Zum Seiteninhalt

La nuova legge sulle imposte è sinonimo di maggiore giustizia fiscale

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Della Consigliera di Stato, dott. Eveline Widmer-Schlumpf,
Capo del Dipartimento delle finanze e militare
Il prossimo 13 giugno le elettrici e gli elettori avranno non soltanto l'opportunità di esprimersi in merito a diverse proposte federali, bensì pure alla revisione parziale della legge cantonale sulle imposte. Con questo rimaneggiamento della legge il Cantone dei Grigioni si conforma alla legge federale sull'armonizzazione delle imposte. L'adeguamento è inevitabile. Nel caso la presente revisione parziale venisse bocciata, varie disposizioni della legge federale entrerebbe comunque in vigore il 1° gennaio 2001. Il Governo e il Gran Consiglio non si sono tuttavia accontentati di un semplice adeguamento, hanno infatti creato disposizioni che si ripercuoteranno positivamente sul contribuente e che permetteranno di compiere un passo verso una maggiore giustizia fiscale. In queste nuove prescrizioni rientrano lo sgravio delle classi socialmente più deboli, la deduzione per l'istruzione dei figli in altro luogo, la deduzione per l'assistenza ai figli e il passaggio dalla tassazione praenumerando biennale a quella postnumerando annuale.
La rivista legge sulle imposte prevede che le persone sole con un reddito imponibile inferiore a fr. 10'000-- e quelle coniugate con un reddito imponibile al di sotto di fr. 12'000.-- non siano più tenute a versare l'imposta sul reddito. Accettando la revisione parziale permettiamo lo sgravio delle fasce di reddito più basse.
Le spese per l'istruzione in altro luogo dei figli al cui sostentamento provvede il contribuente possono, giusta il diritto vigente, essere dedotte fino ad un massimo di fr. 10'400.--. La legge sull'armonizzazione delle imposte non consente più una simile deduzione legata ai costi effettivi. Con la presente revisione la deduzione per l'istruzione dei figli in altro luogo non sarà tuttavia soppressa, quanto piuttosto trasformata in una deduzione sociale conforme alla legge federale. Questa ristrutturazione avverrà concedendo la deduzione non più sulla base delle spese effettive, bensì quale importo fisso legato ad una data di riferimento. Per rendere maggiore giustizia alle condizioni reali, la nuova legge prevede due diverse deduzioni in materia di formazione: una deduzione di fr. 1'600. -- per figli che quotidianamente rientrano dal luogo d'istruzione al loro domicilio e una deduzione di fr. 7'800.-- per figli che non solamente attendono ad una formazione fuori dal comune di residenza ma che durante la settimana soggiornano nel luogo di formazione. Qualora le revisione parziale della legge sulle imposte venisse respinta, a partire dall'anno 2001 non sarebbe più possibile rivendicare alcuna deduzione di formazione.
L'attuale legge sulle imposte non contempla alcuna deduzione per l'assistenza ai figli, mentre la revisione parziale della legge la prevede. In questo modo verrebbe tenuta in considerazione una richiesta avanzata in special modo dagli ambienti femminili. Alla deduzione per l'assistenza ai figli hanno diritto le famiglie monoparentali e le coppie di coniugi con doppio reddito che, se calcolati assieme, esercitano un'attività lucrativa oltre il 120%. L'ammontare della deduzione è di fr. 2'600.-- per figlio. Nel caso l'elettorato bocci la revisione parziale, questa deduzione non potrebbe essere introdotta nel sistema fiscale grigione.
Oggigiorno, al momento di accertare il reddito imponibile ci si basa sui proventi conseguiti negli anni precedenti; per questa ragione si parla di tassazione praenumerando. Con la revisione parziale si passerebbe alla tassazione postnumerando, vale a dire che l'imposta sul reddito verrebbe conteggiata in virtù delle entrare reali dell'anno in questione. Contrariamente alla tassazione praenumerando quella postnumerando poggia su fatti concreti. Ne consegue quindi un sistema più equo che all'atto di tassare il contribuente tiene maggiormente conto della sua capacità economica prendendo più rapidamente in considerazione le eventuali oscillazioni di reddito. Fra le ragioni che giustificano il passaggio alla tassazione postnumenrando annuale figura anche l'evoluzione registrata in tutti gli altri cantoni; i Grigioni non possono chiudere gli occhi di fronte a questo sviluppo.
Accettando la revisione parziale della legge cantonale sulle imposte è possibile impedire una diretta applicazione della legge federale sull'armonizzazione delle imposte, fatto che comporterebbe un cospicuo incremento del carico tributario soprattutto per le persone fisiche. È proprio con l'introduzione della tassazione postnumerando, lo sgravio delle fasce di reddito più basse e la creazione di una deduzione per l'assistenza ai figli che la revisione parziale frutta una maggiore giustizia fiscale. Essa permette di compensare l'onere supplementare prescritto tassativamente dalla legge sull'armonizzazione fiscale con gli sgravi fiscali introdotti dal legislatore cantonale. Accettarla rientra pertanto nell'interesse di tutti noi.
Organo: Dipartimento delle finanze dei Grigioni
Fonte: it Consigliera di Stato dott. Eveline Widmer-Schlumpf
Neuer Artikel