Zum Seiteninhalt

Premio giovani Arge Alp incentrato sulla promozione della pace

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Comunità di lavoro Regioni alpine, di cui fanno parte anche i Grigioni, ha pubblicato un premio relativo alla domanda "Come possiamo garantire la pace?". A 100 anni dall'inizio della Prima Guerra Mondiale, i giovani sono invitati a presentare testi e contributi filmati sul tema. Il premio è dotato di 15 000 euro.

Nel 2014 ricorre il centenario della Prima Guerra Mondiale, che ha cambiato la storia dell'Europa e ha dato avvio a sviluppi globali. A livello mondiale la Grande Guerra ha coinvolto oltre 70 milioni di persone, di cui 60 milioni in Europa, causando oltre nove milioni di vittime tra i soldati e circa sette milioni di morti tra i civili, sia vittime dirette di confronti militari, sia vittime di malattie e carestia. Non tutti i Paesi europei sono stati coinvolti in egual misura nel conflitto. Grazie alla sua neutralità e alla mobilitazione dell'esercito a difesa dei confini, la Svizzera ne è rimasta in ampia misura risparmiata. 

Presentare testi o video
Un'Europa pacifica è il presupposto di base per buone condizioni di vita e per la creazione di solide basi per il futuro. Ma come può essere creata e conservata una convivenza pacifica? La Comunità di lavoro Regioni alpine (Arge Alp) assegna nel 2014 un premio giovani internazionale per la promozione di una cultura di pace. I giovani di età compresa tra i 15 e i 20 anni che vivono nei Länder, nelle Regioni e nei Cantoni di Arge Alp sono invitati a partecipare al concorso con delle proprie opere. Potranno essere presentati al concorso contributi scritti, ma anche video e altri prodotti multimediali che trattano il tema "Come possiamo garantire la pace?". Potranno essere presentati anche lavori collettivi, realizzati ad esempio da classi scolastiche. Sono per contro escluse dal concorso opere d'arte, libri o testi già pubblicati, nonché lavori altrimenti già premiati.
Il premio Arge Alp intende stimolare la riflessione e contribuire a fare in modo che i giovani trasmettano ai coetanei la loro idea di pace. Cosa significa per me la pace? Come posso contribuirvi? Quanto sono importanti per me dei contatti quotidiani caratterizzati da rispetto e pace? Cosa minaccia la mia integrità personale? Mi devo proteggere? Queste e altre domande possono essere all'origine dei lavori presentati al concorso.
Una giuria di Arge Alp deciderà in merito all'assegnazione del premio. La premiazione dei lavori avverrà in occasione della Conferenza dei capi di Governo di Arge Alp che si terrà a fine giugno 2014 in Trentino (Italia). I vincitori saranno invitati alla cerimonia di premiazione. Il montepremi ammonta complessivamente a 15 000 euro.
I giovani di età compresa tra i 15 e i 20 anni che intendono partecipare al concorso devono iscriversi entro il 28 febbraio 2014 a info@argealp.org, indicando nome, data di nascita e domicilio. Al momento dell'iscrizione, i partecipanti dovranno inoltre indicare in quale categoria (testo o film/multimedia) presenteranno un contributo. I lavori dovranno essere consegnati entro il 18 aprile 2014.
Ulteriori informazioni si possono ottenere su www.argealp.org

Arge Alp
Arge Alp cura rapporti di vicinato vitali e pacifici. La sua priorità è il potenziamento della consapevolezza e della responsabilità nei confronti del territorio alpino, nonché un suo sviluppo duraturo per il bene dei suoi abitanti. Della comunità di lavoro costituita nel 1972 in Tirolo fanno parte dieci Länder/Regioni/Cantoni suddivisi tra quattro Paesi. Sono membri i Cantoni dei Grigioni, di San Gallo e Ticino, i Länder austriaci Salisburgo, Tirolo e Vorarlberg, lo Stato Libero di Baviera, nonché le Regioni italiane Alto Adige, Trentino e Lombardia. Il presidente di Arge Alp viene nominato a rotazione da una regione membro per la durata di un anno. Attualmente si tratta del Trentino. 
 

Persona di riferimento:
Luzi Bürkli, addetto stampa Cantone dei Grigioni, tel. 081 257 22 47, e-mail luzi.buerkli@staka.gr.ch  
 

Organo: Comunità di lavoro delle Regioni alpine
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel