Navigation

Inhaltsbereich

Incarico Casanova-Maron (Domat/Ems) concernente i "Grigioni digitali"

Sessione: 15.06.2016

Il 20 aprile 2016 il Consiglio federale ha presentato la strategia "Svizzera digitale". L'obiettivo consiste nel far raggiungere alla Svizzera una posizione di vertice nel mondo digitale, attraverso la creazione di condizioni quadro interessanti e favorevoli per la società e l'economia. Di queste fa anche parte un'infrastruttura di rete ad altissima velocità disponibile su tutto il territorio nazionale e a prezzi contenuti. Per quanto riguarda il futuro ampliamento, la Confederazione continuerà giustamente a puntare sulla concorrenza nel libero mercato, senza fissarsi su una tecnologia specifica.

 

Con il rapporto relativo alla diffusione della banda larga nei Grigioni "Breitbandversorgung im Kanton Graubünden – Zwischenbilanz und Ausblick", il 18 gennaio 2012 l'Ufficio per lo sviluppo del territorio ha aggiornato il rapporto "Situation der Breitbandversorgung im Kanton Graubünden" del 26 luglio 2010. Nel rapporto sullo sviluppo economico nel Cantone dei Grigioni dell'8 luglio 2014, così come nella risposta all'interpellanza Tomaschett dell'aprile 2015, il Governo è rimasto fedele ai propri orientamenti:

 

• Con riguardo agli offerenti non si deve forzare l'introduzione di una singola tecnologia, si deve bensì mirare a una buona copertura delle esigenze adeguata in modo ottimale alle condizioni topografiche del Cantone.

 

• Per quanto concerne l'approvvigionamento di imprese si deve intervenire in funzione di situazioni particolari, cercare nel caso concreto soluzioni rapide ed eventualmente sostenere anche finanziariamente la loro realizzazione (all'interno della zona edificabile).

 

La trasformazione digitale che va delineandosi con sempre maggiore chiarezza rappresenta un'opportunità enorme per i Grigioni. I posti di lavoro diventano sempre più indipendenti dalla localizzazione. Perché lavorare in città, se lo si può fare anche in un ambiente ricco di ispirazione in campagna o in montagna? Per questo può talora essere necessaria un'infrastruttura di rete ad altissima velocità. Affinché la società, l'economia e soprattutto il turismo possano beneficiare in prima linea di questa evoluzione, il Cantone dei Grigioni deve occupare una posizione di vertice nell'approvvigionamento con un'infrastruttura di rete ad altissima velocità.

 

Per via dell'estensione del Cantone e della sua struttura d'insediamento, un ruolo di pioniere dei Grigioni nell'approvvigionamento digitale non potrà essere raggiunto in tempo utile unicamente tramite la concorrenza tra gli offerenti sul libero mercato. Si deve partire dal presupposto che siano necessari incentivi finanziari. È importante influire anche sull'approvvigionamento a 4 o in futuro 5 G anche lungo le vie d'accesso.

 

Le firmatarie e i firmatari incaricano il Governo di elaborare e presentare una strategia e un piano di misure che illustrino come il Cantone possa occupare una posizione di vertice nell'approvvigionamento tramite un'infrastruttura di rete ad altissima velocità. Deve essere costantemente valutata la trasformazione digitale e devono essere regolarmente stimate le conseguenze della digitalizzazione per i Grigioni. È altresì importante una politica dei dati sistematica e orientata al futuro, poiché in futuro il tema della sicurezza dei dati sarà un fattore di concorrenza decisivo.

 

Coira, 15 giugno 2016

 

Casanova-Maron (Domat/Ems), Kollegger, Koch (Igis), Aebli, Alig, Baselgia-Brunner, Brandenburger, Bucher-Brini, Buchli-Mannhart, Burkhardt, Cahenzli-Philipp, Casty, Caviezel (Coira), Clalüna, Claus, Danuser, Felix (Scuol), Gartmann-Albin, Grass, Hardegger, Heiz, Hitz-Rusch, Holzinger-Loretz, Hug, Kasper, Koch (Tamins), Komminoth-Elmer, Lamprecht, Locher Benguerel, Marti, Mathis, Müller, Niggli-Mathis (Grüsch), Papa, Pedrini, Perl, Peyer, Pult, Salis, Schutz, Stiffler (Coira), Thomann-Frank, Thöny, Troncana-Sauer, von Ballmoos, Weber, Widmer-Spreiter, Caluori (Zizers), Degiacomi, Gujan-Dönier, Hartmann-Conrad (Schiers), Natter, Padrun-Valentin, Pfister

Risposta del Governo

La "digitalizzazione" modifica in modo rapido e importante la società e l'economia. Gli impulsi sulla società dell'informazione e della scienza si riflettono direttamente sullo sviluppo economico e possono in tal modo influire in modo positivo sulla sostenibilità e sulla prosperità. L'infrastruttura di comunicazione rappresenta un elemento centrale di questo sviluppo.

I processi commerciali innovativi e adeguati alla globalizzazione avranno effetti decisivi anche sull'artigianato, sull'industria e sul turismo. È compito di ogni singola impresa tener conto di questi cambiamenti; ciò comporta anche la creazione di una rete tra imprese e fornitori di prestazioni ad esempio a favore dell'ospite nel settore turistico. Per le imprese è anche determinante che vi sia a disposizione un'infrastruttura di rete efficiente, affidabile e sicura. Il corrispondente mercato è dato dalle offerte di diversi offerenti di telecomunicazione e la concorrenza in atto non deve essere ostacolata da interventi statali.

La digitalizzazione intesa come trasformazione digitale di processi e modelli commerciali è un'opportunità per i Grigioni, caratterizzati da un insediamento decentralizzato. Essa offre potenziali per conservare e creare nuovi posti di lavoro e per soddisfare le esigenze degli ospiti e della popolazione locale. Questa opportunità deve essere sfruttata, poiché nel corso della digitalizzazione vanno anche persi posti di lavoro. Di conseguenza, anche le offerte di formazione e di perfezionamento professionale devono essere orientate ai cambiamenti con riguardo a esigenze e requisiti.

Il Governo rimane fedele alla sua attuale e ripetutamente espressa strategia, secondo la quale intende lasciare al mercato regolato dalle esigenze dei clienti il rapido e generalizzato sviluppo dell'infrastruttura. Ciononostante, è importante analizzare attentamente le sfide presenti e future e identificare le lacune. Il Governo è disposto a elaborare una strategia e un corrispondente piano di misure con relativi orientamenti che illustrino come potrebbe essere realizzato un approvvigionamento ottimale tramite un'infrastruttura di rete ad altissima velocità, laddove questo non è ancora stato fatto. In questo contesto si deve tenere conto del rapido mutamento tecnologico e degli sviluppi a livello federale. L'attuazione compete a enti locali o regionali. In tale contesto si deve mirare alla creazione di una stretta rete che coinvolga tutti gli interessati, ossia comuni, regioni, ma anche fornitori di prestazioni quali le destinazioni e altre cerchie interessate. A sostegno dell'attuazione possono essere messe a disposizione corrispondenti basi o guide pratiche. Il Cantone interviene soltanto in via sussidiaria. Un sovvenzionamento su tutto il territorio da parte del Cantone ha effetti controproducenti e va perciò respinto. Di conseguenza, non esistono nemmeno basi legislative a tale scopo.

Il Governo ritiene che il calo della domanda nel turismo, in particolare l'internazionalizzazione per conquistare nuovi ospiti, e l'impiego a ciò associato di nuovi media digitali, rappresentino una sfida centrale. In questo ambito il Governo è disposto a sviluppare strategie che coinvolgano diverse destinazioni e si confrontino in particolare con la trasformazione di modelli commerciali esistenti, nonché a definire misure concrete a tale scopo. Il Governo è convinto che un'attuazione efficiente ed efficace delle strategie e delle misure richieda la partecipazione attiva delle destinazioni leader e di altri fornitori di prestazioni.

Il Governo individua un altro punto chiave nel settore della formazione. Un'offerta di formazione e perfezionamento professionale (sviluppo e potenziamento di offerte di formazione specifiche per il settore della trasformazione digitale) orientata alle esigenze future è una condizione importante affinché i Grigioni possano sfruttare le opportunità offerte dalla digitalizzazione. Si deve inoltre esaminare come possano essere migliorate le condizioni quadro per le imprese con riguardo alla digitalizzazione.

Una costante valutazione della trasformazione digitale e della digitalizzazione dell'economia e della società, nonché una costante stima delle conseguenze che ne risultano per i Grigioni non sono possibili con le risorse a disposizione. In considerazione della vastità del tema, secondo il Governo ciò non è nemmeno opportuno quale misura indipendente di un Cantone. Una politica dei dati adattata alla tendenza alla digitalizzazione, comprendente non soltanto la sicurezza dei dati, è uno degli obiettivi principali della strategia della Confederazione "Svizzera digitale". Eventuali misure adottate nei Grigioni vanno orientate agli sviluppi a livello federale.
La strategia e il piano di misure con relativi orientamenti sono rivolti all'obiettivo di incrementare l'attrattiva della piazza economica, di sfruttare ulteriori potenziali per la creazione di valore aggiunto e di fornire un contributo allo sviluppo sostenibile della nostra società. Il Governo è disposto ad accogliere questo incarico ai sensi di quanto esposto.

31 agosto 2016