Navigazione principale

Contenuto della pagina

Incarico Danuser concernente l'introduzione dell'attestato di competenza obbligatorio per detentori di cani

Sessione: 14.06.2017

Annualmente in Svizzera vengono importati 50 000 cani, di cui circa 20 000 illegalmente. Nel Cantone dei Grigioni vengono detenuti circa 13 000 cani. Ogni anno se ne aggiungono circa 1000. Oggi non è più possibile verificare se questi non causino più problemi all'interno della società.

Nel 2008 a livello federale è stato introdotto un attestato di competenza obbligatorio per detentori di cani. In precedenza si era verificato un maggior numero di incidenti con cani; uno di essi si era concluso con il decesso di un bambino. Il corso per l'ottenimento dell'attestato di competenza consisteva in una parte teorica e in una parte pratica. Nel quadro dei corsi venivano approfondite le caratteristiche del cane, veniva spiegato il suo comportamento e ai partecipanti venivano fornite delle basi giuridiche. Parti importanti della formazione consistevano nel trasmettere come deve comportarsi un detentore di cani con un cane in uno spazio pubblico e come devono essere tenuti i cani in maniera conforme alla protezione degli animali.

In base a una richiesta pervenuta all'Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali (USDA) è stato comunicato che questi corsi si sarebbero rivelati molto validi, avevano un elevato effetto preventivo e sono stati controllati su tutto il territorio. Questo poiché circa il 90 % dei detentori di cani aveva preso parte al corso durante il periodo obbligatorio. In particolare il numero di incidenti con cani nel Cantone dei Grigioni è diminuito da mediamente 200 casi all'anno a 120. Nel periodo obbligatorio è però diminuito a poche denunce all'anno anche il numero di contravvenzioni in materia di protezione degli animali in relazione alla detenzione di cani. Grazie all'obbligo dell'attestato di competenza, i cani con problemi comportamentali, i cani importati con scarsa capacità di socializzazione, cani da "allevamenti non professionali", razze di cani soggette all'obbligo di autorizzazione (ad es. American Pit Bull Terrier, Dogo Argentino e altri) e gli allevamenti di cani rilevanti dal punto di vista della protezione degli animali venivano riconosciuti per tempo e i problemi potevano essere affrontati tramite misure mirate.

Dato che l'attestato di competenza obbligatorio federale è stato abolito senza essere rimpiazzato, esiste il rischio elevato che le condizioni in detenzioni di cani problematiche peggiorino ulteriormente, insieme a tutte le conseguenze negative concernenti il potenziale di pericolo per la sicurezza pubblica e la rilevanza riguardo alla protezione degli animali.

Per questo motivo le firmatarie e i firmatari invitano il Governo a creare una base legislativa adeguata per il Cantone dei Grigioni per quanto riguarda un attestato di competenza obbligatorio per i detentori di cani. A tale scopo devono essere tenute in considerazione le evidenze raccolte nel quadro dei corsi federali obbligatori nel periodo 2008 - 2016 e l'obbligo deve essere applicato solo a nuovi detentori di cani (all'acquisto del primo cane).

Coira, 14 giugno 2017

Danuser, Gartmann-Albin, Thomann-Frank, Atanes, Bleiker, Bucher-Brini, Burkhardt, Cahenzli-Philipp, Casty, Cavegn, Caviezel (Davos Clavadel), Crameri, Deplazes, Dermont, Felix (Scuol), Geisseler Hans, Heinz, Joos, Kasper, Komminoth-Elmer, Kunfermann, Lamprecht, Locher Benguerel, Märchy-Caduff, Monigatti, Papa, Perl, Salis, Stiffler (Davos Platz), Tenchio, Thöny, Tomaschett-Berther (Trun), von Ballmoos, Widmer-Spreiter, Föhn

Risposta del Governo

L'episodio verificatosi all'inizio di dicembre 2005 nel Cantone di Zurigo, dove un cane ha morso un bambino causandone la tragica morte, ha indotto la Confederazione, anche a seguito di interventi parlamentari al riguardo, a preparare disposizioni legislative relative a misure contro cani aggressivi. Queste misure sono entrate in vigore il 2 maggio 2006. Nell'ordinanza sulla protezione degli animali (OPAn) sono state introdotte prescrizioni relative all'allevamento e alla socializzazione nonché alla detenzione di cani e, inoltre, è stato introdotto un obbligo per diverse cerchie di persone di notificare episodi riguardanti cani, che devono essere verificati dal servizio cantonale ed eventualmente trattati mediante la disposizione di misure. Con la revisione totale della legge sulla protezione degli animali (LPAn) e dell'OPAn, entrata in vigore il 1° settembre 2008, per quanto riguarda i cani è stata introdotta a titolo di novità soprattutto una prescrizione relativa alla formazione. Secondo tale prescrizione, i nuovi detentori di cani devono conseguire, prima di detenere il cane, un attestato di competenza teorico e tutti i detentori di cani (escluse le persone particolarmente qualificate come gli addestratori di cani), al momento dell'acquisto di un nuovo cane, devono conseguire un attestato di competenza pratico. Nel Cantone dei Grigioni il 1° dicembre 2008 è entrata in vigore la revisione totale della legge sulla veterinaria (LVet). Essa contiene disposizioni relative all'identificazione di cani pericolosi e alle misure da adottare. Già nei confronti della Confederazione, il Governo ha sempre respinto prescrizioni relative a divieti od obblighi di autorizzazione generalizzati validi per determinate razze di cani. Ciò perché le ritiene inadeguate e inapplicabili. Il Gran Consiglio ha sostenuto questa posizione. Il Governo si è piuttosto espresso a favore di regole concernenti la detenzione, il trattamento e la formazione nonché l'obbligo di notifica di incidenti, in combinazione con la possibilità di disporre misure adeguate e proporzionate. Va ricordato che la competenza nel settore della protezione degli animali spetta alla Confederazione, mentre per quanto riguarda le regolamentazioni a tutela della popolazione da cani pericolosi sono competenti i Cantoni.

Queste regole, che nel Cantone vengono e sono state imposte in modo sistematico, e la loro esecuzione si sono dimostrate valide. Negli ultimi otto anni è risultato chiaramente che il maggior beneficio dall'attestato di competenza lo hanno avuto, oltre che i detentori di cani, anche la protezione degli animali, ovvero i cani. È stato possibile migliorare sensibilmente le conoscenze specialistiche riguardo agli animali e alle loro esigenze, ciò che ha fatto sì che molti problemi legati alla protezione degli animali o alla sicurezza nemmeno si verificassero. La gestione sicura del cane nelle aree pubbliche ha provocato meno problemi tra detentori di cani e il resto della popolazione. Tutti i detentori di cani dovevano conseguire l'attestato di competenza pratico con i loro nuovi cani, indipendentemente dalla taglia o dalla razza degli stessi. Questo è andato a beneficio soprattutto dei cani piccoli, che spesso presentano una scarsa capacità di socializzazione, a seguito di un mancato allevamento. I cani importati, che sovente presentano deficit di socializzazione, hanno potuto rapidamente essere integrati nei moduli di formazione dell'attestato di competenza. È calato il numero di acquisti d'impulso di cani (tramite internet, per strada o come regalo di Natale). Per gli allevatori non professionisti è diventato più difficile vendere i loro cuccioli. Ogni cane e il modo in cui veniva trattato dal detentore potevano essere valutati visivamente in loco dallo specialista. La collaborazione tra le scuole per cani e il servizio di esecuzione ha favorito l'identificazione precoce di problemi nella detenzione e nel trattamento di cani. I cani con un comportamento anormale hanno potuto essere identificati precocemente durante la fase di formazione. In tal modo, l'Ufficio ha potuto adottare immediatamente, sul cane ancora giovane, misure atte a ridurre il numero di incidenti e le conseguenze a lungo termine. Dopo la scadenza dell'obbligo di conseguire l'attestato di competenza, molti detentori di cani in tutto il Cantone hanno continuato a seguire corsi con il loro cane.

È pertanto evidente che negli ultimi anni la gestione di cani è nettamente migliorata. La competenza specialistica dei detentori di cani è sostanzialmente aumentata. Come detto, dobbiamo questo sviluppo in particolare all'attestato di competenza obbligatorio, che con un onere relativamente modesto ha dato grandi risultati. Dal 1° gennaio 2017, in base al diritto federale, l'attestato di competenza non è più obbligatorio, fatto che dal punto di vista specialistico va deplorato.

Per questi motivi il Governo raccomanda di accogliere l'incarico.

23 agosto 2017