Navigation

Inhaltsbereich

Ampliare la tutela giuridica contro le decisioni della Commissione notarile e della Commissione di vigilanza sugli avvocati: Il Tribunale amministrativo come istanza di ricorso

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Commissione preparatoria del Gran Consiglio riunitasi sotto la presidenza del deputato Fabrizio Keller e in presenza del Consigliere di Stato Peter Aliesch ha deliberato la revisione parziale dell'ordinanza sul notariato e dell'ordinanza sull'abilitazione e l'esercizio della professione da parte degli avvocati.
La revisione parziale di entrambe le ordinanze dovrà consentire d'interporre ricorso al Tribunale amministrativo contro decisioni della Commissione notarile e della Commissione di vigilanza sugli avvocati. Questa possibilità si limita ai casi in cui il diritto superiore prescrive un ricorso.
La questione, se rinviare l'affare alla sessione si ottobre, ha suscitato una discussione. Le istanze e le associazioni coinvolte dalla revisione avrebbero così avuto ancora un'occasione per essere ascoltate. In considerazione dell'urgenza della revisione la commissione ha tuttavia espresso parere contrario al rinvio. Il Parlamento dispone di tutta la necessaria documentazione per prendere una decisione.
La commissione ha deciso all'unanimità di proporre al Gran Consiglio ai sensi del disegno governativo di prevedere il Tribunale amministrativo come istanza d'impugnazione. Vi sono però anche motivi che militano a favore del Tribunale cantonale. Dopo ponderazione di tutti i vantaggi e svantaggi la commissione ritiene tuttavia la soluzione proposta quella più appropriata.
La presente revisione si rifà a una sentenza del Tribunale federale, la quale nell'ambito di un ricorso di diritto pubblico aveva obbligato il Cantone dei Grigioni a prevedere un mezzo d'impugnazione presso un tribunale indipendente contro singole decisioni della Commissione notarile. Esso ha quindi negato alla Commissione in parola l'indipendenza giudiziaria. Un'altra occasione è stata fornita anche dalla mozione Meisser, che era stata accettata e dichiarata urgente dal Gran Consiglio nella sessione di novembre dell'anno scorso con il benestare dell'Esecutivo. L'autore della mozione aveva invitato quest'ultimo ad adeguare all'arti-colo 6 cifra 1 della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo in modo particolare l'ordinan-za sul notariato e quella sugli avvocati.
Il Gran Consiglio si occuperà della revisione parziale nella prossima sessione di maggio.

Persona contattabile:
Fabrizio Keller, deputato, Grono, tel.091-827 20 01

Organo: Gran Consiglio
Fonte: it Commissione preparatoria
Neuer Artikel