TextID MasterPage.Accessibility.Head.ContentBody (it-CH) not found

Incarico Albertin concernente il rafforzamento della coesione sociale nel Cantone attraverso la promozione dell'informazione tra le comunità linguistiche

Sessione: 11.12.2014
Nella sua risposta all'interrogazione 14.1083 concernente il sostegno all'informazione per e dal Grigioni di lingua italiana, sottoposta al Consiglio nazionale il 25 settembre 2014, il Consiglio federale indica di essere pronto a valutare se il mandato di prestazioni dell'Agentura da Novitads Rumantschas (ANR) possa essere esteso per ampliare le informazioni tra le comunità linguistiche cantonali, dando così seguito alla Risoluzione del Consiglio d'Europa CM/ResCMN(2014)6 del 28 maggio 2014.

In questo contesto va ricordato che la questione dell'informazione tra le comunità linguistiche in Svizzera è stata sollevata anche nel rapporto della Commissione federale dei media (Sostegno ai media: situazione attuale e raccomandazioni per il futuro) del 5 settembre 2014. Questo rapporto raccomandava di sostenere maggiormente i media affinché forniscano un contributo allo scambio di informazioni al di fuori delle regioni linguistiche e delle regioni in generale, nonché al rafforzamento della comprensione linguistica (pag. 18).

Le firmatarie e i firmatari incaricano il Governo del Cantone dei Grigioni di ampliare, in collaborazione con l'Ufficio federale della cultura, il mandato di prestazioni dell'ANR per il prossimo accordo di prestazioni ai sensi dell'interrogazione 14.1083. Un simile accordo non deve tuttavia in nessun caso andare a scapito delle prestazioni dell'ANR a favore del romancio.

Coira, 11 dicembre 2014

Albertin, Della Vedova, Pult, Atanes, Blumenthal, Bondolfi, Cahenzli-Philipp (Untervaz), Caluori, Casanova (Ilanz), Casutt-Derungs, Cavegn, Caviezel (Coira), Claus, Danuser, Darms-Landolt, Deplazes, Dosch, Epp, Fasani, Felix (Scuol), Florin-Caluori, Gartmann-Albin, Giacomelli, Gunzinger, Hartmann, Heiz, Jaag, Kunfermann, Lamprecht, Locher Benguerel, Michael (Donat), Michael (Castasegna), Monigatti, Müller, Niederer, Noi-Togni, Papa, Pedrini, Perl, Rosa, Sax, Schutz, Steck-Rauch, Tenchio, Thomann-Frank, Tomaschett-Berther (Trun), Weidmann, Widmer-Spreiter, Cajacob, Tuor

Risposta del Governo

Conformemente alla legge federale sulle lingue nazionali e la comprensione tra le comunità linguistiche, la Confederazione può concedere aiuti finanziari ad agenzie di stampa d'importanza nazionale che diffondono informazioni sulle quattro regioni linguistiche della Svizzera (art. 18 LLing, RS 441.1). La relativa ordinanza spiega che un'agenzia di stampa è d'importanza nazionale se pubblica regolarmente informazioni in almeno tre lingue nazionali (art. 13 ordinanza sulle lingue nazionali e la comprensione tra le comunità linguistiche [OLing; RS 441.11]). L'unica agenzia di stampa che soddisfa queste prescrizioni di legge è l'Agenzia Telegrafica Svizzera SA (ATS). Essa diffonde da decenni informazioni sulla politica, l'economia, la società e la cultura nelle tre lingue nazionali tedesco, francese e italiano.

Le prescrizioni di legge menzionate non disciplinano per contro il sostegno a un'agenzia d'informazione romancia. La regolamentazione dei contributi di Confederazione e Cantone all'Agentura da Novitads Rumantscha (ANR) è perciò stata inserita in articoli separati della legislazione sulle lingue (art. 22 LLing e art. 11 legge sulle lingue del Cantone dei Grigioni [LCLing; CSC 492.100]). Anche il Consiglio federale sottolinea questa situazione particolare dell'ANR nella sua risposta del 19 febbraio 2014 all'interrogazione Semadeni concernente «Agenzia di stampa in lingua italiana a Coira» dell'11 dicembre 2013 (13.1088), nella quale, tra le altre cose, ha affermato: «[...] anche il servizio di base dell'ATS è offerto nelle tre lingue ufficiali (ma non in romancio, motivo per cui la Confederazione sostiene l'Agentura da Novitads Rumantscha insieme al cantone dei Grigioni)». Tuttavia, il Consiglio federale «non ritiene per il momento necessario» creare un posto supplementare di corrispondente.

Anche nella risposta all'interrogazione Semadeni concernente «Sostegno all'informazione per e dal Grigioni di lingua italiana» del 25 settembre 2014 (14.1083) il Consiglio federale «ritiene che l'offerta mediatica in lingua italiana e sulla regione di lingua italiana nel cantone dei Grigioni sia soddisfacente». La risposta prosegue affermando che nel quadro dell'attuazione di raccomandazioni in tal senso formulate dal Consiglio d'Europa, «il Consiglio federale è pronto a valutare, in collaborazione con il cantone dei Grigioni, se il mandato all'ANR per il prossimo periodo finanziario possa essere esteso nel senso della presente interrogazione».

Anche il Governo può immaginarsi un'estensione in tal senso. Esso condivide l'opinione secondo cui la coesione sociale nel Cantone può essere ulteriormente rafforzata promuovendo un'informazione regolare tra le comunità linguistiche. Il presupposto per il successo di una corrispondente estensione dell'accordo di prestazioni con l'ANR è tuttavia che la Confederazione sia effettivamente disposta a stanziare più fondi. Un eventuale potenziamento dei servizi dell'ANR a favore del Grigioni italiano non può avvenire a scapito della lingua romancia. Il Governo è disposto ad accogliere l'incarico in questo senso.

4 marzo 2015