Zum Seiteninhalt

Il Cantone promuove le misure di risparmio energetico mediante partecipazioni finanziarie

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Dal 1994 il Cantone dei Grigioni sostiene finanziariamente i risanamenti termici di edifici, i riscaldamenti a legna e le installazioni di energia solare. Mediante sussidi promozionali si è riusciti a dimezzare il bisogno di energia per il riscaldamento degli edifici esistenti.
Questo settembre il popolo ha chiaramente respinto le tasse federali sull'energia. Di conseguenza vengono portati avanti i programmi cantonali di promozione.

Contributi per il risanamento di edifici e le energie rinnovabili

Dal 1994 il Cantone dei Grigioni ha speso circa sette milioni di franchi per il risanamento termico di edifici. Nello stesso periodo sono ulteriormente stati appoggiati i riscaldamenti a legna e le installazioni di energia solare con circa 3.8 milioni di franchi.
All'inizio del programma di promozione nel 1994 si prevedeva, dopo un periodo iniziale di circa tre anni, un preventivo annuale pari a due milioni di franchi. Grazie al programma d'investimento della Confederazione questo obiettivo è stato raggiunto nel 1997. Per motivi di risparmio, a partire dal 1998 i bilanci annuali sono stati costantemente ridotti dal Gran Consiglio. Di conseguenza singole misure di promozione sono state sospese e contemporaneamente si è dovuta allestire una lista d'attesa per i sussidi cantonali. A partire da quest'anno il Cantone dei Grigioni ottiene dalla Confederazione contributi complessivi per il suo programma di promozione. Questi compenseranno in parte le riduzioni riscontrate al preventivo cantonale.

Sussidi cantonali sostenibili

Gli edifici che soddisfano i requisiti per un sussidio cantonale riportano, a seguito del risanamento termico dell'edificio, in media soltanto un bisogno di energia per riscaldamento della metà rispetto a prima del risanamento.
Affinché il Cantone possa erogare sussidi di promozione, il committente deve essere disposto ad isolare i suoi edifici in modo più esteso di quanto richiesto con le prescrizioni relative alla legge sull'energia. Questi ulteriori provvedimenti d'isolamento portano ad un risparmio aggiuntivo di circa 2.5 litri di gasolio per metro quadrato di superficie abitativa. Fino alla fine del 1999 sono stati erogati sussidi cantonali a 296 case con una superficie abitativa totale di circa 200'000 metri quadrati. Già l'ulteriore risparmio conseguito grazie ad un migliore isolamento termico corrisponde a 420 tonnellate di olio combustibile all'anno. L'intero risparmio annualmente ricorrente relativo a questi edifici comprende circa 1'250 tonnellate di olio combustibile all'anno. Un bel contributo a favore dell'ambiente. A titolo di paragone sia menzionato che una nuova "Casa MINERGIE" riporta soltanto la metà del bisogno di energia termica di una casa risanata. La costruzione è un processo dinamico in continuo sviluppo. Gli obiettivi per il futuro sono già stati fissati con il "Marchio MINERGIE".

Ripercussioni positive sull'economia

Da uno studio eseguito per incarico dell'Ufficio dell'energia risulta che i sussidi finanziari concessi dal 1994 riportano, oltre a ripercussioni di carattere energetico e ambientale, anche effetti congiunturali e di miglioramento della situazione occupazionale. Oltre a ciò, tali contributi rendono un riflusso da non sottovalutare sotto forma di ulteriori imposte e tasse a favore delle pubbliche amministrazioni. A confronto con altre spese pubbliche, i contributi per risanamenti termici di edifici vanno valutati molto positivamente dal profilo economico e devono per lo meno essere considerati finanziariamente autosufficienti.
Organo: Ufficio dell'energia dei Grigioni
Fonte: it Ufficio dell'energia dei Grigioni
Neuer Artikel