Navigation

Inhaltsbereich

Apertura del carcere per detenuti in vista di allontanamento a Davos

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il nuovo carcere per l'esecuzione della carcerazione preventiva e quella prolungata in vista di allontanamento è entrato in servizio in questi giorni a Davos. Vale come soluzione provvisoria fino all'apertura di un carcere definitivo che ospiterà chi è in attesa di rimpatrio.
Il carcere è destinato ad accogliere dieci detenuti al massimo. Dispone di cinque celle, di un locale di soggiorno, di un locale per le visite nonché di un cortile per le passeggiate. La Polizia cantonale di Davos è competente per la sua gestione.
Nella scorsa primavera il Governo ha decretato la riutilizzazione provvisoria e la trasformazione delle celle nell'edificio della Polizia cantonale a Davos per la carcerazione preventiva e quella prolungata in vista di allontanamento. Durante la fase di trasformazione di tre mesi le celle esistenti per l'esecuzione dell'arresto preventivo e della carcerazione presso posti di polizia è stato adeguato alle nuove esigenze della carcerazione prolungata in vista di allontanamento. Finora i detenuti in vista di allontanamento del Cantone dei Grigioni dovevano in parte essere sistemati in altri cantoni, soluzione molto costosa per i Grigioni. Onde assicurare l'esecuzione di procedure di allontanamento gli stranieri che non sono in possesso di un permesso di dimora o di domicilio possono essere messi agli arresti per nove mesi al massimo durante la preparazione della decisione.
Durante l'utilizzazione delle celle a Davos per la carcerazione preventiva e quella prolungata in vista di allontanamento quanti soggiacciono ad arresto preventivo e a carcerazione presso posti di polizia devono essere sistemati nelle celle dei posti di polizia nei dintorni oppure nello stabilimento del Sennhof a Coira.
Organo: Dipartimento di giustizia, polizia e sanità
Fonte: it Ufficio per questioni di polizia, lic. iur. Heinz Brand, tel. 257 25 21
Neuer Artikel