Navigation

Inhaltsbereich

Nuovo piano per il finanziamento delle strade

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Del Consigliere di Stato dott. Aluis Maissen, Capo del Dipartimento delle finanze e militare
Nella fine-settimana del 27 settembre prossimo il Popolo grigionese sarà chiamato ad esprimersi tra l'altro anche sulla revisione parziale della legge stradale. Si tratta al riguardo della creazione di una nuova base legale per il finanziamento delle nostre strade. Com'è risaputo, la messa a disposizione di un'efficiente infrastruttura per il traffico è un rigoroso obbligo dello Stato. Oltre alla Ferrovia Retica i nostri sforzi si concentrano da sempre in prevalenza nei settori costruzione e manutenzione delle strade. All'incirca 350 milioni di franchi vengono stanziati annualmente dalla Confederazione e dal Cantone per adempiere a questi compiti.
Un tempo le spese per le nostre strade venivano sostenute principalmente attingendo a fonti speciali (imposte speciali). Con il passare del tempo questo modo di procurarsi i mezzi si dimostrò carente e il finanziamento non fu quindi più sufficientemente assicurato. Al fine di mantenere entro limiti accettabili il debito stradale e di venire a capo del permanente aumento dei compiti legati alla costruzione e alla manutenzione delle strade, si dovette far capo a mezzi supplementari ricavati dal bilancio generale.

Secondo il nuovo concetto anche in avvenire verranno usati mezzi dal bilancio pubblico generale per la costruzione e la manutenzione delle strade. D'ora in avanti essi dovranno ammontare quali valori indicativi, a seconda della necessità e del margine finanziario, tra il 70 e il 110 percento delle imposte sulla circolazione. S'installa in tal modo un rapporto equilibrato tra finanziamento secondo il principio di causalità e prestazioni a carico dei contribuenti. La tassa speciale sulla sostanza affluirà d'ora in avanti al bilancio generale; la tassa di pernottamento dovrà essere abolita dopo che la perdita sarà compensata nel quadro dell'imminente revisione della legislazione cantonale sulle imposte. Questo sistema più semplice e assai più trasparente dell'attuale soluzione assicura a lunga scadenza il finanziamento delle spese stradali. Governo e Gran Consiglio sono in grado di controllare in modo alquanto più efficace lo sviluppo dei costi di quanto non lo possano fare attualmente. Adeguamenti flessibili alle esigenze offrono pure la possibilità di un atteggiamento in campo edile adeguato alla congiuntura, laddove il Cantone in qualità di committente può dare notevoli impulsi alla situazione occupazionale.
Negli ultimi 10 anni le nostre spese annuali per le strade sono aumentate di oltre 100 milioni di franchi ed esse continueranno ad aumentare, nella misura in cui noi intendiamo realizzare secondo i piani le grandi circonvallazioni in costruzione e i progetti in attesa di attuazione nonché ulteriori misure di sicurezza per proteggere la popolazione. A tale scopo il Cantone necessiterà di più denaro rispetto ad oggi. S'impone perciò un adeguamento verso l'alto del debito stradale ammesso dalla legge. Con l'aumento del limite massimo d'indebitamento dagli attuali 175 milioni a 250 milioni di franchi il Cantone potrà disporre anche in futuro di un sufficiente margine d'azione. Ciò è tanto più necessario, in quanto la Confederazione nei suoi svariati sforzi di risparmio non tralascia mai di effettuare dei tagli anche ai crediti per la costruzione delle strade. In considerazione di questa situazione tocca a noi darci da fare e creare i presupposti, affinché il Cantone sia in grado di agire in ogni momento. Il Legislativo ha approvato con 99 voti contro 0 all'attenzione della votazione popolare il progetto di revisione in omaggio all'importanza politico-finanziaria del nostro conto stradale.
Organo: Dipartimento delle finanze e militare dei Grigioni
Fonte: it Consigliere di Stato Aluis Maissen
Neuer Artikel