Zum Seiteninhalt

Nuove regioni dell'orario a partire dal giugno del 2001

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo modifica le disposizioni d'esecuzione della legge sui trasporti pubblici nel Cantone dei Grigioni. Nel 1994 il Cantone è stato suddiviso in nove regioni, a partire dal giugno 2001 ve ne saranno dieci. Per la suddivisione sono determinanti diversi criteri. Vanno soprattutto considerati la domanda principale nell'ambito del traffico regionale con passeggeri, la struttura dei percorsi del traffico pubblico nonché la creazione di strutture snelle ed efficienti. Dopo un'accurata verifica le regioni vengono suddivise ex novo come segue:
1. Città di Coira (Nord), circoli Fünf Dörfer e Maienfeld
2. Prättigau e Landschaft Davos
3. Schanfigg
4. Città di Coira (Sud), circolo Rhäzüns, comuni Felsberg e Tamins
5. Heinzenberg-Domleschg e Hinterrhein
6. Mesolcina e Calanca
7. Mittelbünden
8. Surselva
9. Engadina, Val Müstair, Bregaglia
10. Poschiavo e Brusio
Le innovazioni in dettaglio: nella circoscrizione dell'agglomerazione di Coira l'attuale regione 1 (Coira, Domat/Ems, Felsberg, Tamins, Haldenstein, Trimmis e Says) e l'attuale regione 3 (Herrschaft e altri comuni del circolo Fünf Dörfer) vengono circoscritte a nuovo (cfr. nuove regioni 1 e 4). L'attuale regione 6 (Heinzenberg-Domleschg, Hinterrhein e Mittelbünden) viene suddivisa in due regioni (cfr. nuove regioni 5 e 7). Bonaduz e Rhäzüns vengono attribuite alla nuova regione 4. Poiché a partire dal 2002 il cambiamento d'orario non ha più luogo a fine maggio bensì soltanto a metà dicembre, per motivi di diritto transitorio l'entrata in vigore delle nuove disposizioni non avviene come previsto nel disegno della consultazione ad inizio 2001 bensì soltanto per il 1° giugno 2001.

Promozione e conservazione delle lingue e culture romancia e italiana
Il Governo sottopone al Dipartimento federale dell'interno il Programma e il Bilancio 2001 per la promozione e la conservazione delle lingue e culture romancia e italiana nel Cantone dei Grigioni. Le spese complessive sono preventivate a 7.583 milioni di franchi (Confederazione 63 per cento, Cantone 37 per cento). Vengono richiesti sussidi federali pari a 4.75 milioni di franchi. Questi soldi vanno impiegati per:
- provvedimenti interni del Cantone come servizio traduzioni, pubblicazione della raccolta delle leggi grigionesi nelle tre lingue cantonali, utilizzazione del Rumantsch Grischun per le votazioni, formazione delle/degli insegnanti, introduzione della seconda lingua nelle scuole elementari, nuovo concetto linguistico per il grado superiore ecc.,
- sostegno di misure di terzi come progetti scolastici, provvedimenti regionali, traduzioni di libri e mezzi didattici ecc.,
- contributi a progetti scientifici,
- contributi a organizzazioni e istituzioni (ad es. Lia Rumantscha e Pro Grigioni Italiano),
- promozione dell'editoria e
- promozione della stampa romancia.

Approvato il contributo agli investimenti alla Furka-Oberalp-Bahn (FO)
L'Ufficio federale dei trasporti ha sottoposto ai Cantoni Vallese, Uri e Grigioni un disegno per il 14esimo accordo di aiuto agli investimenti della FO per un importo di 13.9 milioni di franchi. Il Governo approva questo accordo con la riserva che anche gli altri partner contrattuali lo firmino. I mezzi vengono utilizzati per il risanamento dell'accesso ovest a Brig, già in fase di costruzione. Il sussidio della Confederazione e dei Cantoni ammonta a 7.35 milioni di franchi. Il 4.41 per cento o circa 320'000 franchi vanno a carico dei Grigioni.

Contributi alla cultura
Ai seguenti progetti culturali vengono erogati dei contributi complessivi pari a 213'000 franchi:
- incarico all'Associazione per la ricerca culturale grigione di rivedere - dal profilo storico - la "Costruzione di centrali elettriche ed elettrificazione nei Grigioni",
- nuove uniformi della Società di musica di S-chanf e
- pubblicazione dell'Almanacco Mesolcina-Calanca 2001.

Prese di posizione all'attenzione della Confederazione
Nell'ambito dei concetti quali la Tele-amministrazione, lo Stato elettronico, l'Electronic Government (e-government), le votazioni ed elezioni elettroniche (e-voting) e lo sportello virtuale (Guichet virtuel) vengono discusse nuove possibilità di rapporti con le autorità e nuove forme di partecipazione politica per vie elettroniche. Al posto di dovere intraprendere a volte lunghe distanze per giungere agli uffici e sportelli, le cittadine e i cittadini vorrebbero, in sempre più crescente numero, poter usufruire del lavoro amministrativo tramite supporto elettronico (Internet). La Confederazione intende sviluppare diverse attività in questo settore. Il Governo approva il progetto della Confederazione per la realizzazione di uno sportello virtuale con il quale si aspira ad un vasto sfruttamento delle nuove tecnologie d'informazione e di comunicazione da parte della categoria di pubblico politica. Nei prossimi due anni si vogliono raccogliere delle prime esperienze con uno sportello centrale virtuale. A tale scopo si prevede una collaborazione tra Confederazione e singoli Cantoni. Il Cantone dei Grigioni è molto interessato ad una collaborazione attiva.
Cancelleria di Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria di Stato dei Grigioni

Neuer Artikel