Comunicato del Governo del 2 luglio 2015

Importanti richieste del Governo grigionese espresse in sede di consultazione e indirizzate alla Conferenza dei Governi cantonali (CdC) riguardo all'iniziativa contro l'immigrazione di massa non sono state accolte. Per il Governo è importante che venga data diffusione alla sua posizione divergente rispetto a quella della CdC riguardo alla questione dei contingenti. Inoltre, il Governo ha inviato le proprie argomentazioni direttamente al Dipartimento federale competente.

Riguardo alla consultazione comune indirizzata alla Confederazione il Governo ha proposto alla CdC adeguamenti nel progetto per l'attuazione dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa. A favore dei settori locali dell'edilizia e del turismo, ha richiesto che lavoratori provenienti da Paesi UE/AELS con permessi di soggiorno di breve durata fino a dieci mesi siano esclusi dal contingentamento.
Il 9 febbraio 2014 il popolo svizzero ha accolto l'iniziativa contro l'immigrazione di massa. Questa prevede che la Svizzera gestisca autonomamente i flussi migratori in entrata e in particolare a stabilisca contingenti per stranieri che esercitano un'attività lucrativa. La Confederazione propone che i contingenti per stranieri provenienti da Paesi UE/AELS che esercitano un'attività lucrativa debbano valere già a partire da una durata di soggiorno superiore a quattro mesi. Il Governo grigionese chiede invece che i contingenti trovino applicazione solo a partire da una durata di soggiorno superiore a dieci mesi. Pertanto, le persone esercitanti un'attività lucrativa provenienti da Paesi UE/AELS che lavorano in Svizzera per un periodo non superiore ai dieci mesi non sarebbero interessate dal contingentamento. Nell'ipotesi di un contingentamento più rigido, valido già a partire da un periodo di soggiorno di quattro mesi, si rischierebbe di non riuscire più a reperire manodopera in misura sufficiente. Inoltre, i lavoratori stranieri dovrebbero essere sostituiti durante la stagione dei lavori edilizi e nuovamente istruiti.
Soprattutto nei settori del turismo e dell'edilizia, ma anche nel settore agricolo, il Cantone dei Grigioni necessita di manodopera straniera. In questi settori non è disponibile manodopera locale o lo è solamente in misura insufficiente.
A favore della richiesta di soggiorni più lunghi senza contingentamenti vi sono inoltre il carattere stagionale del settore edilizio e del turismo nonché la circostanza che queste persone, in quanto lavoratori stagionali, non si stabiliscono in Svizzera. La proposta del Governo è espressione della particolare incidenza sui Grigioni in qualità di Cantone montano e a vocazione turistica. 

La procedura di ammissione in scuole grigionesi per allievi dotati di particolari talenti viene adeguata
I criteri per l'ammissione in scuole grigionesi per allievi dotati di particolari talenti vengono modificati. Il Governo grigionese approva una corrispondente revisione parziale dell'ordinanza sulla procedura d'ammissione alle classi per allievi dotati di particolari talenti. A titolo di novità, non è più possibile l'ammissione senza esame in casi d'eccezione. Inoltre, la media delle note da raggiungere viene alzata da 4 a 4,5 e la parte d'esame "test motivazionale" viene rielaborata. In futuro, la competenza riguardo a decisioni di ammissione spetterà alle scuole per allievi dotati di particolari talenti.
Con tali adeguamenti il Cantone tiene conto del crescente numero di iscrizioni. In considerazione del numero attuale di iscrizioni per l'esame d'ammissione di quest'anno e della percentuale di successo risultante non è più possibile determinare con certezza se l'offerta di posti nelle scuole grigionesi per allievi dotati di particolari talenti è sufficiente in ottica futura. Pertanto, per l'esame d'ammissione è stata trovata una soluzione pragmatica e fondata su basi legali solide. 

Il commissario governativo per Bergün/Bravuogn presenta il suo rapporto
Il Governo ha preso atto del rapporto del commissario governativo per il Comune di Bergün/Bravuogn. Sullo sfondo vi sono le accuse mosse dalla Commissione della gestione comunale nei confronti del Municipio. Al centro delle controversie vi era un adeguamento del prezzo per la fornitura di cippato per l'impianto di teleriscaldamento gestito dal Comune. Quale commissario governativo è stato nominato l'avvocato Thomas Nievergelt da Samedan.
Nel suo rapporto, il commissario governativo ha esaminato la pertinenza delle accuse sollevate, ha tratto conclusioni e formulato raccomandazioni. Egli ha interrogato sia i membri interessati delle autorità comunali, sia il rappresentante del fornitore di legno.
Il commissario governativo è giunto alla conclusione che l'aumento del prezzo era ammissibile. Sarebbe invece dubbio se l'entità dell'aumento è coperta dal contratto. In sede di adeguamento del prezzo tale dubbio contrattuale sarebbe dovuto essere eliminato. L'attività di informazione dell'assemblea comunale nonché dell'Ufficio per i comuni in merito a tale questione sarebbe stata insufficiente. Il commissario governativo viene incaricato dal Governo di informare, insieme all'Ufficio per i comuni, il Municipio, la Commissione della gestione nonché l'assemblea comunale di Bergün/Bravuogn in merito al rapporto. 

Sostegno finanziario per il resort di vacanza Pradas Brigels
Il Governo garantisce un sussidio cantonale pari a 1,7 milioni di franchi alla Brigels Resort AG per la costruzione del resort Pradas Brigels.
Secondo quanto previsto, con il resort a Brigels saranno creati 578 posti letto aggiuntivi e saranno generati 63 000 pernottamenti aggiuntivi all'anno. In una prima tappa saranno realizzate 16 case con 84 appartamenti. Un'ulteriore tappa sarà realizzata non appena il resort sarà gestito con successo. I costi d'investimento legati al progetto sono complessivamente pari a oltre 53 milioni di franchi, l'avvio dell'attività è previsto per il mese di dicembre 2015.
Il Cantone può sostenere con sussidi e mutui progetti di esercizi ricettivi significativi per l'economia regionale o particolarmente innovativi. Questi ammontano al massimo al 25 per cento dei costi di investimento.
-
Resort di vacanza Pradas Brigels © Brigels Resort AG 

Approvato il progetto di protezione contro la caduta di massi e dalle valanghe "Crap Sot igls Munts"
Il Governo approva il progetto "Protezione contro la caduta di massi e dalle valanghe Crap Sot igls Munts" della Ferrovia retica. Alle spese viene garantito un contributo cantonale di al massimo 637 500 franchi.
Il progetto ha l'obiettivo di garantire in modo duraturo la protezione della linea dell'Albula della Ferrovia retica. La linea dell'Albula è considerata un importante asse principale verso l'Engadina e presenta un'elevata densità di traffico con circa 50 treni al giorno. Le opere di protezione esistenti nell'area "Crap Sot igls Munts" sono state realizzate diversi decenni fa e si trovano in pessime condizioni. A seguito di tale situazione, la Ferrovia retica ha incaricato il Cantone di valutare ed elaborare misure tecniche per ridurre il pericolo. 

Il Governo approva tre progetti per la protezione contro le piene a Saas
I progetti del Comune di Saas per gli sbarramenti del Feschgelsbach, del Martisch Gaden Bach e del Grafenbach dell'aprile 2015 vengono approvati con diverse condizioni. Complessivamente, viene garantito un sussidio cantonale pari al massimo a 452 900 franchi.
L'obiettivo dei progetti consiste nella riduzione del pericolo di piena nel Comune di Saas. Nell'estate 2013 nel comprensorio si è verificato un fenomeno di maltempo molto intenso. Tali precipitazioni hanno provocato delle piene con forte trasporto solido di fondo nei torrenti. In diversi punti le acque sono uscite dal letto del torrente, inondando le zone circostanti e causando relativi danni. Tale episodio ha dimostrato che tutti e tre i torrenti presentano una protezione contro le piene insufficiente.
-
Inondazioni a Saas nel 2013: Feschgelsbach,
Martisch Gaden Bach e Grafenbach (da sinistra)
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni