Zum Seiteninhalt

Permesso per frontalieri

In generale

Chi vuole esercitare un'attività lucrativa in Svizzera quale frontaliere necessita di un permesso per frontalieri. I permessi per frontalieri vengono rilasciati a persone residenti nella zona di frontiera e non sono imputati sui contingenti. Per i cittadini degli Stati UE-25 le zone di confine non sono più determinanti, ciò significa che questi stranieri possono lavorare in tutta la Svizzera come frontalieri. La domanda deve essere inoltrata al comune nel quale è domiciliato il datore di lavoro, con il modulo "Domanda di permesso per stranieri (A1)" e il contratto di lavoro.

Gli stranieri provenienti da Stati terzi ricevono un permesso per frontalieri solo in casi eccezionali.  

Zone di frontiera

In base all'Accordo tra la Svizzera e la Repubblica Austriaca concernente il passaggio delle persone nel piccolo traffico di confine, valgono le seguenti zone di frontiera:

Cantone dei Grigioni

i Distretti Plessur, Imboden, Landquart, Prettigovia/Davos, nonché l'Engadina, la Val Monastero e il Comune di Samnaun.

Repubblica Austriaca

il Land Vorarlberg e il Distretto politico di Landeck.

In base al decreto federale che approva l'accordo concluso tra Italia e Svizzera, la zona del piccolo traffico di confine si estende su una striscia di territorio di 20 km al di qua e al di la del confine di Stato.

Essa include:

dal lato grigionese

i Distretti Moesa, Hinterrhein, Maloja, Bernina, Inn, Val Monastero e il Circolo Oberhalbstein.

dal lato italiano

l'intera Provincia di Sondrio (Valtellina), una striscia di 20 km lungo il confine di Stato della Provincia di Como, il Passo dello Stelvio con la Val Trafoi e la Val Venosta dal Passo di Resia fino a Spondigna.

Iter procedurale

La domanda deve essere inoltrata all'amministrazione comunale del luogo di domicilio del datore di lavoro risp. del domicilio d'affari, con il modulo "Domanda di permesso per stranieri (A1)". Il richiedente può assumere l'impiego dopo aver inoltrato la domanda completa. 

Frontalieri quali dimoranti settimanali

I frontalieri non devono far rientro quotidianamente al loro luogo di domicilio all'estero. Possono scegliere se rientrare quotidianamente o se risiedere tutta la settimana in Svizzera quali dimoranti settimanali. I frontalieri che fanno rientro al loro domicilio all'estero soltanto ogni settimana devono comunicarlo al controllo abitanti del luogo di lavoro e, se diverso, del luogo in cui risiedono. Nel libretto per stranieri vengono indicati soltanto il datore di lavoro e l'indirizzo all'estero. L'indirizzo al quale abitano durante la settimana non viene considerato.

Proroga del permesso per frontalieri

La richiesta di proroga deve essere inoltrata tramite il controllo abitanti del luogo di domicilio del datore di lavoro risp. della sede del domicilio d'affari, con il modulo "Domanda di permesso per stranieri (A1)".

I permessi per frontalieri con rapporti di lavoro di durata inferiore a un anno vengono rilasciati soltanto per il periodo indicato nella domanda. Se gli stranieri possono venire impiegati per tutto l'anno, dopo aver presentato una conferma del datore di lavoro ricevono un permesso per frontalieri della durata di cinque anni. Moduli di domanda firmati da ambedue le parti vengono accettati quale conferma del datore di lavoro.

Cambiamento di impiego

I frontalieri che cambiano il loro luogo di lavoro risp. il loro datore di lavoro durante la validità del permesso devono notificare il cambiamento al controllo abitanti del domicilio d'affari del nuovo datore di lavoro.