Navigation

Inhaltsbereich

La Commissione preparatoria discute l'emanazione della legge concernente la Banca Cantonale Grigione (BCG) nonché la rispettiva ordinanza d'esecuzione

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Sotto la presidenza del deputato al Gran Consiglio Hansjörg Trachsel, Celerina, ed in presenza del Consigliere di Stato on. Aluis Maissen, Capo del Dipartimento finanze e militare, la Commissione preparatoria ha discusso in quattro sedute la legge e l'ordinanza concernente la Banca Cantonale Grigione.

In occasione della prima seduta tenutasi nel dicembre 1997 la Commissione ha deciso di invitare oltre ai rappresentanti della BCG un ulteriore esperto esterno, affidandogli il compito di fornire informazioni circa lo sviluppo nel settore bancario. Con Kurt Hauri, Presidente della Commissione federale delle Banche, la seconda seduta della Commissione aveva quindi a disposizione un esperto provato. Dopodiché i membri della Commissione hanno approfonditamente sfruttato l'opportunità di ottenere informazioni dall'esperto, la legge e l'ordinanza sono di conseguenza state discusse con molto impegno.

Come ben noto il settore delle finanze sottostà a delle modifiche che si susseguono a ritmi molto rapidi, non riuscendo più ad adempiere agli statuti in vigore della BCG, risalenti al 1970. Con l'emanazione di una legge e di un'ordinanza d'esecuzione sulla BCG le basi legali della Banca dei Grigionesi dovranno essere poste su una base conforme ai tempi e mirante al futuro. Nel progetto adesso in discussione, comprendente la legge e l'ordinanza d'esecuzione concernente la BCG, sono stati contemporaneamente inseriti nel diritto cantonale gli adeguamenti richiesti dalla legge federale sulle banche e le casse di risparmio rivista nel 1994. D'altra parte nel progetto si ha voluto conservare quanto affermatosi. In merito ad alcuni esempi ciò vuole concretamente dire:
-      creare un organo di revisione esterno;
-      assoggettare la vigilanza di cui alla legge bancaria alla Commissione federale delle banche (CFB);
-      mantenere la garanzia dello Stato e il mandato di prestazioni;
-      distinguere nettamente e conseguentemente tra i compiti del Consiglio della banca inerenti al diritto di vigilanza e dal profilo strategico e tra quelli operativi che incombono alla direzione.

Una minoranza della Commissione preparatoria si è espressa a favore dell'inserimento di un articolo nella legge che permetterebbe al Gran Consiglio di decidere, in un prossimo futuro, circa la privatizzazione della BCG senza che una tale conversione debba essere sottoposta al popolo. Richiedeva inoltre dalla Commissione di ridurre il Consiglio della banca ad un totale di sette membri.
Il gruppo di maggioranza della Commissione ha però chiaramente rifiutato tali proposte.

In deroga al messaggio granconsigliare la Commissione ha deciso all'unanimità di proporre al Gran Consiglio una limitazione dell'età per i membri del Consiglio della banca. Questi dovranno infatti ritirarsi dal Consiglio dopo il compimento del 65esimo anno d'età.

In seno alla Commissione preparatoria è risultato che l'attività commerciale, oltremodo coronata da successo, e lo sviluppo positivo della BCG sono stati possibili negli ultimi anni soltanto grazie a collaboratori e una direzione motivati e che hanno goduto di un ottimo perfezionamento professionale nonché di un Consiglio della Banca che ha agito in modo circospetto. Malgrado questo punto di partenza ottimale la Commissione preparatoria non si è riposata sugli allori. Nell'intento di munire la Banca di una veste giuridica il più confacente possibile al prossimo millennio, la Commissione ha discusso approfonditamente la proposta e i singoli ambiti come ad esempio la garanzia dello Stato, la forma giuridica, il mandato di prestazioni, il controllo e la vigilanza. Essa favorisce la chiara suddivisione tra ambito operativo e strategico nonché il potenziamento della vigilanza in conformità ai tempi.

Essa ha infine approvato all'indirizzo del Gran Consiglio la legge unitamente all'ordinanza che, salvo singole deroghe, corrisponde alla proposta del Governo. Si prevede di trattare la questione in seno al Gran Consiglio nel maggio 1998.

Organo: Dipartimento delle finanze e militare
Fonte: it Commissione preparatoria
Neuer Artikel