Navigation

Seiteninhalt

Statistica di polizia sulla criminalità e gli incidenti della circolazione Grigioni 2006

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il 2006 caratterizzato dalla disgrazia nella galleria Viamala

Nonostante lo scorso anno, il numero di incidenti stradali nel Cantone dei Grigioni sia leggermente diminuito, il bilancio delle vittime si è aggravato rispetto all’anno precedente. Il numero dei reati perpetrati nel nostro Cantone si è assestato al livello del 2005. Questi sono, succintamente riassunti, i dati statistici dei rapporti d’attività della polizia giudiziaria e stradale per l’anno 2006, presentati dalla Polizia cantonale dei Grigioni martedì in occasione di una conferenza stampa a Coira.

"I valori statistici si ripercuotono sempre sull’attività della polizia", ha sottolineato il comandante della Polizia cantonale dei Grigioni, Markus Reinhardt. "Oltre che a fornire dati effettivi del Cantone, essi delineano anche le tendenze a livello svizzero. Di riflesso le statistiche contribuiscono a determinare i settori di maggiore impegno delle forze dell’ordine nell’immediato futuro. In questo contesto, tra i compiti principali del 2007, la Polizia cantonale dei Grigioni si propone una lotta ancora più efficace a tutte le forme di violenza giovanile”

Campagna contro la pedopornografia in rete
La Polizia cantonale fa sua la campagna di sensibilizzazione del Centro Svizzero di Prevenzione della Criminalità contro la pedopornografia in Internet. Dopo aver, nel corso dello scorso anno, informato dettagliatamente i propri agenti dei contenuti della campagna di sensibilizzazione “Stop pornografia infantile in Internet” lanciata a livello svizzero, la Polizia cantonale dei Grigioni intende assumere un ruolo più attivo e quindi si propone, di sensibilizzare l’opinione pubblica in occasione delle due fiere che si tengono a Coira, la Higa e la Gehla. A corollario di questa sua presenza in due eventi di grande importanza nella vita del Cantone, è prevista una serie di conferenze per alunni e genitori, da tenersi in diverse località del Cantone.

L’80% degli incidenti motociclistici sono stati causati dagli stessi centauri
Nel 2006 gli incidenti stradali sono stati 2'419, l'1% rispetto all'anno precedente. 835 sono stati i feriti rispetto agli 821 dell’anno precedente. Secondo Robert Willi, caposezione della Polizia territoriale e stradale, il gravissimo incidente della circolazione che si è verificato il 16 settembre 2006 sulla semiautostrada A13 nella galleria della Viamala, ha inciso, con le sue nove vittime, in modo drastico sul bilancio dello scorso anno. Attualmente il Wissenschaftlicher Dienst della Polizia municipale di Zurigo sta concludendo il suo lavoro e nei prossimi giorni dovrebbero essere disponibili le sue conclusioni in merito alla causa del sinistro. Anche il numero dei centauri che hanno perso la vita sulle nostre strade è diminuito, passando da 13 a 8 e ritornando al livello registrato del 2003. “ Purtroppo si deve constatare che circa l’80% degli incidenti motociclistici sono imputabili ad errori dei centauri medesimi” ha concluso Robert Willi. Per classi di età, in sensibile diminuzione, pur rimanendo tuttavia ad un alto livello, gli incidenti che hanno visto coinvolti i conducenti nella fascia di età tra i 20 ed i 24 anni. Sono aumentati di circa il 26% gli incidenti che hanno visto coinvolti utenti oltre i 65 anni.

Cifre stabili sul fronte della criminalità
Il numero dei reati commessi nel nostro Cantone si è mantenuto al livello dell’anno precedente. In 3'318 casi le inchieste per reati di varia natura, che sono state concluse ed gli autori, 1'938 cittadini svizzeri e 1'139 cittadini stranieri, denunciati alle compenti autorità. Ciò corrisponde ad un tasso di delucidazione del 38.6%. La percentuale dei minorenni si assesta attorno al 15.9 %.
“Non riscontriamo un trend particolare riguardo a determinate categorie di delitti”, secondo Gianfranco Albertini, caposezione della Polizia giudiziaria “nell’ambito dei reati contro il patrimonio, i furti con scasso sono aumenti drasticamente, mentre le cifre inerenti le truffe sono aumentate solo leggermente. D’altro canto, le rapine sono diminuite sensibilmente”.
I reati contro la vita e l’integrità della persona sono stati 4, contro i 2 dell’anno precedente. La Polizia cantonale dei Grigioni ha condotto nel 2006 indagini su 100 (anno precedente 94) casi di decessi fuori dell’ordinario, di cui 26 (2005:35) suicidi, 14 (2005:10) incidenti di montagna, 8 (2005: 3) incidenti causati da caduta di valanghe, 1 (2005:1) incidente con gli sci, 4 (2005:1) incidenti balneari, 7 (2005:0) disastri aerei e 4 (2005: 4) incidenti sul lavoro; si sono registrati 3 (2005: 6) decessi per droga.
Sono diminuiti i reati sessuali gravi. Si sono registrati 12 (2005: 10) stupri, 8 (2005: 10) atti sessuali con bambini e 6 (2005: 13) coazioni sessuali. Altissimo, in questi casi il tasso di delucidazione. Il leggero aumento dei reati contro la libertà si evidenzia soprattutto nella fattispecie legale di reato della minaccia.
Nell’80% dei casi sono state appurate delle cause degli 85 incendi (2005: 106) registrati nel nostro Cantone, di cui 14 (2005: 16) di origine dolosa.
Per quanto riguarda il consumo, lo spaccio ed il traffico di stupefacenti, le cifre si muovono al livello degli scorsi anni. Sono aumentati i casi di spaccio di canapa e riguardo al consumo, quelli del consumo di eroina e droghe sintetiche.

Violenza giovanile
Un gruppo di lavoro della Polizia cantonale dei Grigioni e della Polizia municipale di Coira, ha monitorato il fenomeno nella capitale. Stando alla relazione fornita del gruppo di lavoro, negli anni 2005 e 2006 si sono verificati circa 111-136 eventi rilevanti in stretta connessione con atti di vandalismo e violenza da parte di giovani e giovanissimi. In aumento, rispetto agli anni precedenti, i casi qualificabili come rilevanti dal punto di vista giudiziario. Geograficamente, i luoghi a rischio sono tre zone della capitale: il quartiere Rheinau e la Bahnhofstrasse, dal punto di vista della pubblica sicurezza, ed il Welschdörfli dal punto di vista giudiziario. Qui si registra il numero più elevato di reati, soprattutto vie di fatto e lesioni personali.
La statistica dettagliata sulla criminalità e sugli incidenti stradali 2006 può essere visionata sul sito www.kapo.ch.


Quelle: Kantonspolizei Graubünden
Neuer Artikel