Il Governo sottopone al Gran Consiglio messaggi relativi a tre aggregazioni di comuni

Nella sessione di ottobre 2014 il Gran Consiglio deciderà in merito a tre aggregazioni comunali. Il Governo sottopone al Parlamento un messaggio relativo a ciascuna delle aggregazioni nei comuni di Albula/Alvra, Domleschg e Vals. Le tre aggregazioni comunali dovranno essere compiute con effetto al 1° gennaio 2015. 

Nuovo Comune di Albula/Alvra
Nella Valle dell'Albula, i comuni di Alvaneu, Alvaschein, Brienz/Brinzauls, Mon, Stierva, Surava e Tiefencastel si aggregano per formare il nuovo Comune di Albula/Alvra. L'aggregazione di comuni è l'esito degli sforzi a favore delle riforme territoriali nella Valle dell'Albula che durano già da oltre un decennio. Anche con l'aggregazione di sette comuni su undici nella Valle dell'Albula il processo di riforma non sarà comunque ancora concluso.
Nel febbraio 2014 gli aventi diritto di voto di Alvaneu, Alvaschein, Brienz/Brinzauls, Mon, Stierva, Surava e Tiefencastel hanno approvato l'aggregazione di comuni a larga maggioranza, con circa l'87 per cento di voti a favore. Con Albula/Alvra nasce un comune bilingue con quasi 1400 abitanti e una superficie di circa 9400 ettari. Da anni i comuni fusionanti hanno una stretta collaborazione in diversi settori. Vi sono cooperazioni anche oltre i nuovi confini comunali, in particolare nel settore scolastico. I bambini di lingua romancia del Comune di Albula/Alvra frequentano ad esempio la scuola dell'infanzia e la scuola elementare a Lantsch/Lenz, mentre i bambini di lingua tedesca, anche quelli provenienti da Schmitten, frequentano le scuole ad Alvaneu. Il grado superiore rimarrà per l'intera valle a Tiefencastel. L'aggregazione di comuni viene sostenuta dal Cantone con un sussidio promozionale complessivo di 5,8 milioni di franchi. 

Nuovo comune di Domleschg
Con effetto al 1° gennaio 2015, da Almens, Paspels, Pratval, Rodels e Tomils verrà formato il nuovo Comune di Domleschg. Con l'aggregazione nasce un comune di lingua tedesca con quasi 2000 abitanti e una superficie di circa 4600 ettari. In questo modo, il nuovo comune riunisce circa il 45 per cento degli abitanti, nonché il 60 per cento del territorio del Circolo di Domleschg. Almens, Paspels, Pratval, Rodels e Tomils collaborano già da anni in diversi settori. Anche nel settore culturale e sociale esistono stretti legami. Nel marzo 2014 gli aventi diritto di voto hanno approvato l'aggregazione di comuni con oltre il 74 per cento dei voti a favore. La questione riguardante le future sedi scolastiche è stata risolta con il modello 3 – 2 – 1, questo significa che il nuovo comune disporrà di tre scuole dell'infanzia, due scuole elementari e un grado superiore.
L'aggregazione dei cinque comuni della Domigliasca viene promossa dal Cantone con un sussidio totale pari a 5,45 milioni di franchi. Si è tenuto conto del fatto che nel 2009, con il sostegno finanziario del Cantone, i quattro comuni di Feldis/Veulden, Scheid, Trans e Tumegl/Tomils si erano aggregati nell'attuale Comune di Tomils. Il nuovo stemma comunale riprenderà il numero degli ex comuni raffigurando otto mele. 

Nuovo comune di Vals
In Val Lumnezia si aggregano i comuni di Vals e di St. Martin per formare il nuovo Comune di Vals. I problemi istituzionali di St. Martin, che hanno portato alla nomina di un commissario governativo, sono fra l'altro riconducibili al basso numero di abitanti e possono essere eliminati solo tramite l'aggregazione con Vals. Nel Comune di St. Martin, con solo 33 abitanti, i rapporti di parentela e gli intrecci sono molti, l'occupazione costituzionale delle cariche delle autorità è dunque quasi impossibile. Nel 2013 il Governo ha esortato il Comune St. Martin e il commissario governativo a procedere con i chiarimenti in merito a un'aggregazione con il vicino comune di Vals. I due comuni sono confinanti e presentano numerose comunanze storiche, socio-culturali ed economiche. Già da tempo St. Martin e Vals collaborano in diversi settori.
Nell'aprile 2014, St. Martin ha approvato l'aggregazione con circa il 74 per cento dei voti, la popolazione di Vals ha approvato l'aggregazione persino con il 99,5 per cento. Il sussidio promozionale cantonale ammonta complessivamente a 735 000 franchi. In questo modo, dopo le aggregazioni negli attuali comuni di Lumnezia e Ilanz/Glion, le strutture comunali nella vicina regione sono regolate.

Nella sessione di ottobre 2014 il Gran Consiglio deciderà singolarmente in merito alle aggregazioni nei comuni di Albula/Alvra, Domleschg e Vals. 
 

Persona di riferimento:
Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, direttrice del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel. 081 257 32 01, e-mail: barbara.janom@dfg.gr.ch  
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni