Navigazione principale

Contenuto della pagina

Corona – misure di accompagnamento nel settore dello sport

Swiss OlympicLa situazione attuale dovuta al coronavirus rappresenta una grande sfida per tutte le parti interessate.

Qui organizzazioni sportive grigionesi possono trovare informazioni e link utili per far fronte alla crisi.

Allentamenti a partire dal 22 giugno

Da lunedì 22 giugno, le misure per il combattimento del corona virus sono state ampiamente allentate e le regole di base semplificate (distanza e igiene) si applicano in tutti i settori, compreso lo sport. Solo le manifestazioni grandi rimangono proibiti fino alla fine di agosto.

Tutti i luoghi pubblici devono avere un piano di protezione. Il Consiglio federale ha semplificato le direttive relative. L'igiene delle mani e il mantenimento della distanza restano le misure di protezione più importanti; il Consiglio federale continua a dare grande importanza all'autoresponsabilità.

Maggiori informazioni sono disponibili nel comunicato stampa del Consiglio federale e sul sito dell'Ufficio federale della sanità pubblica UFSP.

Obbligo di indossare la mascherina negli spazi chiusi accessibili al pubblico (dal 17.10.2020)

Il Governo ha posto in vigore l'obbligo, per le persone che hanno già compiuto 12 anni, di indossare la mascherina negli spazi chiusi accessibili al pubblico. Questo include anche gli impianti sportivi.

L'obbligo di indossare la mascherina non vale nelle aree destinate all'allenamento di strutture sportive e per il fitness. Come area di allenamento vale lo spazio nel quale si svolge l'attività sportiva.

Attività di allenamento

Come in precedenza, la condizione è l'esistenza di piani per la protezione per ogni tipo di sport e per l'impianto sportivo. Le direttive quadro per lo sport sono stati adattati alle regole allentate e sono disponibili sul sito web di Swiss Olympic.

In futuro si deve mantenere la distanza di 1,5 metri invece di 2 metri. La regola che prevede uno spazio di 10 m2 per persona non è più valida. È stato revocato anche il divieto di competizioni sportive che prevedono uno stretto contatto fisico.

I seguenti principi devono comunque essere rispettati:

  1. Partecipazione a gare e allenamenti solo se non ci sono sintomi
  2. Mantenere le distanze (se possibile sempre i 1,5m)
  3. Rispetto delle norme di igiene dell’UFSP
  4. Rispetto dell'obbligo di indossare le maschere negli spazi interni chiusi accessibili al pubblico.
  5. Lista delle presenze (tracciabilità di eventuali stretti contatti – Contact Tracing)
  6. Sport a stretto contatto fisico in gruppi stabili (raccomandazione)
  7. Necessario un piano di protezione (per associazioni e impianti sportivi) 

Swiss Olympic mette a disposizione sul suo sito web un modello di piano di protezione per le attività di allenamento delle società sportive, che può essere adattato alla situazione specifica della società sportiva con pochissimo sforzo. La responsabilità della corretta attuazione dei piani di protezione spetta alle società e ai monitori presenti.

Manifestazioni sportivi

Da lunedì 22 giugno possono avere di nuovo luogo manifestazioni con un numero massimo di 1000 persone. Se gli spettatori e gli atleti non si mescolano, sono possibili manifestazioni fino a 1'000 persone ciascuno. Gli organizzatori devono essere in grado di limitare il numero di persone che devono essere contattate in caso di ricerca di contatti ad un massimo di 300. Ciò può essere ottenuto limitando i settori, riservando posti fissi e dirigendo il flusso di persone. Al di fuori di questi settori, se c'è la possibilità di mescolare i gruppi di persone (nella zona d'ingresso, nei servizi, servendo le bevande), è necessario mantenere la distanza minima o indossare una maschera. Le manifestazioni in cui non è possibile limitare il numero di persone di contatto ad un massimo di 300 persone rimangono proibiti.

A condizione che la situazione epidemiologica non peggiori, le grandi manifestazioni con più di 1000 persone saranno nuovamente consentiti a partire dall'inizio di settembre 2020. Si applicano i principi sopra descritti.

Ulteriori informazioni sulle disposizioni vigenti si trovano anche sul sito web dell'UFSP.

Consentiti campi sportivi per bambini e adolescenti

Solitamente l'estate è la stagione con numerosi campi sportivi per bambini e adolescenti. Inoltre tanti comuni predispongono strutture diurne durante le ferie scolastiche. Dal 6 giugno queste attività saranno nuovamente consentite, a condizione che vi sia un piano di protezione.

L'Ufficio federale dello sport ha elaborato delle condizioni quadro per i campi sportivi. I bambini e gli adolescenti devono trascorrere le giornate nel limite del possibile in gruppi a composizione stabili. I campi sportivi potranno accogliere al massimo 1'000 partecipanti e gli organizzatori dovranno tenere un elenco delle presenze.

Impianti sportivi con un'attività "normale"

Ogni impianto sportivo ha ancora bisogno di un piano di protezione che si basi sulle regole di base di distanza e igiene. Gli atleti devono essere fermati con stazioni di igiene all'ingresso per disinfettarsi le mani prima e dopo l'allenamento. Gli spogliatoi e le docce possono essere usati. Cambiandosi e facendosi la doccia, la distanza di 1,5 m deve essere mantenuta se possibile. È nella responsabilità dell'utente rispettare le regole di distanza e di igiene. Sono autorizzati a praticare lo sport come al solito.

I piani di protezione per gli impianti sportivi non necessitano un'approvazione. Esempi pratici e ulteriori informazioni sui piani di protezione degli impianti sportivi sono pubblicati sul sito web dell'ASSA.

Questa grafica con le regole di comportamento è espressamente destinata ad essere stampata e appesa negli impianti sportivi.

Aiuti finanziari della Confederazione per lo sport svizzero

L’associazione mantello dello sport svizzero, Swiss Olympic, ha comunicato il 1° luglio 2020 le modalità di attuazione del pacchetto di stabilizzazione della Confederazione a favore dello sport di prestazione e dello sport popolare in Svizzera, deciso in occasione della epidemia COVID-19. Il Consiglio federale e il Parlamento federale hanno approvato aiuti finanziari per circa 90 milioni di franchi come contributi a fondo perso per il 2020.

Responsabile per il trattamento delle richieste di aiuto e per la procedura di pagamento è Swiss Olympic. L’associazione mantello dello sport svizzero ha illustrato il 1° luglio il processo con cui le federazioni sportive svizzere possono partecipare al pacchetto di stabilizzazione della Confederazione.

Con i concetti di stabilizzazione da inviare a Swiss Olympic le federazioni possono dimostrare in che misura esse stesse e le proprie organizzazioni strutturali hanno subito perdite finanziarie a causa dei provvedimenti adottati contro il Coronavirus. Swiss Olympic verifica tali concetti e in caso di decisione positive, stipula con le federazioni accordi di prestazione. I primi versamenti saranno possibili da agosto 2020.

Le Camere federali discuteranno sulla concessione di ulteriori 100 milioni di franchi per lo sport di prestazione e lo sport popolare svizzeri probabilmente durante la sessione invernale 2020.

Aiuti finanziari del Cantone

Per mantenere la liquidità e compensare parzialmente le perdite, il governo ha deciso di concedere un contributo forfetario straordinario pari complessivamente a un milione di franchi.

Un massimo di un terzo del contributo può essere attribuito dalla federazione stessa. Almeno due terzi devono essere trasmessi ai membri dell'associazione come aiuto d'emergenza. Al momento della distribuzione del contributo forfetario straordinario ai membri dell'as-sociazione, dovete chiedere se e in quale misura ricevono un sostegno dei comuni o di altri enti per ammortizzare gli effetti e gli svantaggi della situazione corona e, in caso affermativo, devono essere presi in considerazione. I criteri applicati per la distribuzione dei fondi e l'attestazione della chiave di ripartizione devono essere consegnati a graubündenSPORT (Hofgraben 5, 7001 Coira, 081 257 27 55, sport@avs.gr.ch) entro il 31 agosto 2020. Se i destinatari del contributo non sono in grado di dimostrare il loro fabbisogno finanziario a causa della presente pandemia o se il contributo non è stato utilizzato per attività nell'ambito del risarcimento delle perdite in relazione alla situazione straordinaria, il contributo può essere reclamato.

Eventi sportivi nei Grigioni

Situazioni in cui sono stati concessi contributi per eventi sportivi annullati a causa del coronavirus verranno risolte in uno spirito di collaborazione. Per eventi sportivi nei Grigioni per i quali è stato concesso un contributo dal Fondo per lo sport e che non possono essere svolti a causa del coronavirus potrà essere versato comunque un contributo. L'ammontare effettivo del contributo si conforma ai costi insorti fino al momento dell'annullamento e corrisponde al massimo al contributo cantonale concesso.

Gioventù+Sport

Il 19 giugno il Consiglio federale ha deciso ulteriori allentamenti. Sono validi a partire dal 22 giugno. In tutti i casi, i piani di protezione rimangono necessari. Le decisioni del Consiglio federale si trovano qui. Le raccomandazioni di igiene dell'UFSP devono essere sempre rispettate in tutte le attività sportive.

L'Ufficio federale dello sport ha deciso che, l’autorizzazione all’impiego dei quadri G+S (monitori G+S, esperti G+S, coach G+S, esperti coach G+S) viene prolungata in via straordinaria fino al 31.12.2021. Tutte le società G+S riceveranno un contributo speciale G+S all'inizio del 2021 come compensazione per il periodo di blocco.

Informazioni relative al programma di promozione dello sport Gioventù+Sport sono disponibili su jugendundsport.ch/it

1418Leiter

Anche i corsi "1418Leiter" hanno dovuto essere in parte annullati o spostati. Le nuove date sono già state stabilite e sono consultabili su www.1418coach.ch.

Ulteriori documenti utili

Swiss Olympic elenca quì informazioni, documenti e link per le associazioni sportive e per organizzatori interessati.

Qui trovate le risposte dell'UFSPO sulle domande più frequenti