Contenuto della pagina

Cresta di gallo comune - sfalcio di cura tempestivo

La forte crescita della cresta di gallo comune su prati sfruttati in tarda stagione ha conseguenze negative sulle biodiversità, sulla qualità del foraggio e sul reddito. La cresta di gallo comune è una specie annuale e deve quindi far maturare regolarmente i semi per continuare a essere presente su un prato. Con uno sfalcio tempestivo all'inizio della fioritura l'estensione della cresta di gallo comune può essere limitata in maniera efficacia.

La possibilità di uno sfalcio di cura tempestivo permette di regolare la cresta di gallo comune anche su superfici per la promozione della biodiversità (prati poco intensivi e prati estensivi). Il relativo presupposto è che il gestore notifichi tempestivamente queste superfici (al più tardi tre settimane prima della data dello sfalcio). Nel corso di otto anni, un'unità di gestione può essere notificata due volte. Essa non può essere suddivisa in superfici parziali per le quali sarebbe poi previsto lo sfalcio tempestivo in anni diversi.