Navigazione principale

Contenuto della pagina

Incarico Claus concernente l'adeguamento del sistema per l'elezione del Gran Consiglio

Sessione: 29.08.2019

In vista delle elezioni del Gran Consiglio del 10 giugno 2018 il Governo del Cantone dei Grigioni ha stabilito il numero dei deputati da eleggere in ogni circondario elettorale per la legislatura 2018-2022. 54 privati cittadini nonché cinque partiti politici attivi nel Cantone dei Grigioni hanno presentato ricorso contro il decreto del Governo dinanzi al Tribunale amministrativo del Cantone dei Grigioni nonché dinanzi al Tribunale federale.

Con sentenza del 29 luglio 2019 il Tribunale federale ha parzialmente accolto questo ricorso. Il Tribunale federale osserva che l'attuale sistema maggioritario per le elezioni del Gran Consiglio è in ampia misura, ma non completamente, conforme ai requisiti costituzionali. L'applicazione del sistema elettorale maggioritario non è conforme alla Costituzione federale nel circondario elettorale più piccolo, Avers, e nei sei circondari elettorali più popolosi, ossia Coira, Fünf Dörfer, Engadina Alta, Rhäzüns, Davos e Ilanz.

La sentenza stabilisce in modo chiaro che per 32 circondari elettorali il sistema maggioritario non dà adito a contestazioni. In questi circondari elettorali, per gran parte della popolazione sono le personalità dei candidati a rivestire un ruolo di primo piano e non l'appartenenza partitica. Con ciò i Grigioni hanno diverse possibilità per adattare il proprio sistema elettorale. Da un lato è possibile mantenere il sistema maggioritario se il circondario di Avers quale circondario elettorale più piccolo viene ingrandito e i circondari elettorali troppo grandi vengono di conseguenza suddivisi in circondari elettorali più piccoli. Una seconda possibilità consiste nello svolgimento di elezioni secondo il sistema proporzionale in questi circondari elettorali. Nei 32 circondari elettorali che non hanno dato adito a contestazioni si deve rimanere fedeli all'attuale sistema maggioritario.

Per i Grigioni è imprescindibile che in Parlamento siano rappresentate le nostre lingue, valli, regioni e culture. Occorre quindi rinunciare a introdurre un sistema proporzionale puro.

Il Governo viene incaricato di sottoporre al Gran Consiglio un messaggio relativo all'adeguamento del sistema elettorale per il Gran Consiglio. Nei 32 circondari elettorali che non hanno dato adito a contestazioni si deve rimanere fedeli al sistema attuale. Per quanto riguarda i circondari elettorali per i quali il Tribunale federale ha formulato contestazioni devono essere proposte due varianti:

1.     Il mantenimento del sistema maggioritario, con un ingrandimento del circondario elettorale di Avers e una suddivisione dei 6 circondari elettorali più popolosi in diversi circondari elettorali più piccoli.

2.     L'introduzione del sistema proporzionale nei 6 circondari elettorali più popolosi. A titolo integrativo si può prendere in esame una suddivisione di alcuni di questi circondari elettorali in circondari elettorali più piccoli con sistema maggioritario. Anche il circondario elettorale di Avers deve essere adeguato.

Coira, 29 agosto 2019

Claus, Michael (Donat), Cavegn, Berther, Bettinaglio, Bigliel, Brunold, Buchli-Mannhart, Caluori, Cantieni, Caviezel (Davos Clavadel), Censi, Clalüna, Danuser, Derungs, Ellemunter, Engler (Davos Dorf), Epp, Fasani, Felix, Flütsch, Föhn, Giacomelli, Grass, Gugelmann, Hardegger, Hartmann-Conrad, Hefti, Hitz-Rusch, Hohl, Holzinger-Loretz, Jenny, Jochum, Kasper, Kohler, Kunfermann, Kunz (Fläsch), Kunz (Coira), Kuoni, Loepfe, Loi, Maissen, Märchy-Caduff, Marti, Michael (Castasegna), Mittner, Müller (Susch), Natter, Niggli (Samedan), Niggli-Mathis (Grüsch), Papa, Paterlini, Pfäffli, Ruckstuhl, Rüegg, Sax, Schmid, Schneider, Schutz, Stiffler, Tanner, Thomann-Frank, Thür-Suter, Tomaschett (Breil), Ulber, Valär, Waidacher, Weidmann, Wellig, Widmer-Spreiter (Coira), Zanetti (Sent), Costa, Davaz, Engler (Surava), Niederreiter

Risposta del Governo

Con sentenza del 29 luglio 2019 il Tribunale federale ha stabilito che il sistema maggioritario attualmente vigente nel Cantone dei Grigioni per l'elezione del Gran Consiglio è in ampia misura, ma non completamente, conforme ai requisiti costituzionali (1C_495/2017). Secondo il Tribunale federale, l'applicazione del sistema elettorale maggioritario non è conforme alla Costituzione federale nel circondario elettorale più piccolo, ossia Avers (per via dell'equivalenza della forza di voto/dell'equivalenza di rappresentanza), e nei sei circondari elettorali più popolosi, ossia Coira, Fünf Dörfer, Engadina Alta, Rhäzüns, Davos e Ilanz (sotto il profilo dell'equivalenza dell'influsso dei voti). Ai sensi di un appello, il Tribunale federale ha invitato le competenti autorità del Cantone dei Grigioni a creare un regolamento elettorale conforme alla Costituzione in vista delle prossime elezioni del Gran Consiglio (2022), tenendo conto delle considerazioni dei giudici.

A seguito della sentenza del Tribunale federale si rende necessario un adeguamento del sistema elettorale attuale in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Gran Consiglio che si terranno nella primavera del 2022. In tempi relativamente brevi occorre quindi trovare un sistema elettorale che da un lato sia conforme alla Costituzione e d'altro lato goda di ampia accettazione sul piano politico. Il futuro sistema elettorale dovrà essere stabile, trasparente/chiaro, equo e conforme al diritto. In particolare dovrà tenere conto della varietà geografica (valli), culturale, economica, linguistica, sociale e confessionale del nostro Cantone e dovrà garantire che tale varietà trovi riflesso in Gran Consiglio attraverso una rappresentanza corrispondente.

Il Governo ritiene importante che questo processo molto impegnativo possa essere affrontato tenendo conto delle possibilità illustrate dal Tribunale federale e sulla base dei criteri summenzionati, ma senza focalizzarsi troppo presto su modelli concreti. Il sistema elettorale ideale per i Grigioni andrà cercato sulla base di un'analisi ampia e aperta. Nel quadro di tale processo occorrerà esaminare più in dettaglio in particolare i modelli di sistema elettorale definiti come preferiti nell'incarico, comprese varianti a tali modelli. Anche in relazione a sistemi maggioritari e sistemi elettorali misti sussistono margini di manovra sotto svariati aspetti che devono essere verificati per stabilire se sono idonei per la situazione grigionese. Nel successivo progetto di consultazione si prevede poi di pubblicare il risultato di questa valutazione e di avviare la discussione sul modello concreto che secondo il Governo va preferito, eventualmente con delle varianti. Si intende così condurre il dibattito politico relativo al sistema elettorale adeguato conoscendo i fatti e le diverse possibilità nonché le rispettive conseguenze. Secondo il Governo ciò garantisce meglio che si riesca a trovare il sistema elettorale adatto per i Grigioni sia dal punto di vista giuridico, sia da quello politico. Se già ora ci si focalizzasse su modelli ben precisi, come richiesto dall'incarico, questa opportunità verrebbe mancata.

In base a quanto esposto, il Governo chiede al Gran Consiglio di modificare il presente incarico come segue:

Il Governo viene incaricato di sottoporre al Gran Consiglio un messaggio relativo all'adeguamento del sistema per l'elezione del Gran Consiglio. Il futuro sistema elettorale dovrà essere stabile, trasparente/chiaro, equo e conforme al diritto. In particolare dovrà tenere conto della varietà geografica (valli), culturale, economica, linguistica, sociale e confessionale del nostro Cantone e dovrà garantire che tale varietà trovi riflesso in Gran Consiglio attraverso una rappresentanza corrispondente.

29 ottobre 2019