Zum Seiteninhalt

Permesso di domicilio

Temi:

  • In generale
  • Rilascio a cittadini CE/AELS
  • Rilascio domicilio a cittadini di Stati terzi
  • Rilascio anticipato del permesso di domicilio
  • Mantenimento del permesso di domicilio
  • Cambiamento di Cantone per persone con permesso di domicilio
  • Decadenza del permesso di domicilio

In generale

Il permesso di domicilio (art. 34 della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione (LStrl)) non è interessato dall'Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC). I requisiti e i tempi d'attesa per il rilascio di questi permessi risultano dagli accordi di domicilio stipulati con i singoli Paesi. In assenza di accordi di domicilio, la concessione o il rifiuto del permesso di domicilio vengono decisi in virtù dell'art. 96 LStrI (potere discrezionale).

In ogni caso, prima del rilascio del permesso di domicilio, l'autorità dovrà esaminare a fondo come lo straniero si sia comportato fino a quel momento (art. 60 dell'ordinanza sull'ammissione, il soggiorno e l'attività lucrativa; OASA).

Il rilascio del permesso di domicilio a cittadini dell'Unione europea (UE)

Di norma si rilascia un permesso di domicilio a cittadini dell'UE dopo un soggiorno regolare e ininterrotto di cinque anni. Con un soggiorno regolare si intende la presenza con un permesso di dimora di lunga durata sempre prolungabile. Determinate dimore di lunga durata, ad esempio come studente, come scolaro, come dimorante a fini curativi, per soggiorni per cure mediche, per visite, ecc., sono vincolate a uno scopo e sono solo di natura temporanea. Non sono considerate come soggiorni regolari di lunga durata.

I cittadini dei nuovi Stati UE-8 e dell'UE 2 (Bulgaria e Romania) possono chiedere il permesso di domicilio soltanto dopo dieci anni.

Rilascio del permesso di domicilio a cittadini di Stati terzi

Di norma si rilascia un permesso di domicilio a cittadini di Stati terzi dopo dopo un soggiorno regolare e ininterrotto di dieci anni. Con un soggiorno regolare si intende la presenza con un permesso di dimora di lunga durata sempre prolungabile. Determinate dimore di lunga durata, ad esempio come studente, come scolaro, come dimorante a fini curativi, per soggiorni per cure mediche, per visite, ecc., sono vincolate a uno scopo e sono solo di natura temporanea. Non sono considerate come soggiorni regolari di lunga durata. Se il coniuge è cittadino svizzero o è in possesso del permesso di domicilio il periodo di attesa si può ridurre da 10 a 5 anni.

Rilascio anticipato del permesso di domicilio

Ai cittadini di Stati terzi per i quali è comprovata un'integrazione particolarmente buona (eccellenti competenze linguistiche, esercizio di un'attività lucrativa, partecipazione alla vita della città / del paese, membro di associazioni, ecc.) si può rilasciare il permesso di domicilio già dopo un soggiorno regolare di cinque anni.

Il rilascio di un permesso di domicilio prima che sia trascorso un soggiorno regolare di cinque anni non è possibile né nel campo d'applicazione dell'Accordo sulla libera circolazione delle persone né per cittadini di Stati terzi..

Mantenimento del permesso di domicilio

Su domanda, in casi particolari l'Ufficio della migrazione e del diritto civile dei Grigioni (UMDC) ha la possibilità di concedere per quattro anni il mantenimento del permesso di domicilio prima di una partenza prevista. Non esiste un diritto al mantenimento di un permesso di domicilio.

Cambiamento di Cantone per persone con permesso di domicilio

Di principio, per persone domiciliate in Svizzera sussiste un diritto al cambiamento di Cantone, se non esiste un motivo di revoca in virtù degli art. 63 e 62 della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione (LStrl). È perciò consigliabile far esaminare il cambiamento di Cantone dal nostro Ufficio prima di trasferirsi nel Cantone dei Grigioni.

Decadenza permesso di domicilio

Conformemente all'art. 61 cpv. 1 della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione (LStrl), il permesso di domicilio decade con il rilascio di un permesso in un altro Cantone, in seguito ad espulsione, al momento della notificazione della partenza dalla Svizzera o quando lo straniero risiede all'estero per oltre sei mesi