Navigation

Seiteninhalt

Grigioni: Campagna di sensibilizzazione per una stagione motociclistica sicura

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
"Chi guida con prudenza – vive più a lungo“" questo è il motto della campagna di sensibilizzazione della Polizia cantonale dei Grigioni per una stagione motociclistica sicura. Con cartelloni pubblicitari posati lungo le strade dei passi alpini, la distribuzione di opuscoli informativi e con la consulenza da parte di esperti, la Polizia cantonale dei Grigioni vuole attirare l’attenzione dei centauri sui vantaggi di una guida corretta e prudente. Nel corso dei prossimi mesi di luglio ed agosto sono previste delle giornate informative rivolte agli amanti delle due ruote.
Ad un numero in costante diminuzione delle vittime di incidenti stradali, fa riscontro una cifra pressoché invariata di incidenti motociclisti. Nel 2006 sulle strade grigionesi otto centauri hanno perso la vita (2005:13), mentre 40 sono rimasti feriti.

I centauri sono particolarmente esposti agli incidenti
L’obiettivo principale della campagna di sensibilizzazione è quello di ricordare ai motociclisti la loro maggiore esposizione ai pericoli rispetto ad altre categorie di utenti della strada. Difatti, in sella al loro veicolo, essi non hanno nessuna carrozzeria che in caso di scontro o di caduta li protegge o ne attutisce gli effetti. Il centauro può proteggersi solo indossando un abbigliamento consono, che va pertanto scelto con accortezza, ed adottando uno stile di guida prudente.

La maggior parte degli incidenti sono causati dagli stessi centauri
Rispetto ad altri Cantoni svizzeri, la rete viaria del Cantone dei Grigioni è particolarmente attrattiva: passi alpini, strade ricche di curve. Purtroppo, questa peculiarità non è priva di risvolti negativi, che trovano il loro riscontro nella statistica degli incidenti. Nei Grigioni circa l’85% degli incidenti, che hanno visto coinvolti dei motociclisti ed in cui si sono lamentati feriti gravi o persone decedute, sono stati causati dai centauri stessi. Dal punto di vista della configurazione della carreggiata, il 68% si sono verificati nelle curve. E’ innegabile, che l’affrontare le curve costituisca una sfida per tutti centauri. Una sfida questa, insita di rischi a volte dall’esito letale.

Aggiornamento continuo anche per i più esperti
Dalla statistica degli incidenti si evince che la fascia d’età maggiormente esposta al rischio di incidenti non è quella dei giovani motociclisti, ma quella dei centauri di età compresa tra i 30 ed i 50 anni. Molti di loro, infatti, hanno potuto usufruire a partire dal 2003 della nuova regolamentazione per il rilascio del permesso di condurre oppure dopo aver rinunciato, di solito per motivi familiari al loro hobby, si sono rimessi in sella dopo alcuni anni d’inattività.
E’ consigliabile quindi che anche i centauri di lungo corso, frequentino regolarmente, di preferenza all’inizio della stagione motociclistica, dei corsi di aggiornamento. Le lezioni affrontano temi concernenti le parti meccaniche dei mezzi, ad esempio i freni, la guida, ad esempio sul modo di affrontare una curva e la condizione fisica di ciascun motociclista. I corsi costituiscono un’occasione privilegiata per analizzare in dettaglio il proprio stile di guida e di convincersi che una guida più prudente non diminuisce affatto il fascino di un’escursione con le due ruote.
Dal punto di vista della Polizia cantonale la stagione motociclista del 2007 non sarà solo imperniata sulla prevenzione. Laddove necessario, gli agenti della Polizia cantonale dei Grigioni interverranno anche in modo repressivo.
La campagna di sensibilizzazione „Chi guida con prudenza – vive più a lungo“ inizierà nel mese di maggio e si protrarrà fino al mese di ottobre.
La Polizia cantonale dei Grigioni augura a tutti i centauri una stagione motociclista ricca di soddisfazioni.

Quelle: Kantonspolizei Graubünden
Neuer Artikel