Navigazione principale

Contenuto della pagina

Interpellanza Cavegn concernente la trasformazione di graubündenSPORT in Ufficio dello sport

Sessione: 30.08.2019

Lo sport e l'attività fisica sono importanti per la popolazione del Cantone dei Grigioni. Dallo studio «Sport Svizzera 2014» emerge che la popolazione grigionese è più attiva della media, sia se paragonata alla Svizzera tedesca, sia se paragonata a tutta la Svizzera. La metà della popolazione pratica sport più volte alla settimana, facendo attività fisica per almeno tre ore. Un quarto della popolazione è attivo in seno a una delle circa 700 associazioni sportive. Nei Grigioni, lo sport è anche un importante fattore economico. Eventi sportivi di richiamo e infrastrutture sportive attrattive favoriscono la qualità locale.

Con la strategia per la promozione dello sport approvata dal Governo il 15 dicembre 2015, la promozione dello sport nel Cantone dei Grigioni è stata ulteriormente sviluppata e ottimizzata. Nel frattempo è stata attuata la maggior parte degli obiettivi e delle misure contenuti nella strategia. Purtroppo è rimasto invariato il peso che dal punto di vista organizzativo viene attribuito alla promozione dello sport all'interno dell'Amministrazione cantonale. Da un lato a livello cantonale graubündenSPORT continua a occupare la posizione gerarchica più bassa, dall'altro è attribuito al settore della scuola popolare.

Questa organizzazione al livello inferiore non rende giustizia alla crescente importanza dello sport nei Grigioni. Essa si differenzia nettamente anche dalla maggior parte degli altri Cantoni (nella Svizzera orientale, ZH e TI inclusi, solamente nei Cantoni GL e AR la promozione dello sport non è organizzata come ufficio). L'inserimento dello sport nel settore della scuola popolare non è motivato dal punto di vista oggettivo, tanto più che solo una piccola parte della gestione interessa compiti dello sport scolastico. I punti di contatto con altri settori (soprattutto con lo sport di diritto privato e lo sport in una società sportiva con G+S, nonché con il Fondo per lo sport) prevalgono nettamente. Soprattutto però, grazie all'organizzazione quale ufficio, gli interessi dello sport potrebbero essere rappresentati in modo più diretto ed efficace rispetto ad altri settori politici (istruzione, pianificazione territoriale, edilizia, turismo, natura e protezione dell'ambiente, ecc.). Allo stesso modo ciò permetterebbe al Cantone di continuare ad assumere un ruolo attivo di primo piano, ma ancor più visibile, nei dibattiti di politica dello sport di portata nazionale.

Già oggi il Cantone è molto efficiente nella promozione dello sport, per la quale si impegna con un team ridotto. Tuttavia ciò deve essere interpretato nel senso che esso sia troppo piccolo per formare un servizio indipendente. Grazie a una gestione e a un coordinamento ancora migliori delle varie attività nel settore sportivo, è possibile ottimizzare le condizioni quadro per giovani sportivi d'élite e indurre ancora più persone a praticare sport. Considerati i benefici che l'attività sportiva regolare ha sul benessere personale del singolo individuo e di conseguenza sulla società nel suo complesso, un maggiore impegno da parte del Cantone pare assolutamente sensato.

Per i motivi citati si impone una valorizzazione di graubündenSPORT con una nuova incorporazione gerarchica quale Ufficio dello sport. Ciò corrisponde anche al desiderio dello sport grigionese privato e sarebbe associato a una grande considerazione dello sport, con relativo effetto di segnale sui numerosi attori che si impegnano nel mondo dello sport grigionese, perlopiù su base volontaria.

Le firmatarie e i firmatari chiedono se il Governo sia disposto a dare un segnale per una più forte presenza sul piano della politica dello sport del Cantone dei Grigioni nell'opinione pubblica e ad avviare i passi necessari per la valorizzazione di graubündenSPORT attraverso la creazione di un Ufficio dello sport.

Coira, 30 agosto 2019

Cavegn, Michael (Donat), Geisseler, Aebli, Atanes, Berther, Bondolfi, Brunold, Buchli-Mannhart, Cahenzli-Philipp, Caluori, Cantieni, Casutt-Derungs, Caviezel (Coira), Danuser, Della Cà, Deplazes (Rabius), Derungs, Ellemunter, Engler (Davos Dorf), Epp, Fasani, Florin-Caluori, Flütsch, Föhn, Gasser, Kappeler, Kasper, Kohler, Kunfermann, Kuoni, Locher Benguerel, Loepfe, Maissen, Märchy-Caduff, Niggli-Mathis (Grüsch), Noi-Togni, Paterlini, Perl, Preisig, Rettich, Ruckstuhl, Rüegg, Rutishauser, Sax, Schmid, Schneider, Thür-Suter, Tomaschett (Breil), Tomaschett-Berther (Trun), Ulber, Waidacher, Wellig, Widmer-Spreiter (Coira), Zanetti (Sent), Zanetti (Landquart), Costa, Engler (Surava), Federspiel

Risposta del Governo

Il Governo grigionese condivide l'opinione secondo la quale lo sport e le attività sportive siano di grande importanza nei Grigioni. Lo sport trasmette valori importanti nella società. Lo sport unisce generazioni, culture e promuove il senso di comunità. Lo sport sprona, promuove la comunicazione, la solidarietà e l'entusiasmo per una causa comune. Lo sport favorisce la salute. Lo sport fa anche parte della nostra cultura e inoltre nel nostro Cantone ha un importante aspetto economico e turistico.

Già nel 2015 con la creazione della legge sulla promozione dello sport e dell'attività fisica (legge sulla promozione dello sport; CSC 470.000) il Governo ha tenuto conto dell'aumento dell'importanza politica che riveste lo sport. Con la strategia per la promozione dello sport elaborata in seguito insieme alle federazioni sportive, strategia che nel frattempo è stata attuata in ampia misura, è stato possibile ottimizzare ulteriormente lo sport grigionese. Ciò ha aumentato la varietà e la portata dei compiti che il Cantone svolge nel settore dello sport. Le misure di promozione dell'ex "Ufficio G+S" sono state gradualmente ampliate negli ultimi anni e sono diventate più diversificate e impegnative. Alcuni esempi sono il significativo potenziamento del sostegno ai centri di prestazioni, l'introduzione delle scuole per talenti e dello sport scolastico facoltativo nonché l'avvio del programma 1418Leiter.

Il campo di attività di graubündenSPORT si è ampliato sempre più verso diversi settori secondari, in linea con una concezione dello sport moderna. Alcuni esempi sono la collaborazione con altri uffici della formazione, la creazione di spazi riservati allo sport e all'attività fisica, la conciliabilità tra sport e ambiente oppure temi in materia di diritto del lavoro in relazione all'assunzione degli allenatori.

Tuttavia il Governo ritiene anche che la struttura organizzativa e di condotta del Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente (DECA) definita 16 anni fa sia ancora valida e che la sezione sport sia già posizionata in modo molto autonomo verso l'esterno tramite l'utilizzo del marchio graubünden. Il declassamento a sezione nel 2003 e l'integrazione nell'Ufficio per la scuola popolare e lo sport non hanno limitato lo sviluppo dello sport grigionese neanche dal punto di vista finanziario. La spesa complessiva è infatti aumentata gradualmente dagli 1,7 mio. di allora ai 2,5 mio. di franchi oggi. Con la revisione totale della legge per le scuole popolari del Cantone dei Grigioni (legge scolastica; CSC 421.000) si sono aggiunti ulteriori contributi per le scuole per talenti che ammontano attualmente a 0,7 mio. di franchi. La sezione sport è responsabile delle scuole per talenti, si occupa del perfezionamento professionale degli insegnanti di educazione fisica e insieme ai consulenti di ginnastica assicura lo svolgimento degli esami di sport scolastico. L'attribuzione al settore della formazione corrisponde anche all'organizzazione dello sport a livello nazionale, dato che la Conferenza dei responsabili cantonali dello sport è un organo specialistico della Conferenza dei direttori cantonali della pubblica educazione. Inoltre occorre osservare in modo chiaro che l'organizzazione dell'amministrazione è un compito permanente del Governo. Con decreto governativo del 28 maggio 2019 (prot. n. 401) il Governo ha deciso di procedere a un riesame completo dei compiti e delle prestazioni. Nel quadro di questo esame verrà valutata anche la creazione di un Ufficio dello sport.

18 ottobre 2019