Navigation

Inhaltsbereich

Adeguare ai nuovi sviluppi il diritto finanziario dei Grigioni

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Una Commissione del Gran Consiglio si è di recente riunita sotto la presidenza del deputato Ernst Nigg ed in presenza del Consigliere di Stato Aluis Maissen, capo del Dipartimento delle finanze e militare, per la delibera della revisione inerente la legislazione sulla gestione finanziaria del Cantone dei Grigioni.

Il diritto finanziario deve complessivamente essere adeguato ai nuovi sviluppi. Uno dei principali obiettivi della revisione consiste nella creazione di una base moderna per una politica finanziaria orientata verso il futuro e conforme agli imperativi congiunturali. Non si aspira ad una politica congiunturale attiva bensì a mantenere possibilmente costante l'onere fiscale e lo sviluppo delle spese ai sensi di una stabilizzazione a medio termine della quota relativa alla pubblica amministrazione. Una simile politica finanziaria ha effetto anticongiunturale e contribuisce a moderare le ripercussioni congiunturali. Questa revisione di legge richiede contemporaneamente una revisione parziale della Costituzione cantonale. Fanno altrettanto parte dei nuovi principi la strutturazione equilibrata del bilancio cantonale a medio termine nonché l'introduzione di una più severa limitazione dell'indebitamento. Per gli esperimenti a tempo limitato di nuovi modelli della gestione amministrativa (NPM, progetto GRiforma) vengono inoltre create le basi legali sotto forma di un articolo a titolo sperimentale con il quale, al Gran Consiglio vengono delegate particolari competenze per le procedure e l'assetto del progetto pilota NPM. Verranno inoltre incluse nella legge sulla gestione finanziaria i principi relativi al sovvenzionamento per far sì che il Gran Consiglio e il Governo possano efficacemente manovrare i sussidi. Una ivi compresa eventuale riduzione temporanea dei sussidi da parte del Gran Consiglio è concepita soltanto quale ultimo provvedimento di bilancio, per il caso in cui gli ulteriori elementi di manovra non portino al successo. Si vuole inoltre creare una sufficiente base legale per la Cassa pensioni ed ulteriori enti cantonali di assicurazione, che comprende la possibilità di potersi in futuro autogestire.

In seguito ad approfonditi dibattiti la Commissione è giunta alla conclusione che la revisione porti ad un diritto sulla gestione finanziaria moderno e ridotto all'essenziale. Tale diritto permetterà al Gran Consiglio, al Governo e all'Amministrazione di manovrare la gestione finanziaria e di reagire con celerità alle mutate condizioni. La politica di bilancio conforme agli imperativi congiunturali viene meglio inserita nella Costituzione e introdotta una efficiente limitazione dell'indebitamento. Nel progetto trovano considerazione importanti richieste formulate nelle mozioni. Con la revisione viene creata, ad opinione della Commissione, la base affinché la gestione finanziaria dei Grigioni possa anche in futuro mantenere il suo equilibrio. La Commissione preparatoria ha per tale motivo approvato il ben riuscito progetto senza richieste di modifica all'attenzione del Gran Consiglio. Quest'ultimo tratterà l'affare nella prossima sessione di marzo.

Collegio: Commissione preliminare gestione finanziaria
Fonte: it Dipartimento delle finanze e militare
Neuer Artikel