Costruzione di un nuovo penitenziario chiuso a Cazis

Il Governo sottopone al Gran Consiglio il messaggio relativo alla costruzione di un nuovo penitenziario chiuso per 152 detenuti a Realta. I costi di costruzione ammontano a circa 119 milioni di franchi, 33 dei quali a carico della Confederazione. In cambio, è prevista la chiusura dell'esistente penitenziario Sennhof di Coira. 

Il sistema penitenziario svizzero è confrontato a problemi di capacità
In Svizzera, da diverso tempo si registra la tendenza verso una richiesta di maggiore sicurezza da parte della società. Ciò si ripercuote direttamente anche sull'esecuzione giudiziaria. Le richieste di pene più lunghe e più severe, nonché la prassi più restrittiva relativa all'esecuzione e in particolare relativa alla scarcerazione fanno sì che specialmente nel regime chiuso non si disponga più di un numero di posti sufficiente. Oggi in Svizzera mancano circa 980 posti nell'esecuzione delle pene e delle misure in regime chiuso, di cui 140 nei Cantoni aderenti al Concordato dei Cantoni della Svizzera orientale sull'esecuzione delle pene e delle misure. Per il futuro si prevede un ulteriore peggioramento di questa situazione.

Le insufficienti condizioni edilizie e d'esercizio nel penitenziario Sennhof di Coira, con i suoi 57 posti, nonché il contemporaneo bisogno di posti d'esecuzione supplementari hanno indotto il Governo a conferire un incarico di progettazione per la costruzione di un nuovo penitenziario chiuso a Realta, nel Comune di Cazis. Il nuovo impianto dovrà sorgere nelle immediate vicinanze del Penitenziario aperto esistente e della Clinica psichiatrica Beverin. Questo progetto ha quali obiettivi l'eliminazione delle lacune esistenti nel penitenziario Sennhof e la contemporanea parziale copertura del fabbisogno di posti d'esecuzione in regime chiuso della Svizzera orientale. Inoltre, la concentrazione dell'esecuzione giudiziaria a Realta offre diverse possibilità di sinergie con le strutture già esistenti in zona.

Con la costruzione di un penitenziario moderno e notevolmente più grande, dopo circa 200 anni si abbandonerà definitivamente l'utilizzo del Sennhof quale struttura per l'esecuzione giudiziaria. Gli spazi concepiti appositamente per l'attività penitenziaria non possono essere utilizzati per altre attività amministrative. L'area del Sennhof sarà destinata a una nuova utilizzazione da parte di terzi. 

La nuova efficiente costruzione sgrava il conto cantonale
Il Governo propone al Gran Consiglio la costruzione di un penitenziario chiuso con 152 posti d'esecuzione, di cui dieci sono previsti nella sezione d'ammissione, 100 per l'esecuzione ordinaria, 20 per autori di reati con disturbi psichici e dieci nel reparto geriatrico. Dodici posti sono inoltre previsti per la carcerazione preventiva, per l'esecuzione concernente donne e adolescenti, nonché per pene detentive sostitutive. Il progetto elaborato dallo studio d'architettura di Coira D. Jüngling + A. Hagmann prevede costi d'investimento di 119 milioni di franchi. La Confederazione sostiene la chiusura del penitenziario Sennhof e la costruzione del nuovo penitenziario a Realta. A tale scopo, ha prospettato un sussidio edilizio di circa 33 milioni di franchi. Gli investimenti netti del Cantone ammonteranno quindi a circa 86 milioni di franchi.
Le uscite per investimenti per il penitenziario Realta sono escluse dal valore indicativo di politica finanziaria del Gran Consiglio e non causeranno quindi il rinvio di altri progetti cantonali. Gli investimenti saranno finanziati con gli sgravi negli anni successivi. Grazie a vantaggi legati alla grandezza e grazie a maggiori entrate da contributi per le spese di alloggio versate dai Cantoni collocanti, il conto d'esercizio migliorerà presumibilmente di circa 3,4 milioni di franchi all'anno rispetto alla situazione attuale. 

Anche l'economia regionale ne trarrà beneficio
Con la realizzazione del previsto penitenziario, per la regione Domigliasca/Heinzenberg si viene a creare un notevole potenziale di valore aggiunto. Nel nuovo penitenziario lavoreranno circa 110 collaboratori. Circa 80 posti saranno creati ex novo e circa 30 posti di lavoro saranno trasferiti dal penitenziario Sennhof. Anche l'artigianato in zona potrà trarre beneficio dall'insediamento di questo stabilimento del Concordato dei Cantoni della Svizzera orientale. Per questa ragione, il nuovo penitenziario sarà di grande importanza per il Cantone dei Grigioni anche dal punto di vista economico.

L'inizio dei lavori per la realizzazione del penitenziario chiuso a Realta è previsto per l'autunno 2016, la messa in esercizio per giugno 2019.

L'affare verrà discusso in Gran Consiglio nella sessione di agosto 2015.

 
-
Nuovo penitenziario chiuso a Realta, vista dalla finestra di una cella


Persona di riferimento:
Consigliere di Stato Mario Cavigelli, direttore del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste dei Grigioni, tel. 081 257 36 01, e-mail Mario.Cavigelli@bvfd.gr.ch 
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni