Navigation

Seiteninhalt

Sparatoria di Coira: insediati organi inquirenti indipendenti

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Ad esplicita richiesta del Primo procuratore pubblico, Armin Vincenz, il Governo del Cantone dei Grigioni, in occasione della sua seduta odierna, ha nominato un procuratore pubblico ed un giudice istruttore straordinari per condurre a termine l’inchiesta avviata a seguito dell’intervento della polizia lo scorso 26 marzo 2000, nel corso del quale era stato ucciso il giovane, che per lunghe ore aveva in scacco, sotto la minaccia delle armi, le forze dell’ordine. Il prosieguo dell’istruttoria è stato affidato al Ministero pubblico di Zurigo, Robert Akeret, in pensione dal 1 aprile, che sarà coadiuvato in veste di giudice istruttore straordinario da Jürg Vollenweider, Bezirkanwalt presso la Bezirksanwaltschaft di Pfäffikon.
Seguendo la prassi normale l’inchiesta era stata avviata immediatamente sul luogo del reato dal giudice istruttore di picchetto. Nel corso dell’istruttoria, essendo emersi diverse domande e quesiti vertenti sulla proporzionalità dell’intervento da parte della polizia, si è avvertita la necessità di indagini più approfondite. Alla luce della nuova situazione di fatto e considerate la presenza sul luogo del reato del giudice istruttore di picchetto nonché le dichiarazioni rilasciate alla stampa nei giorni successivi dall’ufficio stampa della Procura pubblica, i magistrati si sono trovati confrontati con la questione a discernere di una presunta parzialità nell’esperire ulteriori indagini. Alfine di prevenire il sorgere di qualsiasi preconcetto o sospetto di parzialità, atti a pregiudicare l’esito dell’istruttoria, il Primo Procuratore pubblico aveva inoltrato la settimana scorsa al Consiglio di Stato, la richiesta di insediamento di un Procuratore pubblico e di un giudice istruttore pubblico straordinari. La richiesta presentata in tal senso dalla Magistratura è stata accolta oggi dal Governo, che ha approvato nella seduta odierna il relativo decreto.
Quelle: Staatsanwaltschaft Graubünden
Neuer Artikel