Zum Seiteninhalt

Riscaldare ecologicamente e a buon mercato

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Quale sistema di riscaldamento scelgo per la mia casa? Quanto economici ed ecologici sono i sistemi a disposizione? Queste domande si pongono coloro che costruiscono una casa. Sovente risulta difficile trovare una risposta. In occasione dell'aperitivo sull'energia di mercoledì 15 marzo 2000 presso la Scuola universitaria di tecnica e architettura di Coira rappresentanti dell'economia elettrica e un architetto discuteranno su temi attuali aventi per oggetto il riscaldamento.
Al centro della manifestazione sta il punto di vista dei pianificatori: l'architetto Heini Glauser pone le priorità chiaramente nell'involucro dell'edificio. Un volume edilizio compatto e un buon isolamento termico sono l'alfa e l'omega della casa del futuro. Unitamente a una grande massa di accumulazione delle pareti e all'utilizzazione passiva del sole essi riducono il fabbisogno di riscaldamento. La scelta del sistema di riscaldamento è poi libera: legna, olio o gas coprono completamente il fabbisogno base. A seconda della stima personale una soluzione ideale è quella della combinazione intelligente delle diverse fonti energetiche. Con l'energia solare si può produrre efficientemente acqua calda. Si riscalda mediante un forno a legna, una caldaia a olio o a gas oppure una pompa termica. Anche la produzione combinata di calore ed energia elettrica sarà fattibile in futuro, ad esempio in una piccola centrale elettrica di riscaldamento in un edificio di più appartamenti. Nella scelta del sistema di riscaldamento si dovrebbe tenere d'occhio anche l'aspetto del carico ambientale.

Con lo sconto non è possibile riscaldare

Determinante per la scelta di un sistema di riscaldamento invece di un altro non dovrebbe essere il prezzo, bensì la qualità, afferma Martin Stadelmann, rappresentante del "Verband der Schweizer Gasindustrie". Attualmente vi è grande richiesta di caldaie a condensazione (apparecchi a gas), che utilizzano il calore contenuto nei gas di scarico, raffreddando quest'ultimi al di sotto del punto di condensazione. Particolarmente ecologica è la combinazione di questa caldaia con un bruciatore modulante, la cui fiamma si adatta al tempo, ossia al fabbisogno di calore del momento. In tal modo il bruciatore s'inserisce e disinserisce solo ancora raramente, fatto questo che comporta un risparmio di energia. Al riguardo occorre fare attenzione che il bruciatore abbia una potenza minima possibilmente bassa. La modulazione è così garantita anche per una casa ben isolata dal profilo termico.
Nella medesima direzione va lo sviluppo dei riscaldamenti ad olio. La tecnologia più recente degli apparecchi e il miglioramento dei combustibili, come ad esempio l'olio da riscaldamento ecologico, incrementano l'efficienza e riducono l'emissione di sostanze nocive. Un'opzione per l'avvenire sarà la produzione combinata di calore ed energia elettrica con fonti d'energia liquide, afferma Kurt Rüegg del Servizio informazioni oli da riscaldamento.

Proteggere l'ambiente

Per quanto concerne le pompe termiche l'efficienza degli apparecchi è migliorata nettamente negli ultimi anni. Ciò risulta dalle statistiche del "Centro delle pompe termiche Winterthur-Töss". Nella scelta di una tale pompa di ottima qualità ci si deve basare sul marchio internazionale di qualità. Dieter Wittwer della "Fördergemeinschaft Wärmepumpen Schweiz" spera nell'accettazione della nuova Legge sull'energia nel prossimo autunno. I contributi di promozione in essa previsti per l'uti-lizzazione di energie rinnovabili semplificano la decisione per un sistema di riscaldamento alternativo, dato che i costi non sono di molto superiori rispetto a quelli di un riscaldamento tradizionale, sempre secondo Wittwer.
Di questo appoggio finanziario approfitterebbero pure i riscaldamenti a legna. Molte persone stimano l'atmosfera piacevole creata da una stufa a legna e utilizzano quest'ultima come riscaldamento di rincalzo. Nelle case moderne ben isolate con un fabbisogno minimo di calore e pianta aperta una stufa di ceramica o una stufa a ricupero basta addirittura quale unico riscaldamento. Anche in caso di un maggiore fabbisogno di calore si può riscaldare senza grande dispendio mediante legna, in quanto la tecnica più recente permette di riscaldare con questo combustibile in modo pulito e comodo.

Aiuto competente al momento di prendere una decisione

La manifestazione è rivolta a committenti e architetti interessati e offre una panoramica dei nuovi sviluppi nel campo della tecnica di riscaldamento. La discussione tra gli esperti in materia di energia tematizza l'applicazione pratica nonché vantaggi e svantaggi dei diversi sistemi e fornisce un aiuto competente a tutti coloro che sono in procinto di prendere una decisione in questo campo.
L'aperitivo sull'energia avrà luogo tra le 17 e le 19 di mercoledì 15 marzo 2000 nella sala della Scuola universitaria di tecnica e architettura a Coira. Dapprima vi saranno relazioni e una discussione, in seguito verrà servito un aperitivo. Contributo alle spese: dieci franchi. Annuncio entro venerdì 10 marzo, per fax (081-286 24 00) o per posta a: Scuola universitaria di tecnica e architettura Coira, dott. Bruno Bachmann, Ringstrasse, 7004 Coira.
Organo: Ufficio dell'energia dei Grigioni
Fonte: it Ufficio dell'energia dei Grigioni
Neuer Artikel