Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 27 febbraio 2014

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha stabilito la quota di sussidio dell'ente pubblico alle cure ospedaliere stazionare per il 2015. Inoltre, il Governo si è occupato di progetti e affari relativi ai comuni e alle regioni. 

Cure stazionarie finanziate per il 55 per cento dall'ente pubblico
Nel 2015, il Cantone e i comuni assumeranno una quota invariata dei costi per le cure ospedaliere stazionare. Come negli anni precedenti, il Governo ha fissato al 55 per cento la quota di partecipazione dell'ente pubblico ai costi delle forfetarie per cure stazionarie concordate tra ospedali e case per partorienti e gli assicuratori malattia per il 2015, oppure stabilite dall'autorità. Nel 2012, i costi per prestazioni mediche stazionarie assunti dall'ente pubblico nei Grigioni ammontavano a circa 180 milioni di franchi. Il Cantone si fa carico del 90 per cento della quota dell'ente pubblico, i comuni del dieci per cento. 

Sussidio cantonale per il nuovo gruppo abitativo esterno della Fondazione Scalottas
Il Cantone sostiene un ampliamento del centro di competenze per persone disabili della Fondazione Scalottas a Scharans. Per risolvere un sovraffollamento della struttura che perdura dal 2010, è prevista la realizzazione di otto ulteriori posti abitativi e in strutture diurne in un nuovo gruppo abitativo esterno. A questo scopo, la Fondazione intende acquistare a Scharans un immobile limitrofo. Per il Governo la necessità di un ampliamento dell'offerta di spazi è data. In virtù della legge sull'integrazione dei disabili, alla Fondazione Scalottas viene garantito un sussidio di 764 000 franchi per l'acquisto dell'immobile. La garanzia avviene su riserva della certezza del finanziamento residuo. Attualmente, 72 persone fanno capo ai posti abitativi e in strutture diurne della Fondazione Scalottas. L'infrastruttura esistente era stata ideata per l'assistenza di 65 persone. 
 

Dai comuni e dalle regioni 
  • Lohn: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale, decisa dal Comune di Lohn il 30 agosto 2013. Con la revisione parziale vengono tra le altre cose effettuati degli ampliamenti della zona edificabile per un totale di circa 0,34 ettari.
  • Davos: viene approvato il piano delle zone e piano generale di urbanizzazione 1:500 Schiabach del 22 settembre 2013 deciso dal Comune di Davos. Lo strumento di pianificazione contiene quattro piccoli complementi della zona centrale.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni 
  • Federazione grigionese per lo sport: alla Federazione grigionese per lo sport viene garantito per il 2014 per diverse attività un sussidio di al massimo 38 000 franchi dal Fondo per lo sport. Il progetto della Federazione per un primo annuario dello sport grigionese viene pure sostenuto. Per le cinque edizioni previste, dal 2014 al 2018, viene concesso un sussidio dal Fondo per lo sport per un totale di al massimo 47 000 franchi. Si intende pubblicare un annuario che illustri tutto lo sport grigionese e che offra una piattaforma alle associazioni e alle federazioni nel Cantone. I campioni grigionesi in tutte le categorie di età e in tutte le discipline andranno elencati in una parte dedicata alla statistica. Inoltre, ogni annuario dovrà elaborare un aspetto storico diverso dello sport grigionese. L'obiettivo dell'annuario consiste nell'incrementare la stima verso lo sport grigionese e verso il volontariato, nonché nel raccogliere in un opera di consultazione le prestazioni e i successi degli atleti grigionesi.
  • Skiclub Beverin: per la nuova costruzione della "Clubhütte Wanna Obergmeind", allo Skiclub Beverin viene concesso un sussidio di al massimo 43 000 franchi dal Fondo per lo sport. Quale costruzione posta al traguardo, durante le gare la nuova sede del Club dovrà offrire spazio per l'infrastruttura per la misurazione del tempo e per quella degli speaker. Essa serve da deposito di materiale e oltre a una piccola cucina ospita anche impianti sanitari, nonché un locale video e di soggiorno.

Progetti stradali
Il Governo ha approvato il seguente progetto stradale:
- Strada del Maloja: il progetto per la correzione della strada del Maloja, tratto Ponte Spino – Castasegna, viene approvato con alcune condizioni e autorizzazioni di diritto speciale. La strada del Maloja H3b è un importante asse di comunicazione tra Silvaplana e Castasegna. In seguito al crescente carico di traffico, il tratto Ponte Spino – Castasegna presenta danni alla pavimentazione. Con una larghezza di 5,50 – 6,00 metri, la sezione della strada esistente non corrisponde più alle esigenze odierne poste alla sicurezza del traffico. Il tratto Ponte Spino – Castasegna è l'ultimo tra Casaccia e Castasegna a non essere ancora stato ampliato fino a raggiungere la sezione tipo stabilita dall'Ufficio tecnico.

Il Governo ha inoltre stanziato 5,736 milioni di franchi per lavori di costruzione lungo i seguenti tratti stradali:
- Strada dell'Oberalp: lavori da capomastro Punt Val Lumpegna
- Strada per Carasole / allacciamento alla Strada italiana, Roveredo – Beffen – Carasole: lavori da capomastro ponti Val de Sott / Sora 


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel