Seiteninhalt

A un anno dal primo impiego: bilancio dell’uso di droni presso la Polizia cantonale dei Grigioni

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Da un anno la Polizia cantonale dei Grigioni ha in dotazione dei droni. Nel corso di una conferenza stampa, tenutasi martedì mattina a Untervaz, si è tracciato un bilancio del loro impiego e si potuto assistere ad una dimostrazione. I giornalisti hanno avuto occasione di partecipare in diretta alle ricerche di un disperso, nel corso delle quali i soccorritori hanno fatto ricorso all’impiego di un drone.

Dal 1° giugno 2019 la Polizia cantonale dei Grigioni ha in dotazione due modelli di droni, che vengono impiegati alternativamente a seconda del genere di intervento. I piloti sono membri di milizia del gruppo droni, costituto in seno all’unità speciale Servizio aereo di polizia. I droni sono assegnati a diversi luoghi di stazionamento del Cantone.

Raccomandazioni del gruppo di lavoro droni Svizzera
Il gruppo di lavoro droni Svizzera, presieduto dal comandante della Polizia cantonale grigionese Walter Schlegel, è composto da specialisti dell’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC), dell’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM), dell’Ufficio federale di polizia (fedpol), dell’Ufficio federale della dogana e della sicurezza (UDSC), di Armasuisse, delle Forze aeree come pure di diversi Corpi di polizia cantonali. Nel corso del 2017 a livello di Polizia sono state redatte delle relazioni esaustive in merito all’impiego dei droni e ai sistemi di difesa. In base a queste relazioni in comandante Schlegel ha dato incarico di allestire un programma per la Polizia cantonale dei Grigioni inerente al loro impiego. Il medesimo è stato varato dallo stato maggiore di polizia nel corso del presente anno. Ai giornalisti Schlegel ha affermato che: "Alla luce della rapida evoluzione del settore, i risultati dei lavori del gruppo di lavoro droni Svizzera vengono messi a disposizione dei Corpi di polizia sotto forma di raccomandazioni, che generano cooperazioni e sono  finalizzate all’acquisto mirato degli apparecchi."

Dalle operazioni di salvataggio alla documentazione di reati
"Ricorriamo ai droni per i più svariati scenari", ha spiegato Markus Eggenberger, capo della Polizia di sicurezza. Ad esempio, ricerche e operazioni di salvataggio, allestimento di quadri della situazione, documentazione di incidenti e di eventi di polizia giudiziaria, assicurazione delle tracce, esplorazioni e ricognizioni. Secondo Eggenberger l’impiego di un drone, rispetto ai mezzi convenzionali, ha degli innegabili vantaggi: "Il drone è silenzioso, può volare a bassa quota, perlustrare il terreno sistematicamente e può essere impiegato anche in caso di maltempo. Al contempo si minimizzano i possibili rischi per le forze dell’ordine".

In diretta al posto di comando
La dimostrazione ha avuto luogo a Untervaz. I giornalisti hanno potuto assistere alla diretta delle ricerche in un campo di granoturco e lungo l’argine del Reno.  Le riprese, di ottima qualità, sono state trasmesse presso il posto comando e analizzate da Christian Nold, capo Servizio aereo di polizia. Nold era costantemente in contatto con i piloti dei droni. Il disperso è stato localizzato e soccorso. Questo intervento ha dimostrato l’efficacia ed i vantaggi delle riprese in diretta con il drone. Al riguardo Christian Nold: "A seconda del terreno e del settore d’impiego le squadre di soccorso non corrono pericoli e quando ad esempio debbono calarsi in una gola, lo posso fare miratamente ed in sicurezza."

 

-

 

 

-

 

Neuer Artikel