Contenuto della pagina

Riconoscimento per l'Ufficio tecnico dei Grigioni

Con il "Prix Vélo Infrastructure", Pro Velo Svizzera premia per la quarta volta progetti di infrastrutture esemplari per ciclisti. Sono stati presentati 20 progetti da tutta la Svizzera. All'Ufficio tecnico dei Grigioni è stato conferito un premio di riconoscimento per la pista ciclabile Fideris – Dalvazza, costruita lo scorso anno.

 Stasera a Soletta si terrà la cerimonia di consegna dei premi, in occasione della quale i rappresentanti dell'Ufficio tecnico dei Grigioni e i rappresentanti della Prettigovia potranno ritirare il premio di riconoscimento per la nuova pista ciclabile Fideris – Dalvazza. Dopo l'inaugurazione nel 2011, le onerose fasi di progettazione e di costruzione possono così essere concluse con un ulteriore apice. Il premio principale va alla Città di Basilea per un ponte ciclo-pedonale di 55 metri, costruito in acciaio e cemento, che funge da accesso a un grande centro commerciale. Un altro premio di riconoscimento viene conferito alla Città di Bienne per l'introduzione su tutto il suo territorio di un sistema di bike sharing.

Scoprire la Prettigovia in bicicletta, lontano dal traffico

 Finora, per via dei dislivelli da superare, l'itinerario segnalato tra Dalvazza e Jenaz, via Strahlegg, del percorso ciclabile 21 risultava poco apprezzato dalla maggior parte dei ciclisti. Di conseguenza veniva di solito scelta la strada nazionale sul fondovalle, con le sue curve strette e dalla scarsa visuale. Ciò significava un considerevole rischio per la sicurezza di tutti gli utenti della strada; la strada della Prettigovia è infatti tra le più trafficate del Cantone dei Grigioni. Grazie alla costruzione di 3,6 chilometri di nuovo tracciato, caratterizzato da costosi manufatti, praticamente tutta la Prettigovia può essere percorsa lontano dal traffico motorizzato lungo lo splendido paesaggio fluviale intorno al fiume Landquart. Le numerose reazioni positive dei ciclisti e anche questo premio di riconoscimento di Pro Velo Svizzera mostrano che l'Ufficio tecnico, gli ingegneri e gli impresari incaricati sono riusciti a realizzare un'opera convincente da ogni punto di vista.

Un primo studio per la separazione del traffico non motorizzato da quello motorizzato era stato commissionato dalla Corporazione regionale Pro Prättigau. L'Ufficio tecnico dei Grigioni ha in seguito fatto elaborare il progetto di costruzione definitivo, assicurando anche il finanziamento. La Confederazione ha generosamente contribuito con 3 milioni ai costi pari a circa 4,5 milioni di franchi.

Ulteriori informazioni nell’attuale Info UT (in tedesco).