Zum Seiteninhalt

Le domande più frequenti (FAQ)

  1. Per cambiare posto di lavoro si deve inoltrare una domanda?
  2. Quando può essere assunto un impiego?
  3. Fino a che età è possibile il ricongiungimento familiare?
  4. È possibile lavorare a tempo parziale?
  5. Un permesso di dimora di lunga durata per un rapporto di lavoro limitato a due anni viene rilasciato anche per cinque anni?
  6. Come è disciplinata la protezione assicurativa contro le malattie, se un dimorante temporaneo porta con sé la sua famiglia?
  7. I cittadini di Stati non UE / AELS possono ottenere un permesso di dimora?
  8. Per quali lavoratori può essere applicata la procedura di notifica?
  9. Quando si applica la regola degli 8 giorni?
  10. Come è delineato l'iter procedurale per il conseguimento di un permesso di lavoro e di soggiorno per cittadini di Paesi UE/AELS?
  11. In sede di presentazione della domanda vi sono termini da osservare?
     


1. Per cambiare posto di lavoro si deve inoltrare una domanda?
No, vale il principio della mobilità professionale. Solo i frontalieri devono inoltrare una domanda, dato che il datore di lavoro è indicato nel libretto per stranieri.


2. Quando può essere assunto un impiego?
I cittadini di stati membri dell'UE/AELS possono iniziare il lavoro appena notificati presso il comune. Non è necessario attendere il rilascio del libretto. L'assunzione dell'impiego prima dell'annuncio al comune viene perseguita penalmente.

Gli stranieri che rientrano nella procedura di notifica (presenza per esercitare un'attività lucrativa per meno di 90 giorni per anno civile) possono assumere l'impiego soltanto quando sono annunciati all'UCIML/SECO.

Sulla Homepage dell'SEM sono a disposizione tre differenti moduli di notifica.

Il modulo di notifica può venire compilato direttamente e inviato all'UCIML, Grabenstrasse 8, 7000 Coira (Fax 081 257 21 73). Deve anche essere allegata una conferma firmata del datore di lavoro.

Se desidera fare uso della procedura di notifica più volte all'anno, la notifica può essere fatta con la procedura online. Per questo è necessario registrarsi, cosa che è possibile fare sulla Homepage dell'SEM.


3. Fino a che età è possibile il ricongiungimento familiare?
Secondo l'Accordo sulla libera circolazione delle persone un ricongiungimento familiare di bambini è di principio possibile fino a 21 anni. Per i figli di età superiore e per i parenti in linea ascendente (genitori/nonni) viene concesso un permesso nell'ambito del ricongiungimento familiare, se veniva risp. viene loro garantito il sostentamento.


4. È possibile lavorare a tempo parziale?
Per il rilascio del permesso non si differenzia tra lavoro a tempo pieno e lavoro a tempo parziale. È determinante unicamente il fatto che venga conseguito lo stipendio minimo usuale per il luogo e per il ramo.


5. Un permesso di dimora di lunga durata per un rapporto di lavoro limitato a due anni viene rilasciato anche per cinque anni?
Per un rapporto di lavoro di durata inferiore a un anno viene rilasciato un permesso di breve durata per la durata dell'occupazione prevista. Non appena è previsto un rapporto di lavoro di durata superiore a un anno viene automaticamente rilasciato un permesso di dimora di lunga durata per cinque anni.


6. Come è disciplinata la protezione assicurativa contro le malattie, se un dimorante temporaneo porta con sé la sua famiglia?
Tutte le persone sono soggette all'obbligo di avere un'assicurazione malattia. In relazione a questo obbligo di assicurazione, l'Ufficio della migrazione e del diritto civile dei Grigioni non ha alcuna competenza e non è nemmeno in grado di fornire informazioni. La competenza è del comune di domicilio in collaborazione con l'Ufficio cantonale dell'igiene pubblica.

Tutte le domande in relazione all'obbligo di avere un'assicurazione malattia per tutte le categorie di stranieri devono essere rivolte all'amministrazione comunale o al controllo abitanti del luogo di domicilio.

7. I cittadini di Stati non UE / AELS possono ottenere un permesso di dimora?
L'ammissione di cittadini di Stati non UE/AELS è possibile solo in casi eccezionali. Può essere rilasciato un permesso di dimora se il lavoratore in questione è comprovatamente uno specialista che non può essere reclutato nell'area UE/AELS. Informazioni al riguardo vengono fornite dall'Ufficio per l'industria, arti e mestieri e lavoro, tel. 081 257 23 47.


8. Per quali lavoratori può essere applicata la procedura di notifica?
Per cittadini UE/AELS con una durata di lavoro massima di 90 giorni risp. 3 mesi per anno civile deve essere svolta la procedura di notifica. Impieghi di durata superiore rimangono soggetti all'obbligo del permesso anche in futuro.

La notifica può essere inviata in forma elettronica o con i rispettivi moduli per posta o fax all'Ufficio cantonale del lavoro di Coira. La notifica deve avvenire almeno 8 giorni prima dell'assunzione dell'impiego.

La procedura di notifica può essere applicata per lavoratori distaccati, fornitori di servizi e per stranieri che lavorano a breve termine per un datore di lavoro svizzero.

Né la Polizia degli stranieri né i controlli abitanti sono coinvolti nella procedura di notifica. Domande inerenti la procedura di notifica devono essere rivolte esclusivamente all'Ufficio per l'industria, arti e mestieri e lavoro, Grabenstrasse 8, 7000 Coira.

L'assunzione di cittadini dei nuovi stati membri dell'UE é sempre soggietta al permesso. Per i titolari di un permesso di dimora di breve durata provenienti dai nuovi stati membri dell'UE/AELS la procedura di notifica non é possibile.


9. Quando si applica la regola degli 8 giorni?
Per lavori di meno di 8 giorni non è necessaria un'autorizzazione e non vi è obbligo di notifica. Nei rami indicati di seguito non vale la regola degli 8 giorni, vale a dire che l'obbligo di notifica o del permesso esiste già a partire dal 1° giorno di attività lucrativa:
Edilizia principale e secondaria / settore alberghiero / settore delle pulizie in aziende ed economie domestiche / servizi di vigilanza e di sicurezza.

 

10. Il modulo di domanda A1 deve essere compilato integralmente e firmato dal datore di lavoro e dalla persona straniera.
La domanda completa, compresa la documentazione (vedi i relativi promemoria), deve essere presentata al Controllo abitanti del comune di domicilio svizzero della persona straniera.
L'intera documentazione viene trasmessa all'UMDC per l'ulteriore elaborazione. Dopo l'elaborazione e la decisione positiva, il permesso (L/B/G/C) viene rispedito al Controllo abitanti competente.
Il Controllo abitanti provvede alla spedizione definitiva e all'incasso della tassa di permesso.
Questa procedura viene detta anche procedura interna.

 

11. Per quanto riguarda la procedura interna occorre osservare che l'attività lavorativa deve essere avviata solo dopo essersi annunciati presso il Controllo abitanti. Il termine per annunciarsi presso il Controllo abitanti è di 14 giorni.

Tale termine vale sia per il cambiamento del luogo di domicilio/cambiamento di Cantone, sia per il rinnovo del permesso. Le domande inoltrate in ritardo vengono denunciate.