Contenuto della pagina

Incarico Cavegn concernente la modifica della procedura di passaggio alle scuole medie superiori grigionesi

Sessione: 12.02.2020

La legge concernente le scuole medie superiori del Cantone dei Grigioni (legge sulle scuole medie superiori; CSC 425.000) disciplina l'offerta formativa delle scuole medie superiori grigionesi. In virtù dell'art. 7 cpv. 2 della legge sulle scuole medie superiori il Governo è tenuto a disciplinare la procedura di ammissione alle scuole medie superiori. Conformemente all'art. 3 dell'ordinanza sulla procedura d'ammissione alle scuole medie superiori sia gli allievi grigionesi sia gli allievi provenienti da fuori Cantone devono superare un esame d'ammissione cantonale per accedere alla prima o alla terza classe del liceo nonché alla prima classe della scuola media di commercio o della scuola specializzata.

In linea di principio spetta alla scuola dell'obbligo creare i presupposti per poter frequentare i gradi scolastici successivi. Pertanto essa deve preparare gli allievi a frequentare una scuola media superiore. Naturalmente gli allievi devono dare un loro contributo impegnandosi. Intorno agli esami di ammissione alle scuole medie superiori grigionesi sono stati creati diversi corsi di preparazione (forum di studio, ecc.) e modelli di business, in parte già a partire dalla quinta classe elementare. Questi hanno raggiunto proporzioni tali da farli sembrare indispensabili per superare l'esame. A prescindere dal fatto che questa evoluzione si pone in contrasto con il principio secondo cui è compito della scuola dell'obbligo preparare gli allievi a frequentare scuole medie superiori, e questo indipendentemente dai mezzi finanziari di cui essi dispongono, questa evoluzione dà origine anche a disparità a livello regionale.

Il passaggio a una scuola media superiore non ha lo scopo di promuovere modelli di business. Pare dubbio se gli eccessi odierni permettano di accedere alle scuole medie superiori agli allievi più idonei. In numerosi altri Cantoni (tra cui Lucerna, Zugo, Uri, Berna, Basilea Campagna) la procedura di passaggio viene svolta senza esami di ammissione o tramite una procedura di raccomandazione con un esame solo in caso di disaccordo. In tale contesto ad esempio a partire dalla quinta classe elementare tutti gli allievi partecipano automaticamente alla procedura di passaggio dal grado elementare al grado secondario I. I docenti di classe forniscono informazioni in merito alla procedura nel corso del primo semestre della quinta classe elementare. Anche le scuole medie superiori svolgono attività informative. I docenti di classe decidono in merito all'ammissione e all'iscrizione definitiva.

A seguito degli sviluppi in atto nel Cantone dei Grigioni, ma anche della procedura di passaggio senza esami che si è rivelata valida in altri Cantoni, appare opportuno passare a un modello che preveda un passaggio alle scuole medie superiori senza esami anche nel Cantone dei Grigioni. L'intento non è quello di incrementare la quota di allievi che frequentano le scuole medie superiori o di rivedere al ribasso le prestazioni richieste. Lo scopo è piuttosto trovare un sistema migliore e più equo, il che costituisce senz'altro un vantaggio anche per le nostre scuole medie superiori private nelle regioni. Non dovrebbero esserci dubbi sul fatto che le scuole medie superiori private rafforzano anche le regioni e i loro tessuti economici.

Le firmatarie e i firmatari incaricano pertanto il Governo di gettare le basi per un'ammissione alle scuole medie superiori grigionesi senza che vi siano esami.

Coira, 12 febbraio 2020

Cavegn, Felix, Widmer (Felsberg), Berther, Bondolfi, Caluori, Cantieni, Casutt-Derungs, Caviezel (Coira), Crameri, Della Cà, Deplazes (Rabius), Derungs, Ellemunter, Epp, Fasani, Florin-Caluori, Flütsch (Splügen), Gasser, Giacomelli, Hofmann, Jochum, Kienz, Kohler, Kunfermann, Müller (Felsberg), Natter, Niggli-Mathis (Grüsch), Noi-Togni, Paterlini, Perl, Preisig, Rutishauser, Sax, Schmid, Schutz, Tomaschett (Breil), Tomaschett-Berther (Trun), von Ballmoos, Waidacher, Widmer-Spreiter (Coira), Wilhelm, Zanetti (Sent), Gaupp, Spadarotto

Risposta del Governo

Nel Cantone dei Grigioni l'ammissione a una scuola media superiore è disciplinata dall'ordinanza sulla procedura d'ammissione alle scuole medie superiori (ordinanza sull'ammissione; CSC BR 425.060). La procedura d'ammissione consiste in un esame uniforme a livello cantonale (euc). Di norma le prestazioni fornite in precedenza vengono tenute in considerazione sotto forma di un voto di passaggio. Per gli allievi della sesta classe elementare nonché della seconda classe di scuola secondaria il voto di passaggio viene calcolato in base a determinati voti conseguiti nell'ultimo semestre prima dell'euc. Fatta eccezione per il Principato del Liechtenstein, oltre ai Grigioni tutti i membri della CDPE-est (Conferenza dei direttori della pubblica educazione dei Cantoni della Svizzera orientale e del Principato del Liechtenstein) puntano su un esame quale strumento principale di selezione.

Il Governo si è già occupato a più riprese dell'organizzazione della procedura d'ammissione e ha rilevato che in considerazione della situazione particolare nel settore delle scuole medie superiori nel Cantone dei Grigioni (otto scuole medie private, una scuola media cantonale), sarebbe opportuno mantenere un euc, soprattutto perché rinunciarvi significherebbe aumentare notevolmente la pressione che grava sugli insegnanti che si occupano dell'assegnazione (cfr. PGC 4 | 2008/2009, pag. 640). Dal rapporto sul sistema educativo svizzero 2018 redatto dal Centro svizzero di coordinamento della ricerca educativa emerge che le procedure d'ammissione che comprendono un esame volto a selezionare gli allievi capaci e motivati danno risultati migliori rispetto alle procedure d'ammissione che non prevedono un esame. Inoltre è stato possibile mettere in evidenza che la probabilità di essere ammessi al liceo nonostante competenze insufficienti è sensibilmente più alta nei Cantoni senza esame d'ammissione rispetto a quelli in cui l'esame rappresenta lo strumento di selezione principale. Stando alle evidenze scientifiche, la procedura d'ammissione con euc è la soluzione migliore per garantire pari opportunità di accedere a una formazione di scuola media superiore. Inoltre il Governo ritiene che un euc sia un importante strumento strategico per distribuire i giovani che frequentano il grado secondario II tra la formazione duale e le scuole medie superiori mantenendo le quote raggiunte finora (cfr. messaggio del Governo a destinazione del Gran Consiglio, quaderno n. 11/2011–2012, pag. 1296).

Il Governo continua a essere dell'opinione che preparare gli allievi all'euc rientri tra i compiti di base dell'insegnamento ordinario e quindi vede con occhio critico i corsi di preparazione all'esame esterni. Tuttavia, come confermato dal rapporto sul sistema educativo del 2018, questi corsi non sono determinanti per il buon andamento scolastico in un'ottica duratura. Tuttavia si può ipotizzare che le offerte di lezioni di ripetizione in caso di una procedura d'ammissione senza euc aumenterebbero e che, come dimostra l'esperienza, sarebbero gli allievi provenienti dai ceti sociali più agiati ad avvalersi di tali offerte. Pertanto le pari opportunità verrebbero messe ancor più in discussione che in caso di corsi di preparazione per l'esame.

I risultati dell'euc dal 2010 confutano la supposizione formulata nell'incarico, secondo cui il sistema attuale limiterebbe l'ammissione alle scuole medie superiori private nelle regioni. Da un confronto delle quote di successo degli allievi negli esami sostenuti presso la Scuola cantonale grigione e presso le scuole medie superiori private emerge che in sei anni su dieci la quota di successo riguardo ai due esami nell'arco di un anno presso le scuole medie superiori private (liceo inferiore nonché esame unitario per liceo, scuola media di commercio e per la scuola media specializzata) era complessivamente superiore rispetto a quella presso la Scuola cantonale grigione.

Rinunciare a un euc rappresenterebbe un cambiamento fondamentale di sistema e secondo il Governo dovrebbe avvenire in base ai fatti. Ciò in particolare anche perché conformemente all'art. 7 della legge concernente le scuole medie superiori del Cantone dei Grigioni (legge sulle scuole medie superiori, LSMS; CSC 425.000) il Governo è competente per la garanzia della qualità. In base a quanto esposto, il Governo chiede al Gran Consiglio di modificare come segue l'incarico in oggetto:

Le firmatarie e i firmatari danno incarico al Governo di esporre i vantaggi e gli svantaggi di procedure d'ammissione con e senza esame d'ammissione mediante una perizia esterna allo scopo di creare una base decisionale per l'adeguamento della procedura d'ammissione a scuole medie superiori.

23 aprile 2020