Zum Seiteninhalt

La ricerca di fossili sul ghiacciaio Ducan a Davos continua

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Dal 1997 ogni estate si scava sul ghiacciaio del Ducan alla ricerca di fissili. I ritrovamenti fatti fino ad oggi sono spettacolari. I lavori continueranno fino all'anno prossimo.
La roccia sedimentaria nella zona della catena montuosa Ducan e Landwasser sul territorio del Comune di Davos contiene diversi resti pietrificati di animali e piante molto ben conservati. I fossili di pesci, rettili, a-nimali e piante invertebrati risalgono al Triassico Medio marino. Essi hanno quindi circa 230 milioni di anni e sono di grande interesse scientifico. Nell'estate del 1997 l'Istituto e Museo di paleontologia dell'Uni-versità di Zurigo ha iniziato a effettuare scavi sistematici. Nel frattempo sono stati ricuperati in modo particolare pesci e piccoli sauri marini. I ritrovamenti provenienti dai cosiddetti strati "Prosanto" sono d'impor-tanza internazionale. Essi vengono preparati ed elaborati da personale specializzato. Nei vari media si è parlato a più riprese di questi scavi e nel Padiglione Svizzero, allestito all'Esposizione Mondiale di Lisbona, è stato esposto un calco di un pesce fossilizzato rinvenuto in questo ghiacciaio. Il materiale estratto è di proprietà del Cantone dei Grigioni. Fino all'estate 2000 si potrà ancora scavare. Una volta che gli scavi saranno terminati e i ritrovamenti analizzati scientificamente, i risultati più importanti verranno presentati in collaborazione con il Museo grigione della natura in un'esposizione itinerante e in un opuscolo illustrato. Per gli scavi di quest'estate il Governo concede all'Istituto sopramenzionato un contributo pari a 5'600 franchi alle spese di viaggio, alloggio, vitto, materiale da lavoro e trasporti in elicottero. L'Università di Zurigo dal can-to suo si assume le spese dei salari del personale addetto agli scavi e della successiva analisi del materiale estratto dal ghiacciaio. La prosecuzione degli scavi in questi giacimenti di fossili sulla "Ducanfurgga" rientra pure nell'interesse del Cantone dei Grigioni, in quanto i ritrovamenti consentono di ricostruire la vita di quell'epoca e la nascita geologica del nostro Cantone.

Cancellare l'articolo sull'episcopato
Il Governo si dichiara d'accordo nei confronti del Consigliere federale Arnold Koller di stralciare dalla Costituzione federale il cosiddetto articolo concernente l'episcopato, che prevede l'obbligo di approvazione per l'istituzione di nuovi episcopati in Svizzera. Questa disposizione religiosa d'eccezione è discriminatoria e contraria al diritto internazionale. Essa costituisce un relitto del tempo della lotta fra Stato e Chiesa nel secolo scorso, che ormai non ha più alcuna importanza.

Aiuto umanitario
Il Cantone sostiene nei limiti delle proprie possibilità finanziarie progetti di aiuto all'estero. In tal senso il Governo stanzia contributi per ammontare globale pari a 26'000 franchi alle seguenti istituzioni risp. ai seguenti progetti:
- Croce Rossa Svizzera per le azioni di aiuto alle vittime del terremoto in Colombia,
- terre des hommes Svizzera al progetto "Scuole per i bambini che lavorano in Nicaragua",
- Helvetas, al progetto "Nachhaltige Bewirtschaftung natürlicher Ressourcen in Lesotho",
- Caritas Svizzera al progetto "Verbesserung der Lebenssituation von Frauen und Kindern in zwei Slumvierteln in Manila, Philippinen",
- Aiuto alla Romania del gruppo samaritani di Coira al cofinanziamento degli allacciamenti idrici privati a Plaiesii de Jos in Transilvania, e
- Aiuto della Surselva a Tschernobyl (soggiorni di svago per bambini).
Cancelleria di Stato dei Grigioni
Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria di Stato dei Grigioni
Neuer Artikel