Comunicato del Governo del 6 novembre 2014

Il Governo grigionese ha deciso la partecipazione del Cantone a un programma intercantonale di monitoraggio del bosco. Inoltre, il Governo si è occupato di diversi affari relativi ai comuni e alle regioni. 

Il programma dei Cantoni per il monitoraggio del bosco permette dei confronti
Nel 2015 e nel 2016 il Cantone dei Grigioni parteciperà al programma intercantonale di monitoraggio permanente del bosco. A questo scopo il Governo ha stanziato un contributo di 108 000 franchi che sarà ripartito in ragione della metà ciascuno tra gli anni 2015 e 2016. L'obiettivo del programma consiste nell'accertare i lenti cambiamenti che avvengono nei boschi, ad esempio quale conseguenza di carichi inquinanti o del cambiamento climatico, nel riconoscere i rapporti di interdipendenza, nel derivare strategie per la riduzione dei rischi e nel formulare misure e raccomandazioni per la prassi. Il programma è stato lanciato nel 1984 ed è stato costantemente ampliato fino ad oggi. Il programma di monitoraggio comprende attualmente 185 superfici boschive, di cui otto si trovano nel Cantone dei Grigioni. Non si ricaveranno informazioni solo dai risultati sulla singola superficie, bensì soprattutto dal confronto tra le superfici distribuite su tutto il territorio nazionale. Questi lavori di ricerca vengono svolti dall'istituto privato di biologia vegetale applicata di Schönenbuch, nel Cantone di Basilea Campagna. I lavori vengono finanziati dai Cantoni che partecipano al programma. Il periodo di programma in corso durerà fino al marzo 2017. 

Ulteriori contributi per il rinnovo di muri a secco
Il Governo ha stanziato un contributo cantonale pari a 119 173 franchi dal fondo della Lotteria intercantonale per il rinnovo di muri a secco nei Comuni di Andeer, Ardez, Arosa, Brusio, Guarda, Lumnezia, Luzein, Scharans, Tarasp, Tomils e Zillis-Reischen. La Confederazione versa un contributo dello stesso importo. In molte regioni dei Grigioni, quali muri di confine e di sostegno i muri a secco sono importanti testimoni di una coltivazione tradizionale. Essi non hanno solo un'elevata importanza storico-culturale, hanno bensì anche un'elevata importanza ecologica e paesaggistica. Senza manutenzione, molti di questi muri crolleranno. Nel maggio 2014 il Governo aveva già sostenuto con 163 500 franchi dei rinnovi di muri a secco in diversi comuni. 

Programmi d'agglomerato: i requisiti vanno adeguati
I programmi d'agglomerato della Confederazione vanno semplificati. È quanto scrive il Governo grigionese nella sua presa di posizione a destinazione della Confederazione in merito alle Istruzioni per l'esame e il cofinanziamento dei programmi d'agglomerato di terza generazione. Secondo il Governo, rispetto ai programmi d'agglomerato precedenti la situazione iniziale è nettamente mutata. Da un lato il finanziamento con il previsto fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (FOSTRA) è ancora aperto. Dall'altro a livello federale esiste una nuova legge sulla pianificazione del territorio con misure efficaci per lo sviluppo degli insediamenti, ciò che rende superflue le precedenti misure per gli insediamenti dei programmi d'agglomerato. Secondo il Governo grigionese, i requisiti posti ai programmi d'agglomerato vanno adeguati in modo tale che per l'elaborazione di nuovi programmi non risulti un onere inutile e ingiustificato. 
 

Dai comuni e dalle regioni 
  • Davos: viene approvata con riserve la pianificazione delle utilizzazioni decisa dal Comune di Davos il 22 settembre 2013 e riferita al progetto per la realizzazione e l'esercizio di una discarica per materiali inerti nel comparto Valdanna (frazione di Wiesen).
  • Falera, Flims e Laax: vengono approvate le nuove leggi sulle tasse di soggiorno e turistiche dei Comuni di Falera del 2 maggio 2014, di Flims del 18 maggio 2014 e di Laax dell'11 aprile 2014. Le tre leggi comunali sulle tasse turistiche possono essere considerate conformi al diritto di rango superiore.
  • Jenins, Maienfeld: viene approvato il piano del confine comunale Jenins – Maienfeld.
  • Vals: viene approvata con condizioni la revisione della pianificazione locale decisa dal Comune di Vals il 17 maggio 2009 e riferita a un progetto per il potenziamento degli impianti di innevamento. Con la nuova pianificazione delle utilizzazioni le superfici innevate artificialmente nel comprensorio sciistico di Vals vengono ampliate da ca. 2,5 a ca. 9 ettari. In relazione al potenziamento degli impianti di innevamento, la legge edilizia viene inoltre completata con un'aggiunta relativa alla zona per gli sport invernali, mentre nel piano delle zone viene adeguata la delimitazione della zona per gli sport invernali. 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni