Zum Seiteninhalt

Le donne nei comuni dei Grigioni 2000

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Da un'analisi della situazione effettuata dall'Ufficio per questioni di uguaglianza e relativa al tema "La rappresentanza femminile sul piano comunale" risulta che i comuni grigioni sono tuttora nelle mani degli uomini. Solo un comune su 17 è presieduto da una donna, la percentuale delle donne nell'esecutivo comunale corrisponde al 16 percento.
All'inchiesta dell'Ufficio per questioni di uguaglianza hanno collaborato 142 comuni (il 67 percento). Essi hanno risposto in modo dettagliato a domande relative alla rappresentanza politica delle donne, alla loro partecipazione a commissioni ed altri organi comunali come pure al corpo pompieri. Le domande concernevano altresì le condizioni d'impiego vigenti nell'amministrazione comunale. Grazie a questa inchiesta disponiamo ora, per la prima volta, di una visione d'insieme. Essa conferma infatti ciò che si poteva ipotizzare dalla tendenza, ma che forse non era presumibile in misura così evidente: anche sul piano comunale i rapporti di potere sono tuttora, dal punto di vista dell'uguaglianza dei sessi, unilaterali. Nel municipio le donne formano una piccola minoranza. Il 42 percento dei comuni è costituito da organi composti esclusivamente da uomini. Nel 46 percento dei comuni una sola donna fa parte del municipio. Una rappresentanza maggiore delle donne si trova soltanto negli organi tradizionalmente di dominio femminile: consiglio scolastico, commissione sociale e culturale, scuola di musica. Ad occupare il primo posto nella classifica è la commissione della scuola dell'infanzia con l'80 percento di donne. Le questioni concernenti la scuola dell'infanzia sembrano essere faccende da donna.

Qual è l'obiettivo di tale inchiesta?
Se si vuol cambiare uno stato di cose, occorre essere informati sulla situazione di partenza. Sul piano comunale si dispone finora (anche a livello nazionale) soltanto di pochi dati. I risultati dell'inchiesta fungeranno da base per un maggior impegno da parte dei circoli toccati dalla tematica: per i partiti, per le organizzazioni d'interesse (anche le organizzazioni delle donne), ma anche per le donne stesse. Non mancano le idee per possibili provvedimenti intesi a rafforzare la rappresentanza delle donne (esse sono p. es. elencate nell'opuscolo bernese "L'obiettivo è fifty-fifty", pubblicato recentemente). Oltre a ciò dall'inchiesta sono emersi i comuni che vogliono occuparsi in modo approfondito della promozione delle donne. Con essi l'Ufficio per questioni di uguaglianza continuerà a trattare l'argomento in virtù delle richieste individuali.
Su un altro piano l'Ufficio per questioni di uguaglianza collabora con l'Archivio grigione per la cultura delle donne. Tale collaborazione ha l'obiettivo di incoraggiare le donne a partecipare attivamente alla politica e offrire loro un valido aiuto per superare le difficoltà che possano presentarsi. La parola chiave è "rete".

Organo: Ufficio per questioni di uguaglianza Grigioni
Fonte: it Ufficio per questioni di uguaglianza Grigioni

Neuer Artikel