Zum Seiteninhalt

Il Consigliere di Stato Klaus Huber, Direttore del Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica dei Grigioni, si esprime in merito al pacchetto CFLAD in votazione popolare il prossimo 26 novembre

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Legge sull'agricoltura
La nuova politica agricola (PA 2002), incentrata sulla nuova legge federale sull'agricoltura, comporta una spiccata liberalizzazione caratterizzata da un influsso maggiore del mercato e una presenza minore dello Stato. Tale politica si fonda sul fatto che lo Stato provvede alla messa a punto di buone condizioni quadro accordando pagamenti diretti senza però più intervenire a livello di produzione e di mercato.
In questo ambito va rivista anche la legge cantonale sull'agricoltura. Nuovi responsabili per l'allevamento di bestiame saranno le organizzazioni del settore, ragion per cui decadono le regolamentazioni cantonali. Viene abrogato l'obbligo di assicurare tutti i bovini. Onde rendere possibile su base facoltativa un'assicurazione appropriata degli animali, il Gran Consiglio ha deciso (nell'ordinanza sulla produzione animale) di sostenere, durante una fase di transizione quinquennale, le fusioni di assicurazioni comunali in assicurazioni regionali.
Il fondo di autoaiuto per lo smercio di bovini era finora gestito dal Cantone. Con la nuova legge sarebbe finanziato per metà dagli agricoltori e per l'altra metà dal Cantone. Sulla scia della liberalizzazione il fondo verrebbe gestito dall'Unione grigione dei contadini e non più dal Cantone. Tuttavia, per permettere all'Organizzazione professionale di gestire un fondo di tal sorta e di registrate tutti gli agricoltori ai fini del finanziamento, si rende necessaria una base giuridica cantonale.

Legge sulle guide di montagna e sullo sci
La sicurezza degli ospiti è il punto centrale della nuova legge. Chi nei Grigioni intende lavorare come guida di montagna o maestro di sci (ad es. sci, snowboard e sci di fondo) necessita di una formazione riconosciuta. L'organizzazione di questa formazione dev'essere, per quanto possibile, affidata ad associazioni professionali svizzere in grado di garantire una qualità elevata. Le attuali patenti grigioni rimangono ovviamente valide. Le persone che esercitano un'attività soggiacente a questa legge devono stipulare un'assicurazione di responsabilità civile. Onde poter far fronte alle nuove attività e discipline sportive (ad es. canyoning), il Governo definisce i vari tipi di formazione (ad es. istruzione per aree sciistiche sicure o istruzione per discese fuori pista). Ai sensi della promozione del turismo il Cantone può versare contributi alla formazione e al perfezionamento. Sia la Commissione per le guide di montagna sia la Commissione per lo sport sulla neve come pure le rispettive associazioni professionali appoggiano il progetto in votazione.

Legge sui comuni
La revisione parziale della legge sui comuni mira ad accordare ai comuni, laddove opportuno, un ancora maggiore spazio di manovra. In futuro il Cantone dovrà vincolare i comuni a prescrizioni unicamente laddove risulta ragionevole e necessario disporre di una normativa unitaria. Ai comuni viene così concessa una ben più ampia possibilità di organizzarsi secondo le proprie esigenze e condizioni. In altre parole essi beneficeranno, rispetto allo stato attuale, di maggiore libertà e flessibilità nell'assolvimento dei loro molteplici compiti. In avvenire ogni comune, e non come avviene oggi solo i più grandi, potrà in linea di massima decidere liberamente se istituire o meno un parlamento comunale. Per quanto attiene alla politica che ha per oggetto il territorio e le aree edificabili, in futuro la competenza passerà dall'assemblea comunale o dalla votazione per urna al municipio rispettivamente alla sovrastanza comunale; questo rimaneggiamento di competenze mira ad accelerare e flessibilizzare l'operato. La libertà decisionale dei comuni verrà ulteriormente potenziata con l'istituzione di un consiglio comunale, nel senso che gli atti legislativi comunali non dovranno più soggiacere per forza di cose al referendum obbligatorio. Valutando tutte le sfaccettature del singolo caso il comune sarà libero di decidere se sottoporre o meno una legge al referendum obbligatorio o semplicemente a quello facoltativo. Per concludere i comuni avranno a disposizione una nuova forma giuridica della collaborazione intercomunale attraverso la creazione di un istituto collettivo. Per contro non si apportano modifiche di fondo alle parti che riguardano il comune patriziale e l'alta vigilanza sui comuni.

Organo: Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica dei Grigioni
Fonte: it Consigliere di Stato Klaus Huber

Neuer Artikel