Zum Seiteninhalt

Promuovere in maniera mirata la produzione culturale professionale

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Quest'anno è stato indetto il terzo concorso per l'incentivazione della produzione cultura professionale. 14 opere beneficeranno di sussidi o borse di studio non vincolate per un ammontare complessivo di 196'000 franchi.
Con i fondi elargiti nell'ambito del concorso si vuole permettere agli artisti di dedicarsi alla propria attività creativa o di realizzare un determinato progetto di carattere culturale senza lasciarsi turbare da preoccupazioni finanziarie o professionali. Nell'ambito del concorso di quest'anno sono pervenute 68 richieste di sostegno per opere dei più disparati settori. I seguenti operatori artistici ricevono un sussidio per la loro opera o una borsa di studio non vincolata:
- Lukas Bardill e Gabriela Gerber, Schiers: un sussidio a sostegno del progetto "Hinter der Parkbank". Lukas Bardill e Gabriela Gerber, residenti a Schiers, appartengono alla schiera degli artisti più innovativi del nostro Cantone. Con i loro progetti ben ponderati riescono a generare confronti di natura artistica fra spazio e tempo, conferendo loro un non so che di scherzoso.
- Andrea Caprez, Zurigo: un sussidio a favore del progetto "Die Alpen - Eine Bildergeschichte". L'artista, cresciuto a Coira, ha sviluppato un proprio stile di disegno riscontrabile nei vari libri da lui già pubblicati. Caprez è uno dei cartonisti svizzeri di maggior spicco. L'intenzione di Andrea Caprez è quella di avvicinarsi alla regione nativa ed allestire un volume illustrato con storie che si rifanno all'area alpina.
- Markus Casanova, Coira: una borsa di studio non vincolata per il proseguimento del suo operato artistico. Da oltre un decennio lo scultore Markus Casanova si dedica alla raffigurazione del corpo umano, cosa che non manca certo di sfide per l'artista. Casanova è definito uno scultore classico nell'epoca dell'installazione, un artigiano nell'era del computer.
- Kurt Caviezel, Zurigo: un sussidio per la continuazione del suo lavoro attuale. Questo fotografo, cresciuto a Coira e oggigiorno attivo a Zurigo, è all'esordio di una promettente carriera professionale. Da un lato intende proseguire il suo attuale lavoro fotografico, dall'altro preparare un nuovo libro.
- Lucia Degonda, Zurigo: un sussidio per il progetto "Berge", fotografie 100x100 cm. Da anni la fotografa Lucia Degonda è affascinata dal Cantone dei Grigioni. Il suo progetto più recente esamina le diverse forme assunte dai paesaggi al di sopra del limite raggiunto dalla vegetazione; Degonda si occupa in prevalenza dell'area alpina retica dedicando speciale attenzione a forma e struttura.
- Menga Dolf, Coira: una borsa di studio non vincolata onde proseguire ed approfondire il proprio lavoro. Menga Dolf è una delle maggiori pittrici dei Grigioni. La sua attività si caratterizza per originalità, continuità e qualità.
- Wolfram Frank, Thusis: un sussidio a sostegno del suo operato come scrittore, soprattutto in relazione al progetto "Jelenas Geschichte". Dal 1984 Wolfram Frank vive nei Grigioni e deve la sua fama in modo particolare all'attività di regista e cofondatore del gruppo teatrale InSitu. Frank è pure attivo quale scrittore; degno di menzione il suo saggio "Angelika, zarte Seele", pubblicato dalla casa editrice Calven nel 1999.
- Zilla Leutenegger, Zurigo: un sussidio per il progetto "Videoaufzeichnungen, Berlin". I video della giovane grigionese Zilla Leutenegger costituiscono spesso un confronto con la propria esistenza. Zilla Leutenegger ha già saputo sviluppare uno stile proprio riuscendo ad esporre convincenti lavori in diverse occasioni.
- Reto Mathis, Seewis: un sussidio per il progetto "Geschichten aus dem Lehnstuhl". Nel corso degli anni passati il pianista, cantautore e compositore Reto Mathis si è fatto conoscere all'opinione pubblica come leader del gruppo musicale-cabarettista "Magaari". Il progetto "Geschichten aus dem Lehnstuhl" comprende, oltre a nuovi brani musicali, anche testi e immagini; il progetto è concepito per due persone.
- Chasper Otto Melcher, Vada (Livorno I): un sussidio per il progetto "Übertragung der Stempeltechnik auf Leinwand". Benchè Chasper Otto Melcher lavori e risieda in Italia dal 1991, l'artista e le sue opere mantengono uno stretto legame con i Grigioni. Componente centrale dell'operato artistico di Melcher è il linguaggio dei segni.
- Ursula Palla, Zurigo: un sussidio a sostegno dell'opera "ibug" e "unit.imaginaire". La videoartista Ursula Palla ha già esibito lavori degni di nota. L'artista intende proseguire la propria attività con due nuovi progetti denominati "ibug", un lavoro che si avvale di Internet, e "unit.imaginaire", un'installazione video interattiva.
- Reto Senn, Trin: un sussidio per "Holzmusik". Da anni il clarinettista e compositore Reto coltiva tre passioni: la musica contemporanea, la musica libera e la musica popolare. Il progetto "Holzmusik" si occupa infatti di questi tre settori musicali. Vecchie ballate popolari costituiscono il materiale di partenza per gli arrangiamenti, le nuove composizioni e gli schemi d'improvvisazione per tre clarinetti.
- Maja Vonmoos, New York: sussidio per il progetto "Jala-2000-A Flamenco dance". Il progetto dell'artista grigionese Maja Vonmoos può essere considerato un'evoluzione delle sue sculture mobili. Si dà corpo ad un'idea scultorea tridimensionale. All'interno della scultura si celano videoproiettori che possono essere attivati o disattivati tramite sensori. Al movimento e al colore si aggiunge la musica elettronica. Il lavoro è, se così si può dire, un moderno sviluppo delle macchine di Tinguely.
- Pascale Wiedemann, Zurigo: una borsa di studio non vincolata per l'ulteriore sviluppo delle sue installazioni. L'artista di Ems Pascale Wiedemann si occupa soprattutto di installazioni legate allo spazio e perlopiù poco adatte alla vendita. Wiedemann è un'artista che vanta conoscenze ben consolidate. Il suo lavoro è di indubbia qualità.

1.7 milioni di franchi a favore del programma d'incentivazione nel settore dei posti di tirocinio

Nell'ambito del 2° decreto federale sui posti di tirocinio, per i prossimi quattro anni i Grigioni avranno a disposizione 1.2 milioni di franchi sotto forma di sussidi federali per provvedimenti a favore della formazione professionale. Nell'estate 1999 le Camere federali hanno varato un nuovo pacchetto di misure d'incentivazione per un valore di 100 milioni di franchi onde attenuare i problemi strutturali di cui soffre il mercato dei posti di apprendistato, proseguire progetti innovativi e superare il periodo che ci separa dall'entrata in vigore della nuova legge sulla formazione professionale. Il Cantone intende partecipare alle misure a sostegno della formazione professionale con un contributo di 500'000 franchi. Nei limiti ammessi dal preventivo 2001 si propone al Gran Consiglio un relativo credito d'impegno. Il credito complessivo (Confederazione e Cantone) per gli anni 2000-2004 ammonterebbe così a 1.7 milioni di franchi. Per concretizzare le misure previste, si fissano le seguenti priorità:
- creazione di nuovi posti di formazione nel settore dei servizi e dell'alta tecnologia,
- realizzazione di scuole professionali nel settore dei servizi e dell'alta tecnologia,
- professionalizzazione dell'informazione professionale e delle relazioni pubbliche,
- prosecuzione di progetti di opzione professionale,
- messa a punto di misure mirate per allievi con difficoltà,
- potenziamento della garanzia della qualità nella formazione seguita in sede scolastica e in azienda,
- parificazione fra i sessi nella formazione professionale,
- sperimentazione di nuove possibilità formative con l'aiuto delle nuove tecnologie.

Prese di posizione all'indirizzo della Confederazione

Nella sua presa di posizione all'indirizzo dell'Ufficio federale dell'energia in relazione al piano settoriale elettrodotti (PSE) il Governo retico sottolinea la grande importanza del progetto per il Cantone dei Grigioni. In linea generale il PSE è visto di buon grado. L'obiettivo del PSE consiste nel valutare, in un'ottica svizzera, un progetto di costruzione di linee a livello di rete e di illustrare e diffondere questa valutazione in maniera trasparente. Si vuole inoltre agevolare l'iter alleggerendo la procedura di approvazione dei piani e l'esame dell'impatto ambientale (EIA) nel caso di costruzione di linee per centrali elettriche. Il Governo ribadisce che non va limitato un eventuale potenziamento del settore dell'energia idraulica. L'Esecutivo giudica ragionevole la nuova procedura unicamente se con essa si conseguano efficaci facilitazioni. Nel suo parere all'attenzione del Consigliere federale Pascal Couchepin il Governo cantonale sostiene di guardare con favore alla nuova ordinanza federale sulla protezione delle piante nell'agricoltura e nell'economia forestale. Finora le disposizioni della Confederazione relative alle misure contro l'infiltrazione e la proliferazione di parassiti particolarmente dannosi per le piante erano disciplinate in vari atti legislativi. Il fatto di riunire tali normative in un'unica ordinanza rende più comprensibile l'esecuzione per gli addetti ai lavori.

Dalle regioni e dai comuni

Si stanziano crediti dell'ammontare di 6.2 milioni di franchi per diversi progetti di edilizia stradale nel Cantone (interventi per assicurare la roccia nei pressi del Ponte Scalascia lungo la strada del Bernina, lavori di risanamento del manto stradale fra la galleria del San-Bernardino e la "Suferserschmelze", generici lavori edilizi di manutenzione ad opere civili e generici interventi di manutenzione stradale).

Affari del personale

- Heinz Bühler-Jost, nato nel 1962, attinente e residente a Domat/Ems, è nominato controllore delle finanze presso il Dipartimento della sanità. Entrerà in carica all'inizio di settembre 2000.
- Peter Düggeli, nato nel 1970, attinente di Schwarzenberg LU, residente a Coira, diviene vicecapo dell'Ufficio dello sport. Assumerà la sua nuova funzione a metà agosto 2000.
Cancelleria di Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria di Stato dei Grigioni

Neuer Artikel