Comunicato del Governo del 22 gennaio 2015

Il Governo grigionese sostiene l'apertura completa del mercato dell'energia elettrica. Approva inoltre l'ordinanza sul tiro di caccia obbligatorio e la revisione parziale dell'ordinanza governativa sulla caccia. 

Il Governo sostiene l'apertura completa del mercato dell'energia elettrica
Il Governo grigionese accoglie favorevolmente l'apertura completa del mercato dell'energia elettrica alla quale si mira con la seconda fase dell'apertura del mercato dell'energia elettrica. Con questa liberalizzazione, in futuro tutti i consumatori potranno scegliere liberamente il proprio fornitore. La Confederazione vuole inoltre che gli utenti possano scegliere ogni anno tra servizio universale e libero mercato. Per questo motivo propone il "modello opzionale di approvvigionamento elettrico assicurato". Il Governo grigionese chiede tuttavia la rinuncia all'introduzione di questo modello. Un continuo passaggio di consumatori finali dal servizio universale al libero mercato e viceversa andrebbe integralmente a scapito dei gestori di rete indigeni. 

Ulteriori informazioni: testo della consultazione 
 
Prova della precisione di tiro quale presupposto per il diritto di cacciare
Il Governo grigionese approva l'ordinanza sul tiro di caccia obbligatorio e la revisione parziale dell'ordinanza governativa sulla caccia.
I cacciatori devono esercitare la loro precisione di tiro e procedere al tiro d'aggiustamento con la loro arma da caccia. A titolo di novità, il tiro d'aggiustamento obbligatorio con l'arma da caccia viene vincolato a uno standard di prestazione. Al momento di staccare la licenza di caccia va dimostrato che il tiro con l'arma da caccia è stato effettuato personalmente e che lo standard di prestazione è stato adempito. Per lo svolgimento dell'obbligo di tiro e l'ottenimento della rispettiva conferma, i cacciatori devono pagare al poligono di tiro una tassa di 15 franchi. In base all'ordinanza federale sulla caccia tutti i Cantoni sono tenuti a introdurre l'attestato della precisione di tiro. 
 
290 contingenti per abitazioni di vacanza per il Cantone dei Grigioni
Per il 2015, il Cantone dei Grigioni riceve dalla Confederazione 290 contingenti per l'acquisto di abitazioni di vacanza da parte di persone all'estero. Il Governo ha distribuito i contingenti di autorizzazione come segue: 240 contingenti per oggetti in complessi edilizi e 50 contingenti per l'acquisto di oggetti singoli. Inoltre, le 286 unità di contingente non utilizzate l'anno scorso possono essere riportate all'anno in corso. L'ordinanza federale sulle abitazioni secondarie, che dal 1° gennaio 2013 limita la costruzione di nuove abitazioni secondarie nella maggior parte dei comuni grigionesi, non esclude l'acquisto di fondi per scopi di vacanza da parte di persone all'estero. 
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni