Zum Seiteninhalt

La legge cantonale sull'energia dev'essere adeguata al diritto federale

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Commissione preparatoria del Gran Consiglio entra nel merito della revisione della legge cantonale sull'energia e della relativa ordinanza d'esecuzione. Con la prevista revisione parziale si mira in primo luogo ad un adeguamento alla legislazione federale.
La Commissione preparatoria del Gran Consiglio, presieduta dal parlamentare Ernst Bachmann e in presenza del capo del Dipartimento competente, il Consigliere di Stato Stefan Engler, si è recentemente occupata della revisione parziale della legge sull'energia nonché della relativa ordinanza d'esecuzione a suo tempo emanata dal Gran Consiglio. La Commissione appoggia gli obiettivi perseguiti dalla revisione e aderisce alle proposte di modifica suggerite dal Governo. Di conseguenza essa raccomanda unanime al Gran Consiglio l'entrata in materia.
La Commissione ritiene che la legislazione sull'energia sia soggetta, a livello federale come pure sul piano cantonale, ad un forte dinamismo. La rivista legge federale sull'energia è stata posta in vigore più di un anno fa, fatto che rende assolutamente necessario un adeguamento del rispettivo diritto cantonale. La Commissione è concorde nel sostenere che la revisione parziale non debba azzerare gli sforzi finora intrapresi dal Cantone per incentivare il campo energetico. Il nuovo diritto dovrebbe piuttosto rinunciare a quegli strumenti che nella pratica non hanno dato buoni risultati, non hanno saputo promuovere il settore energetico e che pertanto gravano inutilmente il bilancio pubblico.
Nel dibattito sui dettagli la Commissione ha affrontato svariate innovazioni materiali. Si prevede di sopprimere il conteggio secondo il consumo del riscaldamento e dell'acqua calda in edifici esistenti. Per contro tale conteggio va mantenuto in neocostruzioni riscaldate centralmente nelle quali almeno cinque persone fruiscono del calore prodotto. Viene a cadere anche il sostegno, fornito tramite agevolazioni fiscali, per investimenti miranti al risparmio energetico. L'intera Commissione è infine del parere che l'installazione di sistemi fissi di riscaldamento elettrico a resistenza, di riscaldamenti esterni e di altri impianti non debba più soggiacere ad un permesso cantonale. Il compito di prescrivere un obbligo di autorizzazione per la messa in esercizio di questi dispositivi verrebbe quindi delegato ai comuni.
Organo: Commissione preparatoria del Gran Consiglio
Fonte: it Commissione preparatoria del Gran Consiglio
Neuer Artikel