Zum Seiteninhalt

Se gli animali da preda arrecano danni, i cantoni possono autorizzare abbattimenti

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo si esprime in linea di massima in termini positivi sulla revisione parziale dell'Or-dinanza federale sulla caccia, la quale disciplina tra l'altro l'abbattimento di linci, lupi e orsi che arrecano danni insostenibili.

La Confederazione è intenzionata a coinvolgere maggiormente i cantoni nel management dei grandi predatori protetti quali il lupo, la lince e l'orso. I cantoni dovranno ottenere la competenza di abbattere taluni animali particolarmente dannosi. Questa competenza, da intendersi come esperimento, è limitata per il momento a fine 2002. Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) ha mandato in consultazione una relativa modifica dell'Ordinanza federale sulla caccia. Il lupo, la lince e l'orso rimangono animali protetti; le direttive concernenti il loro abbattimento vengono fissate dalla Confederazione. Un'ulteriore novità concerne l'aumento dei contributi federali ai danni causati dai tre animali da preda citati e da altre specie di selvaggina protette. Inoltre la Confederazione è intenzionata a promuovere le misure regionali con le quali impedire i danni causati da questi animali da preda. Con queste innovazioni vengono soddisfatte delle esigenze più volte rivendicate e giustificate dei cantoni. Il Governo sostiene perciò la prevista revisione. Esso non è invece d'accordo con la regolamentazione, secondo cui la Confederazione indennizza i danni, solo se il cantone si assume i costi residui. Secondo l'Esecutivo anche il principio della responsabilità individuale dei danneggiati deve essere messa in rilievo. Per tale ragione la soluzione della questione relativa alla suddivisione dei costi, dopo deduzione del contributo federale, deve essere di competenza del Legislatore cantonale. Affinché la competenza dei cantoni di abbattere gli animali che arrecano danni, limitata per il momento, come detto, alla fine del 2002, possa essere integrata rapidamente in una regolamentazione definitiva, il Governo si attende che la Confederazione dia immediatamente avvio ai relativi lavori legislativi.

Circa 114'000 franchi all'anno per la protezione della Val Frisal
Dopo che la zona di protezione della Val Frisal è stata estesa, giusta proposta della Confederazione, al bosco Scatlè, il contratto tra la Confederazione, il Comune di Breil/Brigels e il Cantone dei Grigioni può essere sottoscritto. Esso svincola retroattivamente per la prima volta per l'anno 1999 contributi annui federali di compensazione pari circa 114'000 franchi per il Comune di Breil/Brigels.

Sussidi alla cultura
Vengono versati sussidi per un importo pari a circa 352'000 franchi a favore di 69 tra organizzazioni culturali e progetti.

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria di Stato dei Grigioni

Neuer Artikel