Zum Seiteninhalt

Sì ad una ripartizione fra Confederazione e Cantone del gettito fiscale conseguito con le case da gioco

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Raccomandazioni in vista della votazione popolare del prossimo 21 maggio avente per oggetto la nuova legge sugli apparecchi automatici da gioco e sugli esercizi da gioco
Nel marzo 1993 il Popolo svizzero ha approvato a larga maggioranza una modifica della Costituzione federale che prevedeva la soppressione del divieto di gestire case da gioco, legittimando così in Svizzera il gioco d'azzardo con apparecchi automatici istallati nei casinò e kursaal. In data 1° aprile 2000 è entrata in vigore la nuova legge federale sul gioco d'azzardo e sulle case da gioco. Essa mira da un lato a creare introiti per la Confederazione e i cantoni, dall'altro a promuovere il turismo. Le imposte, che la Confederazione riscuote dalle case da gioco titolari di una concessione A, verranno utilizzate per coprire il contributo federale all'AVS. I proventi fiscali conseguiti con le case da gioco in possesso di una concessione B possono essere ripartiti fra Confederazione e cantoni. Qualora un cantone crei una base legale per l'imposizione dei kursaal, la Confederazione è disposta a ridurre la propria tassa sulle case da gioco titolari di una concessione B di un massimo del 40% a favore del cantone. Ciò significa che le singole case da gioco nel Cantone dei Grigioni non subiranno un aggravio fiscale supplementare a seguito della riscossione di una tassa cantonale. Tuttavia, esclusivamente in virtù di una legge, il Cantone è autorizzato ad impiegare suddetto 40% a favore di esigenze cantonali. Il 21 maggio 2000 siamo pertanto chiamati ad esprimerci sulla partecipazione del Cantone alle imposte sulle case da gioco.

Aspetti centrali della legge

Oltre alle basi giuridiche per la riscossione di un'imposta cantonale, nella legge sono riunite tutte le disposizioni cantonali in materia di gioco. La legge prevede inoltre la delega di competenze supplementari ai comuni. Essi possono decidere se vogliono o meno sottoporre i locali da gioco, nei quali sono ammessi apparecchi automatici per il gioco a scopo di divertimento, ad un obbligo di autorizzazione.
Verrà comunque mantenuta la vigente interdizione di gestire al di fuori dei kursaal apparecchi automatici per i giochi di destrezza con possibilità di vincite in denaro. Non si prevedono modifiche alla facoltà del Governo di autorizzare, oltre alle case da gioco che hanno ottenuto la concessione dalla Confederazione, dei kursaal cantonali nel rispetto della prassi finora osservata. Questi esercizi potranno comunque offrire solo giochi di destrezza. Non si apporteranno cambiamenti nemmeno al vigente obbligo di autorizzazione per apparecchi automatici a scopo di divertimento.

Una decisione a favore del consolidamento finanziario del Cantone

La legge sugli apparecchi automatici da gioco e sugli esercizi da gioco gode di un chiaro favore in seno al Parlamento e al Governo e merita ampio sostegno. La riscossione di una tassa cantonale sulle case da gioco rientra nell'interesse di tutte le cittadine e di tutti i cittadini. In nome del Governo e del Gran Consiglio vi esorto pertanto ad approvare il progetto in votazione. Dicendo sì alla legge cantonale sugli apparecchi automatici da gioco e sugli esercizi da gioco ci dotiamo di una regolamentazione del gioco assai vantaggiosa dal profilo politico-finanziario e al contempo permettiamo che il nostro Cantone acceda ad una fonte supplementare di proventi senza per questo gravare ulteriormente le case da gioco cantonali.
Dott. Peter Aliesch, Presidente del Governo
Organo: Presidente del Governo dei Grigioni
Fonte: it Presidente del Governo dei Grigioni
Neuer Artikel