. La Commissione ha deciso all'unanimità di entrare nel merito del messaggio e di proporre al Gran Consiglio di approvare l'adesione. Il Concordato sulle scuole universitarie mira alla regolamentazione della collaborazione dei Cantoni concordatari tra di loro e con la Confederazione per il coordinamento esercitato nel settore universitario svizzero.

Entrambi i progetti verranno discussi in Gran Consiglio nella sessione di giugno 2014. 
 

Persona di riferimento:
Presidente della Commissione Sandra Locher Benguerel, tel. 079 658 13 53 


Organo: Commissione per la formazione e la cultura
Fonte: it Commissione per la formazione e la cultura