Zum Seiteninhalt

Integrazione rifugiati riconosciuti e persone ammesse provvisoriamente

Il 20 maggio 2009 il Governo del Cantone dei Grigioni ha approvato un programma volto a promuovere l'integrazione dei rifugiati riconosciuti e delle persone ammesse provvisoriamente.

Questo programma fornisce le linee guida relative agli orientamenti e agli obiettivi di prime misure nell'ambito del processo di integrazione, le quali vanno avviate subito dopo il riconoscimento quale rifugiato o l'ammissione provvisoria. I principi più importanti per promuovere l'integrazione specifica per questi gruppi sono i seguenti:

  • Il delegato all'integrazione cantonale è competente per le prime misure del processo di integrazione.
  • Verranno messe a disposizione misure per l'apprendimento della lingua e per l'integrazione sociale e professionale specifiche per il gruppo e orientate alla necessità. Il processo di prima integrazione viene accompagnato e controllato da un servizio di coordinamento, il quale prende le decisioni del caso e costituisce l'autorità decisionale, così come da un "job coach".
  • Tutte le persone in età lavorativa hanno diritto a un'analisi individuale della situazione, a un test di valutazione linguistica così come a misure corrispondenti alle proprie necessità per quanto riguarda l'apprendimento della lingua e l'attività lavorativa.

Le offerte di integrazione sono orientate al principio "pretendere e promuovere" e, per quanto possibile, devono avvenire all'interno delle strutture ordinarie esistenti come scuola, formazione professionale e mercato del lavoro. Per i casi in cui le offerte esistenti non dovessero soddisfare i bisogni del gruppo di destinatari vengono create misure specifiche. Il servizio di coordinamento valuta regolarmente se le misure d'integrazione sono opportune, se adempiono lo scopo previsto e procede all'esame individuale del successo dell'apprendimento.

Ulteriori informazioni anche sul sito del servizio specializzato per l’integrazione: www.integration.ch