Seiteninhalt

Interpellanza Michael (Castasegna) concernente lo stato di attuazione e il funzionamento delle Regioni nel Cantone dei Grigioni

Session: 19.06.2020

Il 23 settembre 2012 l'elettorato del Cantone dei Grigioni con 31’788 (77%) contro 9’410 (23%) voti ha chiaramente approvato una revisione parziale della Costituzione cantonale, allo scopo di semplificare notevolmente il cosiddetto livello intermedio tra comuni e Cantone. In questo modo 11 Regioni hanno sostituito i 39 circoli, le 14 organizzazioni regionali e gli 11 distretti. Alle nuove Regioni potevano essere assegnati sia compiti comunali che cantonali.

Il 30 novembre 2014 lo stesso elettorato con 33'537 (63%) contro 20'021 (37%) voti ha quindi approvato la legislazione esecutiva, rispettivamente la legge mantello sulla riforma territoriale con l’obiettivo di creare regioni possibilmente semplici, snelle e vicine ai bisogni del cittadino. Dal 2016 le regioni si sono dotate di statuti e sono operative.

Volutamente si è scelto di definire un livello intermedio con funzioni e competenze limitate affinché la struttura risultasse utile per lo svolgimento dei compiti intercomunali ma al contempo non costituisse un ostacolo al rinnovamento delle strutture in atto a livello comunale.

Siamo ora entrati nel 5º anno dalla costituzione delle Regioni ed è giunto il momento di fare un breve bilancio intermedio sullo stato di attuazione.

Sulla base delle considerazioni sopra elencate i firmatari pongono al Governo le seguenti domande:

1.     Come giudica il Governo a posteriori il processo di costituzione delle 11 Regioni nel Cantone dei Grigioni?

2.     Il Governo è a conoscenza di problemi e difficoltà nel funzionamento attuale delle Regioni? Se sì, quali sono le principali difficoltà?

3.     Il Governo è dell’opinione che la suddivisione territoriale del Cantone in 11 Regioni sia adeguata o ritiene che vada, quantomeno a medio termine, ridiscussa?

4.     Esiste la necessità di intervenire con fattori correttivi per quanto riguarda gli obiettivi, i compiti assegnati, l’organizzazione ecc.?

5.     Ci sono elementi concreti per i quali il Governo intende a breve o medio termine presentare al Gran Consiglio una revisione della legislazione vigente? Se si quali?

Coira, 19 giugno 2020

Michael (Castasegna), Della Cà, Papa, Aebli, Berweger, Brandenburger, Buchli-Mannhart, Cahenzli-Philipp, Censi, Clalüna, Claus, Crameri, Degiacomi, Deplazes (Coira), Dürler, Ellemunter, Engler, Fasani, Felix, Flütsch, Geisseler, Grass, Hardegger, Hartmann-Conrad, Hefti, Hohl, Holzinger-Loretz, Hug, Jochum, Kienz, Kohler, Lamprecht, Marti, Mittner, Müller (Susch), Müller (Felsberg), Natter, Niggli (Samedan), Niggli-Mathis (Grüsch), Pfäffli, Preisig, Rettich, Rutishauser, Sax, Tanner, Thür-Suter, von Ballmoos, Weidmann, Wellig, Zanetti (Sent), Giudicetti, Pajic