Navigation

Inhaltsbereich

"Sì, ma..." circa il progetto "Sportello virtuale"

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Per il 1° gennaio 2003 la Confederazione è intenzionata a lanciare in collaborazione con i cantoni e i comuni il progetto "Sportello virtuale". Il Governo grigione si è pronunciato sull'accordo concernente la collaborazione nel quadro di questo progetto.

L'idea principale dello "Sportello virtuale" consiste nel creare per le cittadine e per i cittadini un accesso diretto e semplice online all'amministrazione dei comuni, dei cantoni e della Confederazione. In esso vengono rappresentate le informazioni di questi tre enti pubblici già disponibili in Internet cliccando su www.ch.ch. Queste informazioni saranno reperibili nello "Sportello virtuale" attraverso cosiddette "Lebenslagen". Il "Lebenslagen-Prinzip", sviluppato a tale scopo, si basa sulla supposizione che le cittadine e i cittadini non dovrebbero ottenere le loro informazioni attraverso le strutture amministrative delle singole autorità, bensì attraverso determinate tematiche del momento che li interessano.

Consenso con riserve
Il Governo grigione è propenso in linea di principio al progetto di accordo con la Confederazione. Quest'ultima disciplina la collaborazione durante la prima fase operativa e di ulteriore sviluppo dello "Sportello virtuale", che durerà dal 2003 al 2005. Il Cantone dei Grigioni è disposto a versare annualmente al progetto la somma di circa 16'000 franchi fino alla fine del 2004.
Il Governo grigione contesta tuttavia, definendola insufficiente, l'informazione nel quadro di questo importante progetto. I partner del progetto si lamentano di aver ricevuto finora troppo poche informazioni fondate e pertinenti ai problemi. Con le informazioni sul progetto a disposizione i cantoni non sono in grado d'istruire come si deve i comuni. Al riguardo la collaborazione attiva dei comuni è un importantissimo fattore per il successo dell'ulteriore sviluppo di questo progetto. Il Governo si chiede, nella sua presa di posizione all'indirizzo della Cancelleria federale, se la messa in esercizio dello "Sportello virtuale", prevista appunto per il 1° gennaio 2003, possa essere realizzata ad un livello qualitativamente accettabile. Non ancora chiarita è pure la questione della competenza in materia di controllo della qualità. Il Governo grigione chiede inoltre chiare direttive circa i contenuti e gli obiettivi che dovranno essere raggiunti nei prossimi anni.

Pari opportunità per le lingue cantonali
In uno scritto indirizzato al Forum Helveticum il Governo grigione ha sottolineato la propria volontà di proteggere, salvaguardare ed incentivare il retoromancio. A tale proposito esso si basa sulla volontà della popolazione interessata di utilizzare questa lingua nella vita quotidiana. In qualità di autorità dello Stato il Cantone è intenzionato a provvedere affinché tutte le lingue cantonali abbiano le medesime premesse e opportunità di affermarsi. Il nuovo articolo sulle lingue, contenuto nella nuova Costituzione cantonale, obbliga inoltre il Cantone ed i comuni a fare ancora di più di quanto intrapreso finora per il retoromancio e l'italiano. La nuova Costituzione cantonale si trova attualmente al vaglio del Parlamento.
L'Associazione "Forum Helveticum" s'impegna da alcuni anni principalmente per l'incentivazione della coesione nazionale. In questo ambito è stata discussa la flessione dalla quarta lingua nazionale emersa con la pubblicazione dei dati dell'ultimo censimento della popolazione.

Rivedute parzialmente le prescrizioni per l'esercizio della pesca
Il "Baggersee Herti" a Untervaz è considerato ora zona di protezione con divieto di pesca. Il Governo grigine ha riveduto in questo senso l'Ordinanza sulla pesca del 1° gennaio 2002. Il laghetto menzionato è uno specchio d'acqua artificiale formatosi in seguito all'estrazione di ghiaia. Il materiale che viene prelevato deve essere sostituito nuovamente con materiale pulito. Una volta che l'estra-zione di ghiaia sarà terminata tra dieci anni circa, l'"Hertisee" sarà nuovamente riempito. La revisione parziale entra in vigore l'11 luglio 2002.

Revisione dell'Ordinanza sulle pastiglie allo iodio
Lo scambio rispettivamente la sicurezza nell'approvvigionamento della popolazione mediante pastiglie di ioduro di potassio dovranno essere migliorati. A tale proposito l'Ufficio federale della sanità pubblica ha mandato in consultazione una modifica dell'ordinanza in materia. Tale modifica prevede in modo particolare la verifica regolare dell'utilizzabilità delle pastiglie conservate nella zone 1 e 2 (zone situate nelle immediate vicinanze di una centrale rispettivamente zone situate in un raggio fino a 20 km di distanza da una centrale nucleare). Il Cantone dei Grigioni si trova nella zona 3 e non è quindi toccato dalla questione. Nella sua presa di posizione il Governo si dichiara d'accor-do in modo particolare con le verifiche regolari dell'utilizzabilità delle scorte di pastiglie.

Abrogato il fondo per le guide di montagna
Alla fine del 2000 l'elettorato grigione aveva accettato la nuova Legge sulle guide di montagna e sulle sci. Al contempo era stata abrogata la Legge sulle guide di montagna e sullo sci del 1991. E' quindi stato abrogato anche il fondo cantonale per le guide di montagna disciplinato nella vecchia legge, che era stato istituito per sostenere le guide di montagna e i loro famigliari venutisi a trovare in difficoltà non per colpa propria. Il Governo grigione ha ora deciso di trasferire 170'000 franchi al "Bündner Bergführerverband"; questo denaro dovrà essere impiegato ampiamente per il medesimo scopo. L'importo residuo pari circa 70'000 franchi è destinato al Cantone.

Nuove tariffe per le prestazioni Spitex
Ai sensi del regolamento tariffario per le organizzazioni per la cura e l'assistenza a domicilio, il Governo fissa ogni anno le tariffe minime e massime, che quest'anno corrispondono rispettivamente a otto e dodici franchi all'ora. Poiché questa tariffa secondo il regolamento tariffario dovrebbe coprire almeno il 20 per cento delle spese per le prestazioni di economia domestica, il Governo ha deciso di aumentare le tariffe a partire dal 1° luglio 2002, portando quella minima a 12 e quella massima a sedici franchi all'ora. Nel fissare le tariffe sono state tenute in considerazione le condizioni finanziarie delle organizzazioni Spitex, la situazione di concorrenza con i fornitori privati di prestazioni e il fatto che tramite prestazioni di economia domestica si possono ridurre le degenze in case di riposo e ospedali.

Esaminato attentamente il SIG
Dal gennaio scorso un gruppo di lavoro ha elaborato un rapporto sul "Sistema d'informazione geografica del Cantone dei Grigioni (SIG-GR)", con il seguente risultato:
- in una fase di consolidamento dovranno essere corretti rapidamente i difetti sulla base degli incarichi e delle competenze attuali;
- un gruppo di lavoro elaborata un concetto che disciplina la collaborazione dell'amministrazione pubblica quale proprietaria ed ente operativo del sistema SIG con terzi interessati (comuni, istituti di diritto pubblico e privati);
- un secondo gruppo di lavoro elabora sotto forma di base decisionale per una prossima generazione strategica tutte le necessarie basi decisionali compr. i costi per una soluzione economicamente mista. Contemporaneamente si deve tenere pure conto dell'esigenza di "realizzazione di un pool di dati GEO", che copra tutto il territorio cantonale.
Il Governo ha assegnato mandati concreti circa questi risultati proposti.

Dai comuni e dalle regioni
- Il Governo ha approvato la revisione parziale della pianificazione locale "Piano generale di urbanizzazione, Complemento Pala" del Comune di San Vittore.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel