Zum Seiteninhalt

Il Cantone intende contribuire con 7 milioni ai campionati mondiali di sci del 2003 in Alta Engadina

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo propone al Gran Consiglio di sostenere i "FIS Alpine Ski WM 2003 St- Moritz-Pontresina, Engadin" con 7 milioni di franchi fra sussidi cantonali e garanzie del disavanzo. A tale scopo va modificata l'ordinanza sull'incremento economico.
I campionati mondiali di sci del 2003 (CM 2003) avranno luogo dal 2 al 16 febbraio. Senza ombra di dubbio essi rientrano fra le manifestazioni sportive di ampio respiro e di grande importanza accompagnate da un'eco positiva per il turismo. I cospicui investimenti a favore dell'infrastruttura turistica non vengono operati unicamente in vista dei CM 2003. In effetti si mira pure ad incrementare la concorrenzialità turistica a lungo termine. In questo senso i CM di sci soddisfano anche gli obiettivi contenuti nel programma governativo, vale a dire il potenziamento della piazza economica Grigioni e l'incentivazione del turismo. Manifestazioni sportive di portata mondiale possono attirare l'attenzione di un vasto pubblico sui Grigioni e farli conoscere quale più importante regione turistica della Svizzera.

Opportunità per i Grigioni

Il Governo ritiene che i CM 2003 costituiscano un'opportunità particolare per il Cantone dei Grigioni e da questo evento si aspetta notevoli vantaggi per l'economia pubblica. Le manifestazioni dovranno contraddistinguersi per un management valido, un programma quadro di tutto rispetto e per la cordialità; in questo modo sarà possibile promuovere in via duratura l'immagine del Cantone. Con i CM s'intende da un lato sottolineare la competenza e la concorrenzialità dei Grigioni nell'ambito degli sport invernali alpini, dall'altro irradiare un certo fascino culturale e sociale. I campionati mondiali dovranno svolgersi nel rispetto dell'ambiente come vuole l'"image grigione" ed emanare impulsi oltre i confini regionali.

Finanziamento ampiamente garantito

Il budget complessivo prevede spese per circa 77 milioni di franchi, di cui 45 milioni da destinare a edifici e impianti e 32 milioni imputabili alla manifestazione vera e propria. Gli introiti sono preventivati a 60 milioni di franchi e si compongono nel seguente modo: sponsor FIS (30 mio.), altri sponsor (1.5 mio.), contributi/partecipazioni del Comune di St. Moritz (25.5 mio.), ente turistico (250'000 franchi), impianti di risalita ecc. (1.3 mio.), varia (500'000 franchi) e biglietti di entrata (1 mio.). Ci si attende pertanto un disavanzo pari a circa 17 milioni di franchi che dovrebbe essere coperto con sussidi federali (4 mio.), un contributo dell'Associazione olimpica svizzera (1.5 mio.), una garanzia del disavanzo della Confederazione (1.5 mio.), sussidi e garanzie del disavanzo del Cantone (7 mio.) nonché con sponsor privati (3 mio.). Le prestazioni della Confederazione presuppongono che il Comune di St. Moritz e il Cantone dei Grigioni partecipino alle spese. St. Moritz propone un generoso contributo di 25.5 milioni di franchi e in parte attua investimenti che avrebbero dovuto essere operati anche senza i campionati del mondo. Il Cantone prende spunto dalle prestazioni fornite a livello federale e garantisce un importo pari alla somma versata dalla Confederazione e dall'Associazione olimpica svizzera insieme. A patto che i fondi federali e quelli dell'Associazione olimpica svizzera vengano assicurati in via definitiva, il Cantone dei Grigioni si impegnerà a partecipare con un sussidio di 5.5 milioni più una garanzia del disavanzo pari a 1.5 milioni di franchi.

Nessuna votazione popolare

Giusta la vigente ordinanza sull'incremento economico i sussidi superiori ai 200'000 franchi da destinare a manifestazioni sportive di ampio respiro devono essere sottoposti a votazione popolare. Il Governo propone al Gran Consiglio di stralciare suddetta disposizione senza crearne una sostitutiva. La regola è in vigore dal 1990 ma non è mai stata di attualità. A suo tempo il Parlamento si era imposto un'autolimitazione non giustificata da ragioni di politica finanziaria, bensì rispettosa delle perplessità espresse dai movimenti ambientalisti. L'Esecutivo cantonale è dell'avviso che le numerose procedure di autorizzazione che si succedono a livello comunale, cantonale e federale offrano sufficienti possibilità per ottemperare alle esigenze della protezione ambientale.
Il Gran Consiglio si occuperà di entrambi i messaggi presumibilmente nel corso della sessione di maggio 2000.
Cancelleria di Stato dei Grigioni
Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria di Stato dei Grigioni
Neuer Artikel