La protezione della popolazione e la protezione civile vengono ridisciplinate

Il Governo sottopone al Gran Consiglio due messaggi relativi alla protezione civile e alla protezione della popolazione. Le due leggi dovranno sostituire la legge sull'aiuto in caso di catastrofi in vigore. 

L'attuale legge sull'aiuto in caso di catastrofi del 4 giugno 1989 disciplina da un lato la protezione della popolazione e dall'altro la protezione civile quale partner della protezione della popolazione. In futuro, i due ambiti dovranno essere disciplinati e trovare una concretizzazione in leggi separate. 

Emanazione di una legge sulla protezione della popolazione
La protezione della popolazione disciplina i compiti dei comuni e del Cantone in situazioni particolari e straordinarie. In linea di principio i comuni sono responsabili della prevenzione e del superamento di tutti gli eventi che si verificano sul loro territorio comunale. Un comune efficiente e organizzato in maniera professionale deve in linea di principio essere in grado di gestire una situazione particolare. Il Cantone interviene fornendo sostegno solo nel momento in cui un comune non è più in grado di gestire un evento. Quando un evento ha conseguenze a livello sovraregionale o cantonale, il Cantone non può esimersi dal sostenere i comuni o addirittura dall'assumere la direzione nella gestione dell'evento. A tale scopo la nuova legge contiene una disciplina dettagliata relativa all'attribuzione dei compiti ai comuni e al Cantone a seconda delle situazioni. Ad esempio, durante la fase acuta di un evento sarà la Polizia cantonale a dover dirigere lo Stato maggiore di condotta cantonale, e non come oggi l'Ufficio del militare e della protezione civile. Solo nella fase di ripristino, parimenti alla prevenzione di una situazione particolare o straordinaria, la direzione sarà da attribuire all'Ufficio del militare e della protezione civile. Secondo il disegno di legge, il comune e il Cantone sono inoltre tenuti a redigere un'analisi delle minacce. Vanno analizzati potenziali pericoli e va esposto come questi, in caso di evento, possano essere minimizzati o addirittura eliminati mediante misure preventive. 

Emanazione di una legge sulla protezione civile
La protezione civile è uno dei partner della protezione della popolazione, ideata come sistema integrato. Creata in origine per la gestione di conflitti armati, la protezione civile oggi è orientata alla gestione di situazioni straordinarie. Dall'entrata in vigore della legge federale sulla protezione della popolazione e sulla protezione civile il 1° gennaio 2004 i Cantoni sono i responsabili principali della protezione civile. A livello cantonale le disposizioni relative alla protezione civile sinora si limitano tuttavia a pochi articoli formulati in maniera generica. Sarà ora ridisciplinata a livello di legge la ripartizione delle competenze e dei compiti tra Cantone e comuni gestita in parte solo in base alle esigenze pratiche. Nella nuova legge sulla protezione civile sarà attuata anche la disposizione contenuta nella nuova Costituzione cantonale, secondo cui importanti disposizioni devono essere disciplinate a livello di legge.

Il progetto di consultazione prevede che i comuni siano tenuti a restituire al Cantone contributi sostitutivi per posti protetti non realizzati. In considerazione delle resistenze sollevate dai comuni il Cantone ora vi rinuncia. Secondo la legge federale, i contributi sostitutivi possono essere utilizzati unicamente per il finanziamento di spese di formazione e di ulteriori misure della protezione civile.

L'affare verrà discusso in Gran Consiglio nella sessione di giugno 2015. 
 

Persona di riferimento:
Consigliere di Stato Christian Rathgeb, direttore del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, tel. 081 257 25 01, E-mail Christian.Rathgeb@djsg.gr.ch  


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni