Zum Seiteninhalt

Interpellanza Widmer-Spreiter concernente i prossimi passi per quanto riguarda il Sennhof

Sessione: 13.06.2017

Per 200 anni il Sennhof di Coira ha ospitato la prigione grigionese. Da ultimo nell'aspetto tuttora caratteristico dell'architetto Theodor Hartmann, che nell'ambito della ristrutturazione del 1966 aveva eliminato una parte delle mura della città.

Con la messa in esercizio del nuovo Penitenziario Realta a Cazis, già tra due anni verrà abbandonata non solo la gestione dell'attività penitenziaria, ma "secondo la strategia immobiliare cantonale" verrà spostata anche la procura pubblica, come comunicato dal capo servizio cantonale delle costruzioni Markus Dünner. Di conseguenza il Sennhof sarà per così dire inutile/inutilizzato. Per desiderio del Governo dovrà essere venduto al migliore offerente. Ciò solleva delle questioni. Poiché il Sennhof non rappresenta solo un pezzo degno di nota della storia dell'insediamento e della città di Coira, bensì il senso civico grigionese per eccellenza.

Desideriamo sapere quali sono le aspettative del Governo riguardo al futuro del Sennhof, come intende procedere e in che modo intende includere la città di Coira.

A questo proposito le firmatarie e i firmatari pongono al Governo le seguenti domande:

1. Cosa è stato intrapreso finora per quanto concerne l'utilizzo del vecchio Sennhof?

2. Il Governo quando intende attivarsi per quanto riguarda questa tematica?

3. Come prevede di procedere il Governo (concorso pubblico, messa a concorso al migliore offerente, ...)?

Coira, 13 giugno 2017

Widmer-Spreiter, Stiffler (Coira), Tenchio, Blumenthal, Bondolfi, Brandenburger, Bucher-Brini, Buchli-Mannhart, Cahenzli-Philipp, Caluori, Casty, Casutt-Derungs, Caviezel (Coira), Clalüna, Claus, Danuser, Davaz, Deplazes, Dermont, Dosch, Dudli, Epp, Foffa, Gartmann-Albin, Hitz-Rusch, Holzinger-Loretz, Jaag, Jenny, Kappeler, Kollegger, Komminoth-Elmer, Kunz (Coira), Lamprecht, Locher Benguerel, Lorez-Meuli, Mani-Heldstab, Michael (Donat), Müller, Nay, Noi-Togni, Papa, Paterlini, Pedrini, Perl, Pult, Schutz, Thomann-Frank, Thöny, Tomaschett (Breil), Troncana-Sauer, Weidmann, Wieland, Altmann, Berther (Segnas), Bossi, Geisseler Severin, Pfister, Wellig

Risposta del Governo

Il 27 agosto 2015 il Gran Consiglio ha approvato il progetto per la nuova costruzione del penitenziario chiuso a Realta, Comune di Cazis, con costi lordi di 119 mio. di franchi. Nel frattempo, l'edificio sostitutivo dell'azienda orticola è stato realizzato e posto in esercizio. La realizzazione del penitenziario procede secondo i tempi previsti e la conclusione dei lavori è prevista per la fine dell'estate 2019. Successivamente saranno effettuati i test integrali e da fine anno la struttura entrerà gradualmente in funzione. A inizio 2020 il penitenziario Sennhof potrà quindi cessare la sua attività.

Secondo la strategia immobiliare cantonale/pianificazione degli uffici le sedi della Procura pubblica situate a Coira saranno riunite e trasferite nell'edificio amministrativo di proprietà del Cantone nella Rohanstrasse 5. Ciò potrà però essere fatto solo in un secondo momento. Prima i servizi domiciliati in tale luogo (Ufficio dell'energia e dei trasporti, Ispettorato del registro fondiario e registro di commercio, Ufficio della formazione professionale e Ufficio del servizio sociale) devono essere trasferiti in nuove ubicazioni, affinché gli spazi corrispondenti possano essere sistemati e adeguati alle esigenze della Procura pubblica. Tutti i traslochi devono essere coordinati nel quadro della pianificazione degli uffici e con il trasferimento nell'edificio amministrativo "sinergia" nella primavera del 2020. Il trasloco della Procura pubblica dal Sennhof potrà pertanto avere luogo non prima dell'inizio del 2021.

In merito alle domande concrete:

1. Nel 2014 l'Ufficio edile ha fatto predisporre dagli architetti Bearth & Deplazes, Coira, un'analisi/uno studio riguardo all'immobile Sennhof. Lo studio contiene un'analisi delle basi urbanistiche e dell'edificio nonché le possibilità per un futuro utilizzo del Sennhof.

Ulteriori possibilità di utilizzo sono state elaborate nel 2015 nel quadro di cinque lavori di master o di bachelor di studenti dell'Università del Liechtenstein. Il compito aveva ad oggetto un utilizzo sostenibile, ecologico ed economico del Sennhof.

Dalle analisi della sostanza edilizia e dalle considerazioni relative a nuovi possibili utilizzi del penitenziario nella città vecchia di Coira sono risultate proposte interessanti. Nel loro complesso esse mettono in evidenza che vi sono potenzialità per un ulteriore utilizzo del Sennhof e ciò può comportare una netta valorizzazione per l'ubicazione nella città vecchia.

Sotto il profilo urbanistico è auspicabile conservare l'areale con la sua struttura di base degli edifici e procedere a un opportuno cambiamento di destinazione con misure edilizie il più ridotte possibile. Data la posizione centrale e tranquilla al margine orientale della città vecchia di Coira, la domanda di superfici abitabili e artigianali dovrebbe essere elevata.

2. La predisposizione di detti studi di fattibilità/di utilizzazione rappresenta un primo passo per il cambiamento di destinazione del Sennhof. Sono già stati avviati i prossimi passi. Insieme alla città di Coira saranno definiti i requisiti e le condizioni quadro per un nuovo utilizzo sostenibile per il Cantone e per la città.

3. È previsto che l'areale venga ceduto in diritto di superficie. Il Governo ritiene che a tale scopo debba essere svolta obbligatoriamente una procedura a garanzia della qualità. In tal modo sarà possibile dare attuazione in maniera coordinata alle idee del Cantone e della città e rispettare le prescrizioni di diritto finanziario. L'obiettivo dichiarato è rappresentato dall'aggiudicazione a un progetto sostenibile sotto il profilo urbanistico e architettonico a fronte del versamento di un canone di diritto di superficie conforme alle condizioni di mercato. Un concorso per investitori costituisce uno strumento conforme a questi obiettivi. L'attuazione è prevista per il 2018.

23 agosto 2017