Contenuto della pagina

Interpellanza Rettich concernente lo sviluppo e l'affiliazione dell'assistenza sociale nelle scuole del Cantone dei Grigioni

Sessione: 12.02.2020

Negli ultimi 20 anni la scuola nel nostro Cantone è fortemente mutata. Nuove sfide come ad es. la digitalizzazione, i media sociali, l'eterogeneità, le aspettative dei genitori, i nuovi piani di studio, ecc. caratterizzano la scuola e quindi anche gli allievi e gli insegnanti. Il numero crescente di allievi con difficoltà di comportamento rappresenta un carico per gli insegnanti e per la scuola.

In Svizzera l'assistenza sociale nelle scuole (ASS) è stata istituita circa 20 anni fa e nei Grigioni circa 15 anni fa. Essa interviene laddove vengono posti dei limiti alla scuola. L'assistenza sociale nelle scuole fornisce consulenza agli allievi per far fronte a situazioni gravose e consulenza alle famiglie e, tramite la sua attività, alleggerisce il carico per gli insegnanti. Essa funge da intermediaria indipendente tra la scuola, gli allievi e i genitori. L'assistenza sociale nella scuola è in grado di reagire precocemente alle sfide, evitando in questo modo delle conseguenze spiacevoli a lungo termine.

Oggi si osservano situazioni gravose e problematiche o che ostacolano l'attività scolastica non solo in ambienti urbani, ma anche nelle valli discoste dei Grigioni. Grazie alla sua immediata vicinanza ai giovani, l'ASS contribuisce in modo determinante al successo del processo di integrazione in ambienti multiculturali.

Nei Grigioni il 14% degli enti scolastici hanno già introdotto un'assistenza sociale nella scuola. Questi comuni sono pienamente convinti dell'efficacia dell'assistenza sociale nelle scuole, il che emerge tra l'altro dal fatto che nessun servizio è stato soppresso dopo la sua introduzione (nonostante manchino le basi giuridiche). In particolare per i comuni più piccoli il finanziamento dell'ASS rappresenta ancora un problema di rilievo.

Inoltre l'affiliazione dell'ASS all'USPS deve essere verificata dal punto di vista tecnico. Quest'affiliazione ha senso nella misura in cui normalmente le prestazioni dell'ASS vengono fornite nelle infrastrutture scolastiche. Tuttavia in diversi comuni l'ASS svolge anche un'attività preventiva. A questa si aggiungono attività di consulenza, che dal punto di vista oggettivo possono essere paragonate con le prestazioni fornite dalla consulenza ai padri e alle madri. Di conseguenza un'affiliazione all'Ufficio dell'igiene pubblica sembra sensata. Inoltre le prestazioni fornite riguardano principalmente temi sociali ed extrascolastici. In più l'ASS non pone la scuola al centro delle sue prestazioni, bensì i bambini e i giovani. Un'affiliazione all'USPS potrebbe quindi provocare dei conflitti d'interesse. Dal punto di vista tecnico sarebbe quindi corretto affiliare l'ASS all'Ufficio del servizio sociale.

Attualmente, nel Cantone dei Grigioni l'ASS non dispone di una base giuridica. L'art. 40 della legge scolastica contiene solamente il seguente passaggio: "In caso di necessità, gli enti scolastici possono creare offerte supplementari quali il lavoro sociale scolastico od offerte time-out."

Per questo motivo, le firmatarie e i firmatari desiderano sapere quanto segue dal Governo:

1.     Come valuta il Governo lo sviluppo dell'ASS nel Cantone dei Grigioni negli ultimi anni?

2.     Tenendo conto delle argomentazioni menzionate sopra, il Governo ritiene che sia opportuno affiliare l'AAS all'USPS?

3.     Esiste un servizio di riferimento per i fornitori di prestazioni in caso di domande o esistono standard di qualità per le prestazioni fornite dall'ASS e come vengono controllati?

4.     Il Governo sta pianificando di creare una base giuridica per l'ASS e ritiene che questo passo sia opportuno?

Coira, 12 febbraio 2020

Rettich, Tomaschett-Berther (Trun), Kuoni, Atanes, Baselgia-Brunner, Bettinaglio, Bigliel, Brunold, Cahenzli-Philipp, Caluori, Cantieni, Casty, Caviezel (Coira), Degiacomi, Deplazes (Coira), Derungs, Dürler, Ellemunter, Epp, Fasani, Favre Accola, Flütsch (Splügen), Föhn, Gartmann-Albin, Gasser, Geisseler, Gugelmann, Hartmann-Conrad, Hofmann, Holzinger-Loretz, Horrer, Jochum, Kienz, Kunfermann, Märchy-Caduff, Mittner, Müller (Felsberg), Natter, Niggli-Mathis (Grüsch), Noi-Togni, Papa, Perl, Preisig, Rutishauser, Schneider, Tanner, Thomann-Frank, von Ballmoos, Widmer (Felsberg), Wilhelm, Gaupp, Spadarotto, Stieger

Risposta del Governo

Da circa 15 anni l'assistenza sociale nelle scuole (ASS) è presente nel Cantone dei Grigioni. Finora gli enti scolastici potevano decidere autonomamente se introdurre o meno l'ASS. Questa evoluzione, ossia la presenza adattata e la decisione da parte degli enti scolastici, rispecchia generalmente la situazione in tutta la Svizzera. L'ASS non è presente dappertutto, vi si fa però ricorso dove necessario e dove il sostegno in caso di problemi sociali nel contesto scolastico risulta urgente. In questi casi l'ASS fornisce un aiuto prezioso. Di norma a livello organizzativo l'ASS è attribuita all'ente scolastico o al comune politico (ad es. al servizio sociale).

In merito alla domanda 1: l'ASS si è consolidata presso molti enti scolastici del Cantone, soprattutto per quanto riguarda i punti cruciali a livello sociale. Attualmente l'ASS è presente in circa il 20 per cento degli enti scolastici dei Grigioni. Presso altri enti scolastici l'introduzione dell'ASS è prevista o sta per essere attuata. Inoltre, in alcuni casi enti scolastici che non dispongono di un servizio ASS permanente, acquisiscono tale servizio dall'esterno in relazione a singoli progetti o incarichi.

Nelle diverse ubicazioni l'ASS sostiene in modo competente gli allievi nella gestione di problemi sociali. Tale sostegno può includere ad esempio progetti di classe in relazione ai social media o consulenze individuali in questioni di dipendenza. Durante l'introduzione dell'ASS, l'offerta viene adattata alla situazione locale. Il Governo ritiene che questo modo di procedere si sia dimostrato valido e che abbia portato a una buona accettazione e al radicamento dell'ASS in seno a questi enti scolatici.

In merito alla domanda 2: il Governo ritiene che l'affiliazione dell'ASS al Cantone o all'Ufficio per la scuola popolare e lo sport non sarebbe opportuna. La regolamentazione attuale, come illustrato nella domanda 1, si è dimostrata valida. L'ASS funge da offerta per allievi nel settore a bassa soglia. Secondo la legge per le scuole popolari del Cantone dei Grigioni (legge scolastica, CSC 421.000), la strutturazione del settore a bassa soglia è di competenza degli enti scolastici.

In merito alla domanda 3: AvenirSocial (l'Associazione professionale lavoro sociale Svizzera) e l'associazione dell'assistenza sociale nelle scuole (Schulsozialarbeitsverband) hanno emanato delle direttive di qualità per l'ASS. I fornitori di prestazioni possono fare ricorso a queste direttive di qualità. La verifica della prestazione compete alle autorità competenti per le assunzioni oppure agli enti scolastici.

In merito alla domanda 4: dal punto di vista del Governo, il quadro giuridico vigente definito con la legge scolastica (art. 40) con la sua formulazione potestativa si è dimostrato valido. Esso permette agli enti scolastici di decidere autonomamente se introdurre un'ASS adattata alla situazione locale. Il Governo non ritiene perciò necessario ampliare le basi giuridiche.

16 aprile 2020